Il turismo straniero in Cina aumenta dopo l’allentamento delle regole sui visti

Il turismo straniero in Cina aumenta dopo l’allentamento delle regole sui visti
Il turismo straniero in Cina aumenta dopo l’allentamento delle regole sui visti
Scritto da Harry Johnson

Durante la prima metà dell’anno, le autorità per l’immigrazione in tutta la Cina hanno gestito 287 milioni di viaggi in entrata e in uscita, indicando un aumento del 70.9% rispetto all’anno precedente.

L'autorità cinese per l'immigrazione ha riferito oggi che nei primi sei mesi di quest'anno il Paese ha registrato un totale di 14.64 milioni di viaggi stranieri in entrata, segnando un aumento significativo del 152.7% rispetto all'anno precedente. Le autorità attribuiscono l'aumento del numero dei visitatori a diverse misure attuate da gennaio.

Le iniziative, progettate per migliorare l’accessibilità della Cina per i visitatori stranieri in cerca di opportunità di business, attività educative ed esperienze turistiche, abbracciano un quadro più ampio norme sull’esenzione dal visto, criteri semplificati per la richiesta del visto, processi semplificati, nonché l'esenzione dalle ispezioni alle frontiere per specifici viaggiatori in transito e migliori opzioni di pagamento mobile per i visitatori internazionali in Cina.

Alla conferenza stampa di oggi, il Amministrazione nazionale per l'immigrazione (NIA) ha annunciato che tra gennaio e giugno il numero di visite esenti da visto da parte di cittadini stranieri ha superato gli 8.54 milioni, rappresentando il 52% di tutti i viaggi in entrata e segnando un aumento del 190.1% rispetto all’anno precedente.

Secondo la NIA, si prevede un continuo aumento del numero di visitatori stranieri in Cina nell’ultima parte di quest’anno. Secondo un recente rapporto della China Tourism Academy (CTA), si prevede che il mercato del turismo in entrata per gli stranieri si riprenderà a circa l’80% dei livelli visti nel 2019. Ciò dovrebbe essere guidato dai viaggi effettuati dai viaggiatori provenienti dal regioni amministrative speciali di Hong Kong e Macao, nonché di Taiwan, che si prevede torneranno ai livelli precedenti la pandemia di Covid-19.

L’indagine condotta dalla CTA ha rivelato che oltre il 60% dei viaggiatori in entrata intervistati ha visitato la Cina principalmente per sperimentarne la cultura. Inoltre, anche il cibo e lo shopping sono state attrazioni popolari tra gli intervistati.

Durante la prima metà dell’anno, le autorità per l’immigrazione in tutta la Cina hanno gestito 287 milioni di viaggi in entrata e in uscita, indicando un aumento del 70.9% rispetto all’anno precedente. Di questi, circa 137 milioni sono stati intrapresi da residenti sulla terraferma, 121 milioni da residenti delle regioni amministrative speciali (SAR) cinesi di Hong Kong e Macao, residenti di Taiwan e 29.22 milioni da stranieri.

I dati della NIA hanno rivelato che nella prima metà del 2024 sono stati rilasciati circa 12.34 milioni di passaporti regolari, segnando un aumento del 23.2% rispetto all'anno precedente. Inoltre, il numero di documenti di viaggio emessi per viaggi sulla terraferma Hong Kong, Macao e Taiwan è aumentato del 7.8%, raggiungendo oltre 46.15 milioni. Inoltre, si è registrato un aumento significativo dei visti portuali, che sono aumentati del 267.9% a 686,000, mentre sono stati concessi 388,000 permessi di soggiorno e di soggiorno a stranieri residenti nel continente.

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews da più di 20 anni. Vive a Honolulu, Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Amerei i tuoi pensieri, per favore commenta.x
Condividere a...