Partner IATA e ATPCO per il calcolo dei dati sulle emissioni di volo

IATA lancia il simposio mondiale sulla sostenibilità
Scritto da Harry Johnson

L'accordo è stato firmato tra Willie Walsh, Direttore Generale della IATA e Alex Zoghlin, Presidente e CEO di ATPCO durante la 79a AGM della IATA.

L'International Air Transport Association (IATA) e ATPCO hanno annunciato una partnership che vedrà ATPCO utilizzare i dati CO2 Connect di IATA nella sua offerta API Routehappy entro la fine dell'anno.

Routehappy è un'API che aiuta le compagnie aeree e i canali di vendita a trasmettere ai consumatori i "Servizi" previsti dell'esperienza a bordo, tra cui la disposizione e il tipo di posto, il Wi-Fi, l'alimentazione, l'intrattenimento e altro ancora, al momento della prenotazione. ATCO prevede di creare un nuovo servizio che utilizzerà IATA Dati CO2 Connect per aiutare gli acquirenti a comprendere il costo del carbonio di varie opzioni di itinerario.

L'accordo è stato firmato tra Willie Walsh, Direttore Generale della IATA e Alex Zoghlin, Presidente e CEO di ATPCO durante la 79a Assemblea Generale Annuale della IATA.

“Sappiamo che i viaggiatori vogliono comprendere l'impatto ambientale del loro volo in modo coerente, trasparente e affidabile. IATA CO2 Connect è lo strumento più accurato che fornisce queste informazioni. I clienti ATPCO saranno in grado di prendere decisioni di viaggio utilizzando i calcoli del carbonio beneficiando della massima qualità ", ha affermato Walsh.

“I dati Routehappy sono stati per anni lo sportello unico per i dati di merchandising delle compagnie aeree. L'aggiunta di questi dati necessari è un altro modo per ATPCO di fornire più valore alla nostra compagnia aerea e ai partner di canale e, a sua volta, ai consumatori. È chiaro che c'è un crescente interesse da parte di passeggeri, aziende, società di gestione dei viaggi e agenti di viaggio a ricevere informazioni sulla CO2 in modo che possano utilizzarle per confrontare i voli e fare una scelta più sostenibile. CO2 Connect di IATA offre dati sul consumo di carburante specifici delle compagnie aeree e non vediamo l'ora di renderli disponibili al nostro crescente elenco di partner Routehappy Rich Content ", ha affermato Zoghlin.

Ciò risponde a una delle principali preoccupazioni dei consumatori. Numerosi studi hanno dimostrato che i consumatori e i viaggiatori aziendali desiderano accedere ai dati sulle emissioni di carbonio e che queste informazioni possono influenzare le decisioni di acquisto.

• Un recente sondaggio IATA mostra che quasi due terzi dei viaggiatori ritiene di avere la responsabilità di conoscere le emissioni di carbonio dei propri voli e che un terzo dei viaggiatori aerei ritiene che le emissioni di carbonio siano il fattore più importante nelle decisioni di viaggio future.

• Il rapporto sui viaggi sostenibili del 2022 di Trip.com ha rilevato che il 78.7% degli intervistati concorda sul fatto che i viaggi sostenibili sono vitali, mentre il 74.9% probabilmente prenoterà viaggi sostenibili in futuro.

• Il sondaggio annuale sugli acquirenti dei consumatori di ATPCO, pubblicato nel febbraio 2022, ha rilevato che il 62% degli acquirenti ritiene che sia estremamente importante confrontare le emissioni di carbonio durante l'acquisto di un volo e che il 63% afferma che le pratiche di sostenibilità specifiche dell'aeromobile influenzerebbero il volo che prenotano.

<

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews da più di 20 anni. Vive a Honolulu, Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...