I capi delle compagnie aeree chiedono più rotte aeree per l’Africa

I capi delle compagnie aeree chiedono più rotte aeree per l’Africa
I capi delle compagnie aeree chiedono più rotte aeree per l’Africa
Scritto da Harry Johnson

Le iniziative congiunte che utilizzano la conoscenza delle destinazioni delle DMO hanno il potenziale per migliorare la connettività, che è fondamentale per le economie turistiche dell’Africa che sono state ostacolate da un trasporto aereo inadeguato.

L’ampio potenziale turistico del continente africano non è ancora pienamente utilizzato a causa della limitata connettività aerea, poiché l’Africa rappresenta solo l’1.9% del traffico globale di passeggeri e merci. Tuttavia, gli esperti del settore aeronautico sono fiduciosi che gli enti nazionali del turismo possano svolgere un ruolo cruciale nello stimolare la crescita economica influenzando la creazione di nuove rotte aeree.

Durante un recente workshop di AviaDev Africa, in collaborazione con SADC Business Council Tourism Alliance, i dirigenti delle compagnie aeree hanno sottolineato l'importanza che gli enti del turismo utilizzino i dati di mercato e le connessioni del settore per persuadere i vettori esitanti della fattibilità a lungo termine di nuove rotte.

Kojo Bentum-Williams, UN L'esperto senior in comunicazione per l'Africa del turismo, ha sottolineato che il turismo va oltre le semplici attività ricreative. Ha sottolineato l'importanza della pianificazione strategica e della collaborazione tra diversi settori per il suo successo.

Sylvain Bosc, ex direttore commerciale di SAA e Fastjet, ha sottolineato la necessità di dimostrare una redditività costante. Ha affermato che le Destination Marketing Organization (DMO) dovrebbero concentrarsi sulla promozione di una visione a lungo termine che enfatizzi il potenziale di crescita e i benefici economici della destinazione. Bosc ha anche suggerito che strategie innovative come il co-marketing, la riduzione dei costi per le compagnie aeree e la misurazione del traffico passeggeri possono avere un impatto maggiore rispetto ai sussidi finanziari diretti.

Bosc ha sottolineato l’importanza delle DMO nel migliorare i dati che le compagnie aeree già possiedono facendo luce sui prossimi sviluppi economici locali come nuove miniere o progetti infrastrutturali che potrebbero incrementare il traffico aziendale. Ha affermato che le conoscenze locali possono dare alle compagnie aeree la fiducia necessaria per espandersi in nuove rotte.

Natalia Rosa, responsabile del progetto della SADC Business Council Tourism Alliance, ha sottolineato il ruolo cruciale dell'aviazione nello sviluppo regionale, affermando che non è un lusso ma piuttosto il fondamento di una moderna economia regionale. Una migliore connettività aerea apporta vari vantaggi, tra cui la facilitazione dei viaggi, l’accesso a nuovi mercati turistici e il rafforzamento dei collegamenti economici regionali.

Gavin Eccles, responsabile verticale di BAE Ventures, ha sottolineato l'importanza che gli enti del turismo siano attivamente coinvolti nelle discussioni, presentando argomentazioni forti supportate dalla conoscenza del mercato locale, dai collegamenti all'interno del settore dei viaggi e da proposte di vendita distintive che le compagnie aeree potrebbero trascurare. Eccles ha sottolineato che gli enti del turismo non dovrebbero solo presentare dati ma anche fornire un punto di vista locale unico che potrebbe non essere disponibile per le compagnie aeree. Ha fatto riferimento al caso della campagna indiana “Incredible India” che, nonostante il successo nel branding, ha dovuto affrontare sfide dovute a una connettività inadeguata.

Tim Harris di Helm Growth Advisors ha avvertito che la priorità dovrebbe essere il mantenimento e l’espansione dei servizi aerei esistenti prima di concentrarsi sull’attrazione di nuove rotte. Anche il coordinamento regionale, come l’allineamento delle politiche sui visti, la promozione di itinerari congiunti e l’utilizzo di fondi per la conservazione, può svolgere un ruolo nel finanziamento dello sviluppo delle rotte.

Bentum-Williams ha sottolineato che, nonostante le preoccupazioni sulla sostenibilità dei sussidi diretti, gli incentivi alternativi possono stabilire una “cultura della fiducia” per le compagnie aeree che danno priorità al profitto.

“È essenziale spostare l’attenzione dal semplice sostegno finanziario alle compagnie aeree alla promozione di un’atmosfera di fiducia e garanzia”, ha sottolineato.

Jillian Blackbeard, amministratore delegato della Eden Tourism Association africana, ha sottolineato l'efficace partnership con Proflight facilitata dalle parti interessate locali e dal sostegno commerciale, rafforzando la fiducia delle compagnie aeree senza sostanziali incentivi finanziari.

“La nostra collaborazione con Proflight e le parti interessate locali è stata determinante nel raccogliere il sostegno del commercio e del settore privato per le rotte, favorendo in definitiva la fiducia nella compagnia aerea e determinando una fruttuosa espansione delle rotte senza la necessità di significativi incentivi monetari”, ha affermato Barbanera.

Le iniziative congiunte che utilizzano la conoscenza delle destinazioni delle DMO hanno il potenziale per migliorare la connettività, che è fondamentale per le economie turistiche dell’Africa che sono state ostacolate da un trasporto aereo inadeguato.

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews da più di 20 anni. Vive a Honolulu, Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...