L'UE sospende la fusione di ITA con Lufthansa

Gruppo Lufthansa

La Commissione Europea ha ufficialmente comunicato a Lufthansa e al Ministero dell'Economia italiano le sue conclusioni preliminari relative alla proposta di acquisizione di una partecipazione di minoranza in ITA.

La preoccupazione sollevata è che questa mossa possa portare ad un aumento dei prezzi per i clienti e ad una diminuzione della qualità del servizio. IL Commissione Europea i servizi per la concorrenza hanno illustrato le obiezioni e le questioni irrisolte prima di approvare la fusione delle due società. La decisione finale è attesa entro il 6 giugno. 

Italia Trasporto Aereo SpA, dba ITA Airways, è la compagnia di bandiera italiana. È di proprietà del governo italiano tramite il Ministero dell'Economia e delle Finanze ed è stata fondata nel 2020 come successore della fallita Alitalia. La compagnia aerea vola verso oltre 70 destinazioni di linea nazionali, europee e intercontinentali

La Commissione europea ha evidenziato tre potenziali aree di preoccupazione

L’alleanza potrebbe ridurre la concorrenza su specifiche rotte a corto raggio che collegano l’Italia con i paesi dell’Europa centrale, diminuire la concorrenza su specifiche rotte a lungo raggio tra Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone e potenzialmente rafforzare la posizione dominante di ITA all’aeroporto di Milano-Linate. 

Fino all'approvazione della Commissione Europea, l'investimento di 325 milioni di euro da parte di Lufthansa per l'acquisizione di una quota del 41% di ITA rimane sospeso, così come le sinergie commerciali tra ITA e la rete di Lufthansa.

Lufthansa e il Ministero dell’Economia italiano possono presentare “rimedi” alle preoccupazioni sulla concorrenza sollevate dall’integrazione tra Lufthansa e ITA, come elencati nella comunicazione degli addebiti, entro il 26 aprile 2024. 

Sabato 23 marzo, in risposta al documento pendente da Bruxelles, il Ministro dell'Economia italiano Giancarlo Giorgetti ha criticato la Commissione UE, accusandola di ostacolare l'accordo tra Lufthansa e ITA, affermando:

“Da dieci mesi siamo alle prese con l’Europa, che non ci permette di creare un campione europeo in grado di competere con i colossi internazionali”.

In una rapida risposta, Margrethe Vestager, vicepresidente della Commissione europea, ha dichiarato:

Emergente vs. concorrenza

“Se esaminate la storia delle approvazioni di fusioni nei miei dieci anni alla Commissione europea, vedrete che numerose grandi aziende sono nate attraverso fusioni. Questo accade perché molto spesso è possibile approvare una fusione preservando la concorrenza”. 

Il documento della Commissione Europea sottolinea che Lufthansa e ITA gestiscono estese reti di rotte dai rispettivi hub in Austria, Belgio, Germania, Svizzera e Italia.

Lufthansa ha una joint venture con United Airlines e Air Canada per le rotte transatlantiche e con All Nippon Airways per le rotte verso il Giappone.

I partner della joint venture coordinano prezzi, capacità, pianificazione e condivisione delle entrate. 

L’ITA potrebbe limitare la concorrenza

Bruxelles ha avviato un'indagine approfondita il 23 gennaio per valutare se l'acquisizione di una partecipazione in ITA da parte di Lufthansa potrebbe limitare la concorrenza nei servizi di trasporto aereo passeggeri da e per l'Italia.

A seguito dell'indagine, la Commissione teme che l'operazione possa ridurre la concorrenza su alcune rotte a corto raggio che collegano l'Italia con i paesi dell'Europa centrale.

Lufthansa e ITA competono testa a testa su tali rotte, principalmente con voli diretti e indiretti.

Potrebbe esserci anche meno concorrenza sulle rotte a lungo raggio tra Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, con i vettori low cost che sarebbero i principali rivali su alcune di queste rotte.

L’accordo potrebbe ridurre la concorrenza su specifiche rotte a lungo raggio tra Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, dove ITA e Lufthansa, insieme ai loro partner di joint venture, competono direttamente o indirettamente.

Dopo la fusione, la Commissione considera le attività di ITA, Lufthansa e dei loro partner della joint venture come quelle di un'unica entità.

L'hub dominante di Milano di ITA

Ciò potrebbe creare o rafforzare la posizione dominante di ITA presso l'aeroporto di Milano-Linate, rendendo più difficile per i concorrenti fornire servizi di trasporto aereo passeggeri da e verso tale aeroporto. 

Bruxelles aggiunge che su queste rotte viaggiano ogni anno milioni di passeggeri e la spesa annua supera i 3 miliardi di euro.

La Commissione mira a garantire che l’operazione “non abbia effetti negativi sui clienti – consumatori e imprese – in termini di aumenti di prezzo o di riduzione della qualità del servizio”. 

La Commissione “teme che, senza soluzioni adeguate, l'eliminazione di ITA come compagnia aerea indipendente potrebbe incidere negativamente sulla concorrenza in questi mercati già concentrati.

Le rotte che sollevano potenziali preoccupazioni rappresentano una piccola percentuale del totale delle rotte e dei passeggeri a corto e lungo raggio serviti da entrambe le parti e dai loro partner di joint venture, e le possibili preoccupazioni non riguardano la stragrande maggioranza delle rotte gestite da ITA. 

Lufthansa rimane fiduciosa che l’operazione verrà infine approvata. 

<

Circa l'autore

Mario Masciullo - eTN Italia

Mario è un veterano nel settore dei viaggi.
La sua esperienza si estende in tutto il mondo dal 1960 quando all'età di 21 anni iniziò ad esplorare il Giappone, Hong Kong e la Thailandia.
Mario ha visto svilupparsi il Mondo Turismo fino ad oggi ed è stato testimone del
distruzione della radice / testimonianza del passato di un buon numero di paesi a favore della modernità / progresso.
Negli ultimi 20 anni l'esperienza di viaggio di Mario si è concentrata nel sud-est asiatico e negli ultimi tempi ha incluso il subcontinente indiano.

Parte dell'esperienza lavorativa di Mario comprende molteplici attività nell'Aviazione Civile
field si è concluso dopo aver organizzato il kik off di Malaysia Singapore Airlines in Italia come Institutor e proseguito per 16 anni nel ruolo di Sales / Marketing Manager Italy per Singapore Airlines dopo la scissione dei due governi nell'ottobre 1972.

La licenza ufficiale di Giornalista di Mario è rilasciata dall'"Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma, Italia nel 1977.

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...