Protocollo storico della Bosnia Erzegovina: turismo senza plastica

BOH Firma

Con la Bosnia-Erzegovina che assume un nuovo ruolo guida nella regione dei Balcani su iniziativa della Croazia, il suo dono al mondo è notevole. L’obiettivo è l’eliminazione della plastica negli oceani, nei mari, nei fiumi e nei laghi. Adottando la visione di Kristijan Curavić, presidente della Gruppo dell'Alleanza Oceanica. Gruppo è stato firmato un protocollo d'intesa tra tre parti interessate che preparano i capi di Stato per un vertice unico previsto per aprile 2025.

Venerdì a Sarajevo, in Bosnia-Erzegovina, è stato firmato un memorandum d'intesa e di cooperazione tra Camera per il commercio estero della Bosnia-Erzegovina e la Alleanza per la conservazione delle acque mondiali unitamente Camera internazionale di commercio dell’economia blu (ICBEC).

All'evento della firma presso la Camera per il Commercio Estero della Bosnia ed Erzegovina, il suo vicepresidente Ahmet Egrlić, il presidente della Gruppo di conservazione dell'Ocean Alliancep (OACM) Erano presenti Kristijan Curavić e il direttore dell'ICBEC Nedžad Alić.

Questo accordo consentirà la realizzazione di attività importanti per la comunità imprenditoriale della Bosnia ed Erzegovina nel campo dello sviluppo di nuovi programmi ecologici ed economici. Si aggiunge all’agenda dello sviluppo sostenibile, utilizzando il progresso innovativo e digitale.

Il protocollo d’intesa ha già attirato l’attenzione nell’Europa sudorientale, in particolare nella Macedonia del Nord, Slovenia, Montenegro, Serbia, Albania e Kosovo.

Si tratta di uno sviluppo storico per la regione per garantire che il settore aziendale possa sviluppare le proprie politiche ECR strettamente allineate con quelle Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite per il 2030 (UNSDG).

L'obiettivo principale è preparare la regione prima del Vertice UE sugli oceani di plastica in Croazia, affinché i paesi diventino membri dell’OACM e alleati per la preservazione dell’ambiente. Ciò offre opportunità di sviluppo economico specificamente per i settori dei viaggi e del turismo.

La Bosnia ed Erzegovina, una piccola nazione europea nota per le sue risorse idriche naturali, assumerà un ruolo guida a livello regionale in questo programma.

Il programma sarà presentato al Dipartimento di Stato americano e all’Alleanza nordamericana OACM concentrandosi sugli Stati Uniti, tra cui Alaska e Porto Rico, Canada, Messico e Groenlandia.

“OACM è un’organizzazione che opera a livello globale. Lavoriamo su progetti in paesi di tutto il mondo, in tutti i continenti. Siamo lieti di essere presenti in Bosnia ed Erzegovina. Il nostro obiettivo è avviare la pulizia e la certificazione di tutte le aree acquatiche, fiumi, laghi e mari, ovunque su questo pianeta”, ha affermato Kristijan Curavić, capo del gruppo Ocean Alliance.

Ha aggiunto: “Questa è un’opportunità per la Bosnia-Erzegovina (BiH) di diventare una destinazione turistica marittima e continentale “priva di plastica” sicura.

È anche un'opportunità per la Bosnia-Erzegovina e per tutta la nostra regione di far parte di una struttura internazionale che definisce le tendenze di sviluppo nei settori economico, ecologico e sociale. Ciò sarà comunicato al nostro prossimo vertice nell’aprile del prossimo anno. Un obiettivo importante ovviamente è attrarre investimenti turistici per il Paese”.

“Consentendo una connessione più forte tra il settore pubblico e quello aziendale e includendo altre entità economiche, i membri dell’OACM sono pronti per una vittoria per tutti”.

un globo verde con testo bianco

Nedžad Alić, direttore del Camera internazionale di commercio dell’economia blu (ICBEC) ha aggiunto che un’opportunità così unica si manifesterà come un fattore cruciale di sostenibilità per l’economia nazionale della Bosnia-Erzegovina.

Il CEO di ICEBC, Damir Blaskovic, ha detto di essere in comunicazione con Camera delle imprese in Svizzera. Egli ritiene che questa collaborazione avrà un impatto sull’intera regione dell’Unione Europea (UE).

“Sono decenni che non riusciamo a collegare il settore aziendale alla collaborazione con il governo nella preservazione dell’ambiente. Ora abbiamo creato e costruito attraverso uno strumento di innovazione sostenibile e meccanismi in grado di garantire vantaggi reciproci a tutte le parti interessate”, ha affermato Blaskovic.

Kristijan Curavic attende con impazienza l'EVertice U ETIS noto come Plastic Ocean Summit nell'aprile 2025 ospitato dal governo del suo paese d'origine, la Croazia.

Curavic si aspetta che questo nuovo concetto venga presentato ai capi di stato che prevedeva di partecipare al suo prossimo vertice.

“L’era delle politiche di greenwashing potrebbe finire grazie a questi strumenti di sostenibilità integrati con la capacità di ridurre fisicamente al minimo la plastica nell’acqua”, ha affermato Kristijan Curavic. Kristian è lui stesso un tuffatore da record mondiale.

Anche la Ocean Alliance è partner della World Tourism Network.

Circa l'autore

Juergen T. Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...