eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Investimenti · XNUMX€ Montenegro Ultime notizie · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

Il pericolo di essere una destinazione di francobolli per viaggi sicuri

Il pericolo di essere una destinazione sicura per i timbri di viaggio
foto web

Tourism Montenegro ha appena ricevuto un'importante approvazione da il World Travel and Tourism Council (WTTC) .

Il Montenegro è ora una delle 100 destinazioni al mondo a cui è stato assegnato il timbro di viaggi sicuri per le destinazioni. Aleksandra Gardasevic-Slavuljica, ha detto a eTurboNeww che questo è stato notevole poiché il paese sta attraversando l'apice dell'epidemia di Coronavirus.

Sembra che il significato inteso che il timbro di viaggio sicuro dovrebbe simboleggiare sia stato perso nella traduzione o non sia stato spiegato chiaramente dal suo emittente. Ecco perché.

Il Montenegro ha appena avuto le elezioni e il cambio di potere è in discussione.

L'elezione ha portato alla vittoria dei partiti di opposizione e alla caduta dal potere del DPS al potere, che governava il paese dall'introduzione del sistema multipartitico nel 1990. Il 31 agosto, i leader di tre coalizioni di opposizione, Per il Future of Montenegro, Peace is Our Nation e In Black and White, hanno deciso di formare un governo esperto e di continuare a lavorare sul processo di adesione all'Unione europea.

I Timbro di viaggio sicuro la discussione è ora al centro di una nuova controversia interna.

Aleksandra Gardasevic-Slavuljica, l'autore di questo articolo di opinione. Aleksandra è anche il presidente della regione balcanica con sede negli Stati Uniti ricostruzione.viaggio discussione tra i professionisti del turismo in 118 paesi.

Il turismo è un settore che dipende dalla reputazione della destinazione. Siamo testimoni che il Montenegro ha perso la reputazione e la fiducia dei turisti.

Era un'illusione che il Montenegro fosse una destinazione prestigiosa perché il nostro potenziale turistico non è mai stato sfruttato appieno.

COVID ha reso tutto ovvio. Con COVID c'era NKT, l'Organizzazione Nazionale responsabile della crisi. Poi c'è l'Organizzazione Nazionale del Turismo (NTO), dopodiché c'è stato il senza corona, poi il boom della corona e infine - c'è stato un crollo della reputazione della destinazione.

Ecco perché abbiamo urgentemente bisogno di un nuovo, rispettabile NKT, di cui i cittadini si fideranno. E il nuovo NTO, che sarà un promotore professionale di una destinazione montenegrina rinominata. Queste sono le premesse per la ripresa del turismo. Ecco perché:

Solo uno Stato che ha a cuore la salute dei suoi cittadini può avere un atteggiamento responsabile nei confronti dei turisti.

Solo una strategia di comunicazione onesta promette prestigio e reputazione.

Una popolazione sana e soddisfatta è un prerequisito per un turismo sicuro. Attualmente, il Montenegro non è una destinazione turistica sicura.

Per aggiungere ironia, l'Organizzazione Nazionale del Turismo ha ricevuto un certificato di "Viaggio sicuro" dal Consiglio mondiale del turismo e dei viaggi (WTTC) just in questi giorni. Lo scopo dell'utilizzo di questo timbro è promuovere viaggi sicuri durante COVID-19 e consentire ai turisti di identificare facilmente zone turistiche sicure. Il segno si distingue su siti web, social network, strutture, il che rende più facile per i turisti scegliere una destinazione sicura.

Il processo per ottenere l'etichetta di viaggi sicuri è il seguente: Il WTTC fornisce alle destinazioni o alle parti interessate un protocollo di sicurezza. I protocolli sono infatti documenti pre-scritti. Quando i protocolli vengono concordati, il WTTC assegna loro il timbro "Safe Travels". Il punto di partenza del WTTC è fidarsi delle autorità nazionali perché le considera istituzioni responsabili e rispettabili. Immagino sia scontato ..

Così, il turismo montenegrino, al culmine dell'epidemia, è stato adornato con il marchio "Viaggio sicuro".

In Montenegro, questa importante realtà deve essere andata persa nella traduzione.

Pertanto, l'NTO dispone ora di uno strumento per marcare il Montenegro come destinazione turistica sicura. Resta da vedere se avrà il coraggio di farlo a questo punto. Ma non è tutto.

L'Ufficio Nazionale del Turismo non solo è diventato il proprietario di questo marchio, ma ha ottenuto l'autorizzazione a distribuire ulteriormente il francobollo. A tal proposito, la NTO ha inviato un invito ad hotel, ristoranti, compagnie aeree, per richiedere e ottenere il “Safe Travel Stamp”. Se la campagna continua, può accadere che, mentre la corona brucia, il Montenegro venga bollato come una destinazione sicura. È qui che sorge il problema.

Promuovere un turismo sicuro e viaggi sicuri, in un momento in cui siamo riconosciuti come uno dei paesi più contagiosi della regione, sarebbe un compromesso imperdonabile della destinazione.

Mi auguro che la NTO prenda coscienza delle proprie responsabilità e che a questo punto sospenda la promozione del marchio “Safe Travel”. L'etichetta WTTC dovrebbe essere utilizzata, ma solo quando sono soddisfatte condizioni realistiche e quando arrivano tempi "più sani". Fino ad allora, lascia che lavorino per prepararsi a tali condizioni.

Pertanto, la possibilità di creare un certificato nazionale dovrebbe essere considerata come un marchio che potrebbe essere riconosciuto come "Montenegro - Destinazione responsabile".

Responsabile, non sicuro, perché oggi non esistono destinazioni sicure e viaggi sicuri. L'ente nazionale di certificazione dovrebbe essere composto da esperti dell'NTO e del Ministero della Salute. Sì, esperti.

Il certificato WTTC “Safe Travels Stamp” non ha un sistema di controllo continuo, ma conta sulla responsabilità della NTO. Al contrario, l'applicazione di certificati nazionali implica uno stretto controllo sull'attuazione del protocollo. Tali protocolli non sono solo una lettera su carta, ma documenti "vivi" e vincolanti soggetti a modifiche.

Solo quando il turismo montenegrino è marchiato con il proprio logo, gli ospiti che si fidano di noi alloggeranno negli hotel. Sarà un messaggio ai turisti che siamo un ospite responsabile e che siamo pronti ad accoglierli.

Il certificato contrassegnato come "Montenegro - una destinazione responsabile" può essere un nuovo marchio montenegrino, che rafforzerà la reputazione e ripristinerà la fiducia dei turisti. Inoltre, il WTTC e qualsiasi altra etichetta rappresentativa sono i benvenuti.

Questo è il motivo per cui mi appello a non consentire che il Montenegro venga bollato come una destinazione sicura durante la transizione del potere politico dopo le nostre recenti elezioni, per evitare un ulteriore scoppio dell'epidemia. Il motivo è semplice. Il Montenegro non è una destinazione sicura in questo momento.

I turisti non ci perdonerebbero per tale inganno.

Lo ha detto Gloria Guevaras, CEO di WTTC eTurboNews indipendentemente:

“Il francobollo non ha nulla a che fare con i casi o attuale una situazione COVID. Si tratta di protocolli. Il timbro è solo un riconoscimento del fatto che i protocolli sono allo stesso livello del settore privato globale.
Il francobollo non ha nulla a che fare con il rischio o lo stato attuale di una destinazione. Ogni paese gestisce la propria situazione. Le destinazioni si aprono o si chiudono in base ai loro indicatori di valutazione del rischio WTTC non lo misura. "

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Aleksandra Gardasevic-Slavuljica