Vino dalla Spagna? Non c'è bisogno di chiedere, basta versare

vino - immagine gentilmente concessa da e.garely
vino - immagine gentilmente concessa da e.garely

Recentemente ho partecipato a un evento commerciale sul vino sponsorizzato da Guía Peñín, una prestigiosa guida di vini spagnola rinomata per la sua meticolosa valutazione e classificazione dei vini provenienti da tutta la Spagna. Fondata da José Peñín, la guida è molto apprezzata per i suoi rigorosi protocolli di degustazione e la copertura completa dei vini spagnoli.

Utilizzando una sofisticata scala di 100 punti, la guida valuta i vini in base a criteri quali aroma, palato, struttura e qualità complessiva. I vini che ottengono un punteggio pari o superiore a 90 punti sono riconosciuti come eccezionali, mentre quelli che ottengono un punteggio inferiore a 80 punti sono generalmente considerati nella media o al di sotto della media.

Alla ricerca del WOW

Quando frequento una masterclass sul commercio del vino, non è raro scoprire uno o due vini eccezionali in programma. Tuttavia, la maggior parte, forse otto, dieci o anche dodici, tende ad essere ok, ma manca di una qualità davvero sorprendente. Tuttavia, le mie aspettative hanno subito un cambiamento significativo durante un recente evento di Guia Penin a New York. Dei dieci vini presentati, nove sorprendenti rientrano nelle categorie grande, maggiore o assolutamente eccezionale.

1. 2016 Las Tierras de Javier Rodriguez El Teso Alto. Tempranillo (100%)

Las Tierras de Javier Rodríguez “El Teso Alto” ​​è un vino raro e prestigioso prodotto da Rodríguez Sanzo sotto la guida dell'enologo Javier Rodríguez. Proviene da un unico vigneto prefillossera in località El Ego, situato a 830 metri sul livello del mare, con viti piantate nel 1886.

Il processo di vinificazione inizia con una meticolosa selezione delle uve su un tavolo di cernita, seguita dalla protezione con ghiaccio secco e dalla fermentazione in tini di legno con macerazione sulle bucce prolungata di 25-30 giorni. Dopo la pressatura, il vino subisce la fermentazione malolattica in botti da 225, 300 e 500 litri, dove matura per tre anni in rovere francese 80% e rovere americano 20%.

Fondata nel 2003, Rodríguez Sanzo è celebre per le sue pratiche ecocompatibili e la dedizione ai metodi biologici e biodinamici, garantendo vini che riflettono autenticamente il loro terroir.

L'annata 2016 di "El Teso Alto" è rinomata per la sua complessità, offrendo una sinfonia di sapori tra cui frutti rossi maturi, rovere, vaniglia e mineralità. Si abbina superbamente a carni rosse alla griglia, selvaggina e formaggi stagionati, culminando in un finale vellutato con tannini integrati e raffinata acidità.

• Appunti

Forma

Il vino si presenta con un colore rubino intenso, che ne suggerisce la concentrazione e la giovinezza.

Aroma

Al naso presenta un bouquet complesso di more mature, ciliegie e prugne, intrecciate con note di vaniglia, cedro e sottili sentori speziati derivanti dall'invecchiamento in rovere. C'è anche un tocco di cuoio e tabacco, che aggiungono profondità e complessità.

Palato

Al palato è ricco e corposo, con tannini vellutati che donano struttura ed equilibrio. Dominano i sapori di frutti scuri, completati da strati di rovere tostato e un tocco di cioccolato. Il vino ha una vivace acidità che ne esalta la freschezza e assicura un finale lungo e persistente.

Totale

 Incarna l'essenza del Tempranillo con il suo profilo fruttato, bilanciato dall'elegante integrazione del rovere e da una struttura senza soluzione di continuità.

2. 1730 VORS Amontillado BF S AM Alvaro Domecq è uno sherry Amontillado invecchiato prodotto da Bodegas Alvaro Domecq a Jerez, Spagna.

Il 1730 VORS Amontillado BF S AM di Alvaro Domecq proviene da uno dei vigneti di Sherry più antichi e stimati di Jerez, in Spagna. Ecco alcuni approfondimenti sul vigneto e sul suo significato:

Il vigneto risale all'anno 1730, evidenziando secoli di tradizione e competenza enologica nella regione di Jerez. Il termine “VORS” (Vinum Optimum Rare Signatum) indica uno Sherry invecchiato per più di 30 anni nel tradizionale sistema Solera, con “BF S AM” che indica dettagli specifici sul processo di invecchiamento e sui lotti di vigneto coinvolti. Questa classificazione è riservata agli Sherry di eccezionale qualità e rarità.

Alvaro Domecq è un nome rispettato nella produzione di Sherry, noto per sostenere i più alti standard di artigianalità e qualità. La dedizione della famiglia ai metodi tradizionali e la loro esperienza nel gestire le condizioni climatiche uniche di Jerez contribuiscono al carattere distinto dei loro Sherry.

