O'Leary: Ryanair felice di aiutare a deportare i clandestini dall'Europa

O'Leary: Ryanair felice di aiutare a deportare i clandestini dall'Europa
O'Leary: Ryanair felice di aiutare a deportare i clandestini dall'Europa
Scritto da Harry Johnson

L’immigrazione clandestina fuori controllo è diventata un argomento molto controverso in Irlanda a causa del significativo aumento dei richiedenti asilo provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente. Tra aprile 2022 e aprile 2023, l’immigrazione in Irlanda è aumentata del 31%, esacerbando già la più grave carenza di alloggi nell’UE.

L'amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary, ha dichiarato durante una conferenza stampa tenutasi vicino all'aeroporto di Bruxelles che la compagnia aerea irlandese è pronta e disposta ad assistere i governi europei nella deportazione dei migranti illegali che hanno inondato ultimamente i paesi europei.

L’immigrazione clandestina fuori controllo è diventata un argomento molto controverso in Irlanda a causa del significativo aumento dei richiedenti asilo provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente. Tra aprile 2022 e aprile 2023, l’immigrazione in Irlanda è aumentata del 31%, esacerbando già la più grave carenza di alloggi nell’UE.

Il UK ha implementato politiche di immigrazione più severe in seguito al picco di ondate di migranti illegali nel 2022, quindi attualmente molti richiedenti asilo stanno utilizzando l’Irlanda del Nord come porta d’ingresso per entrare in Irlanda dal Regno Unito, in seguito alla proposta del primo ministro britannico Rishi Sunak di deportare migranti illegali privi di documenti in Ruanda. Nelle ultime settimane, parti di Dublino sono state trasformate in campi profughi, con più di 100 tende lungo il canale del centro città.

Facendo riferimento alle proposte di Sunak il mese scorso, O'Leary avrebbe espresso la sua volontà di operare voli di deportazione verso la nazione dell'Africa centrale, a condizione che la compagnia possedesse aerei adeguati. Tuttavia, questa settimana, ha chiarito che Ryanair non può viaggiare in Ruanda perché la distanza è eccessiva per i loro voli. Attualmente l'unica destinazione africana della compagnia aerea è il Marocco.

Tuttavia, O'Leary ne ha parlato Ryanair può ancora operare voli verso paesi come l’Albania. A quanto pare, il governo del Regno Unito ha anche un accordo con l’Albania per deportare lì i migranti illegali albanesi. Nel mese di febbraio Tirana ha inoltre raggiunto un accordo con l'Italia per trattenere numerosi migranti clandestini che avevano tentato di entrare nel Paese.

Secondo O'Leary, la compagnia aerea non ha alcun problema fondamentale con la questione della deportazione. Il CEO di Ryanair ha affermato che se i governi europei deportano legalmente individui che sono entrati illegalmente nel paese e se la compagnia aerea può offrire assistenza, allora non ci sono problemi. Apparentemente O'Leary non è preoccupato nemmeno per il potenziale danno alla reputazione della compagnia aerea dovuto al suo coinvolgimento nelle deportazioni. Ha affermato che se i governi europei effettuano le deportazioni in modo corretto, allora Ryanair è disposta a operare tali voli.

Ryanair è un gruppo di compagnie aeree ultra low cost irlandese con sede a Swords, Dublino, Irlanda. La compagnia comprende le controllate Ryanair DAC, Malta Air, Buzz, Lauda Europe e Ryanair UK. Dalla sua fondazione nel 1984, Ryanair è cresciuta da una piccola compagnia aerea, che volava sul breve viaggio da Waterford a Londra Gatwick, fino a diventare la più grande compagnia aerea europea. Sono oltre 19,000 le persone che lavorano per l'azienda, la maggior parte delle quali impiegate e assunte da agenzie per volare sugli aerei Ryanair. Rinomata per il suo approccio minimalista al viaggio aereo e per le tecniche non convenzionali di riduzione dei costi, l'azienda ha proposto diverse idee audaci in passato. Queste includono l’esortazione agli assistenti di volo a perdere peso, l’eliminazione delle toilette degli aerei per fare spazio a posti aggiuntivi, la richiesta ai passeggeri di gestire il proprio bagaglio e l’implementazione di una “tassa sul grasso” per i viaggiatori in sovrappeso.

O'Leary ha anche colto l'occasione per lanciare durante la conferenza stampa una campagna volta a incoraggiare il voto alle prossime elezioni parlamentari europee.

<

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews da più di 20 anni. Vive a Honolulu, Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...