| · XNUMX€ Ente per il turismo africano · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio

Arrivi internazionali del turismo in Africa e Medio Oriente

L'Africa è pronta a lanciare il suo passaporto unico quest'anno

Gli esperti di analisi dei viaggi hanno monitorato da vicino i venti del cambiamento nel settore dei viaggi dall'inizio della pandemia e, fino a poco tempo fa, i dati sui biglietti aerei mostravano le Americhe, in particolare i Caraibi, come gli unici a cambiare le regole del gioco quando si tratta di tempo reale recupero del viaggio. Tuttavia, gli ultimi dati di viaggio mostrano che anche l'Africa e il Medio Oriente si stanno dimostrando molto più resistenti.

Stampa Friendly, PDF e Email

Mentre la cifra globale totale in entrata per gli arrivi internazionali a partire da ottobre 2021 si trova al -77%, per l'Africa e il Medio Oriente questa cifra è al - 68%. Inoltre, è l'Africa subsahariana che mostra la migliore performance da inizio anno.

Considerando gli arrivi di settembre-ottobre, il 71% dei viaggiatori in arrivo nella regione proveniva da destinazioni mediorientali. Mentre per il Nord Africa, i viaggiatori in visita ad amici e parenti rappresentano il 46% e l'Africa sub-sahariana rappresenta il 33%. Per il Medio Oriente è solo il 18%, il che suggerisce che i viaggi qui sono principalmente per svago.

Durante questa pandemia, le principali nazionalità che hanno viaggiato verso l'estero nella regione sono state: i sauditi. Questo è stato poi seguito da Emirati e Qatar.

Rispetto ad altre controparti regionali, le prime tre nazionalità avevano tutte un tasso di vaccinazione molto più alto, collegamenti aerei e condizioni di viaggio più facili rispetto al Sudafrica, che è stato afflitto da nuovi casi di Covid e rigide regole di blocco.

Concentrandosi su Dubai, uno dei principali attori nel settore dell'aviazione e dei viaggi a lungo raggio, i dati sui biglietti aerei rivelano che le cifre sugli arrivi prenotati sono diminuite del 64% da novembre 2021 ad aprile 2022, in genere l'alta stagione per i viaggi di piacere internazionali.

D'altro canto, c'è stata una marcata crescita per i viaggi dall'Egitto a Dubai e le cifre sui viaggi On-The-Book (OTB) negli Stati Uniti sono diminuite solo del 13% rispetto ai tempi pre-pandemia. Inoltre, da inizio anno la durata del soggiorno è raddoppiata, passando da 7 giorni a 14 giorni per prenotazione.

L'altra buona notizia da osservare è che i viaggi d'affari negli Emirati Arabi Uniti sono sulla buona strada della ripresa, raggiungendo il 75% nella settimana che inizia il 21 ottobre rispetto al 2019, supportato da eventi live come l'Expo di Dubai.

 E aggiunge: “In questo stesso periodo i viaggi in cabina Premium hanno guadagnato il 7% della quota di mercato rispetto al 2019. I single e le coppie sono quelli che viaggiano di più in questa regione. Dopo l'apertura di Dubai Expo ad ottobre, i viaggi negli Emirati Arabi Uniti sono aumentati ed erano solo del 35% in meno rispetto ai livelli del 2019: le cose si stanno muovendo nella giusta direzione per Dubai e la regione in generale".

Fonte: ForwardKeys

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Lascia un tuo commento