Il vigneto beneficia del microclima unico di Jerez, caratterizzato da estati calde e inverni miti, ideali per la coltivazione delle uve Palomino utilizzate nella produzione dello Sherry. Anche i terreni calcarei della regione svolgono un ruolo cruciale nel conferire mineralità e complessità alle uve.

Il 1730 VORS Amontillado subisce un meticoloso processo di invecchiamento nel sistema Solera e Criadera, dove i vini più vecchi si fondono con quelli più giovani nel tempo. Questo processo consente lo sviluppo dei sapori e degli aromi distintivi dello Sherry, comprese le sue caratteristiche note di nocciola, ossidative e la ricca complessità.

• Appunti

Forma

Questo Sherry presenta un colore ambrato intenso con riflessi dorati, che indica il suo lungo processo di invecchiamento.

Aroma

Il naso è intensamente aromatico, offrendo una complessa gamma di aromi. Le note iniziali di mandorle tostate, nocciole e noci sono completate da sentori di caramello, fichi secchi, albicocca, limone, miele, caprifoglio e scorza d'arancia. C'è una sottile qualità salina che riflette la sua origine e l'invecchiamento sotto il flor, uno strato di lievito che si forma naturalmente sopra gli sherry durante il loro processo di invecchiamento. Questo strato protegge il vino dall'ossidazione e conferisce sapori e aromi unici al vino mentre matura. I vini invecchiati sotto il flor spesso sviluppano caratteristiche come nocciola, secchezza e, in effetti, una sottile qualità salina.

Palato

Ricco e vellutato, con un pronunciato carattere di nocciola e un tocco di complessità ossidativa al palato. Emergono sapori di frutta secca come albicocche e datteri, insieme a sfumature di caramello e una delicata spezia. L'acidità è ben integrata, fornendo freschezza ed equilibrio alla ricchezza del vino.

Fine

Il finale è lungo e persistente, lasciando impressioni persistenti, un sottofondo aspro che intensifica il suggerimento di frutta secca fresca e un accenno di brezza marina.

3. Bodegas Chivite Colección 125 Vendimia Tardía (vendemmia tardiva) 2021 B FB D (la lettera indica dettagli specifici sul vino, come l'appezzamento di vigneto (B), il tipo di fermentazione (FB) ed eventualmente la denominazione specifica (D).

Le aziende vinicole utilizzano codici per differenziare i lotti o per indicare determinati metodi o caratteristiche di produzione). Questo vino è stato prodotto dalle varietà Moscatel de grano menudo, originarie del vigneto “El Candelero”, piantato nel 1969 e raccolto a mano con 12 selezioni da ottobre a dicembre. 100% Moscatel de Grano Menudo

Le uve sono state raccolte più tardi del solito, permettendo loro di maturare ulteriormente sulla pianta. La raccolta tardiva può portare ad uve con un contenuto zuccherino più elevato e aromi più concentrati, spesso desiderabili per vini da dessert o da vendemmia tardiva.

Qualità e caratteristiche

I vini etichettati come "Colección" denotano tipicamente una collezione o una serie speciale da parte del produttore, spesso segnalando una qualità o unicità superiore. Bodegas Chivite, una rinomata azienda vinicola spagnola con una storia che risale al 1647, "Colección 125" segna una commemorazione di traguardi significativi o annate eccezionali, dove "125" probabilmente indica un anniversario o un'edizione speciale. Questo vino dolce naturale è prodotto dalle migliori uve moscato a grana piccola, stramature sulle viti di proprietà del vigneto El Candelero, di 45 anni, e fermentate per 5 mesi in botti nuove di rovere francese.

Ottenuto da uve Moscato a grana piccola meticolosamente selezionate, stramature sulle viti di 45 anni del vigneto El Candelero, subisce un preciso processo di fermentazione per 5 mesi in botti nuove di rovere francese. Questo approccio artigianale si traduce in un vino dolce naturale acclamato come uno dei migliori di Spagna.

• Appunti

Presentando un'intensa tonalità dorata, il vino accoglie il naso con un bouquet complesso con aromi di acacia, legno di sandalo e frutta candita. Al palato è elegante ed espressivo, offrendo un ingresso ampio con eccellente equilibrio, setosità e un finale persistente. Nonostante la sua dolcezza, il vino mantiene la freschezza grazie alla sua equilibrata acidità. Conosciuto per la sua deliziosa sensazione in bocca, mette in mostra ricche note mielate accanto a frutti tropicali maturi e albicocche.

Dal colore dorato intenso e luminoso, al naso offre un bouquet complesso e potente con note di acacia, legno di sandalo e frutta candita. Elegante ed espressivo, in bocca mostra un ingresso ampio e un ottimo equilibrio. Setoso, con buona acidità e molto lungo. Il trattamento artigianale e delicato che ha ricevuto questo vino gli conferisce una notevole capacità di affinamento in bottiglia.

© Dr. Elinor Garely. Questo articolo protetto da copyright, comprese le foto, non può essere riprodotto senza il permesso scritto dell'autore.

Circa l'autore

Dr. Elinor Garely - speciale per eTN e caporedattore, wine.travel

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...