eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ Ungheria Ultime notizie · XNUMX€ Notizie di lusso · XNUMX€ News · XNUMX€ Resort · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Sfide senza precedenti: l'industria alberghiera ungherese è alle prese con la crisi del COVID-19

Sfide senza precedenti: l'industria alberghiera ungherese è alle prese con la crisi del COVID-19
Il settore alberghiero ungherese è alle prese con la crisi del COVID-19
Scritto da Harry S. Johnson

Horwath HTL Ungheria, in collaborazione con il Associazione ungherese di hotel e ristoranti, fornisce un report istantaneo basato su un'indagine nazionale sul sentiment online per riflettere sulle sfide senza precedenti nel 2020, attraverso il feedback di prima mano degli albergatori.

La crisi attuale non può essere paragonata a crisi precedenti, a causa della sua principale causa e natura. Per questo motivo, è importante sottolineare che l'indagine si limita a presentare un'istantanea nel tempo, anche se le sue conclusioni si basano su osservazioni della stagione estiva durante la quale molte restrizioni sono state allentate. 

Azioni come le severe restrizioni ai viaggi introdotte il 1 ° settembre in Ungheria o altre misure a livello globale o dell'UE possono trasformare radicalmente le aspettative a breve e medio termine. 

Inoltre, la fine del periodo di sostegno salariale sovvenzionato dallo Stato (per la maggior parte degli hotel in agosto o settembre) potrebbe facilmente innescare una seconda ondata di ridimensionamento di massa, danneggiando ulteriormente il settore.

Principali risultati:

  • Il risultato del nostro sondaggio ha rivelato che gli hotel di Budapest prevedono una perdita di entrate di oltre il 70% nel 2020 rispetto al 2019. Al contrario, meno della metà (42%) degli intervistati degli hotel di campagna si aspetta una perdita compresa tra il 20% e il 40%.
  • La maggior parte degli albergatori di Budapest prevede di dover aspettare fino al 2023-2024 per raggiungere i risultati del GOP del 2019, mentre gli hotel di campagna prevedono la ripresa entro il 2021-2022.
  • È importante ricordare che il 10% degli intervistati era ancora chiuso a settembre, di cui il 90% si trova a Budapest.

L'importanza cruciale dell'estensione del sostegno salariale è evidente sia a Budapest che nelle campagne.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry S. Johnson

Harry S. Johnson lavora nel settore dei viaggi da 20 anni. Ha iniziato la sua carriera di viaggio come assistente di volo per Alitalia e oggi lavora per TravelNewsGroup come redattore negli ultimi 8 anni. Harry è un avido viaggiatore giramondo.