Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Cultura · XNUMX€ Attività Educativa · XNUMX€ Lituania Ultime notizie · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

"L'arte non ha bisogno di tetto" a Vilnius

"L'arte non ha bisogno di tetto" a Vilnius
"L'arte non ha bisogno di tetto" a Vilnius
Scritto da Harry S. Johnson

La capitale lituana Vilnius ha escogitato un'altra soluzione innovativa per la vita sociale e culturale post-pandemia. La città ha trasformato il suo centro in un enorme "Art Needs No Roof" utilizzando cartelloni pubblicitari per esporre 100 opere di artisti lituani.

"Sebbene le gallerie d'arte siano già aperte, le restrizioni per gli incontri sociali rimangono in vigore", ha affermato Remigijus Šimašius, il sindaco di Vilnius. "Pertanto, Vilnius" si toglie il tetto ". Abbiamo trasformato il centro cittadino in una grande galleria a cielo aperto. È una delle più grandi mostre d'arte di Vilnius che contiene le opere di 100 artisti. Ci auguriamo che il progetto stimoli la creatività e che alcune opere entrino nelle case delle persone ".

La quarantena, durata tre mesi in Lituania, è stata dura per gli artisti locali, poiché le gallerie d'arte sono state chiuse e molti eventi e mostre internazionali sono stati cancellati. Così la città ha avuto l'idea di invitare gli artisti a esporre gratuitamente le loro opere d'arte in città, tutti i costi sono coperti dalla città e dall'operatore di pubblicità esterna partner "JCDecaux Lietuva".

Tra gli autori ci sono artisti di fama internazionale, come Vilmantas Marcinkevičius, Vytenis Jankūnas, Laisvydė Šalčiūtė, Svajonė e Paulius Stanikas (SetP Stanikas), così come Algis Kriščiūnas e Živilė Žvėrūtė, un'artista digitale nota per il suo interesse per la mitologia sviluppo dello spirito umano.

"La quarantena è stata un momento speciale per me come artista", ha detto la signora Žvėrūna. “È stato un momento di riflessione, in cui puoi fermarti a pensare più a fondo alla nostra società e al ruolo che l'arte gioca in essa. La pandemia ci ha fatto trovare nuovi modi per vivere la cultura. Ecco perché questo progetto è così interessante: per diverse settimane i cartelloni pubblicitari sono pieni di opere d'arte. Ora posso vedere chiaramente che la curiosità e le nuove esperienze stanno sostituendo la paura universale dei primi giorni della pandemia ".

Complessivamente, oltre 500 artisti hanno sottoposto i loro lavori per la revisione, la maggior parte dei quali in soli 4 giorni dopo l'annuncio. Gli oggetti per la mostra sono stati selezionati secondo diversi criteri: il portfolio dell'autore, la visualità dell'opera e la sua integrazione con il paesaggio della città. Il comitato di selezione aveva l'obiettivo di comporre una mostra che rappresentasse al meglio l'arte lituana in tutta la sua varietà.

I cittadini e gli ospiti della città possono utilizzare una mappa virtuale per navigare attraverso la mostra. Il signor Kriščiūnas, artista dai molteplici talenti, tra cui musica, fotografia e pittura, pensa che la mostra "Art Needs No Roof" sia un ottimo modo per esplorare la città. Come artista, è noto per la capacità di combinare l'arte con la funzione sociale. Nel 2019 ha realizzato un'installazione "We Are Kings of Garbage" in uno dei centri commerciali. Ora il signor Kriščiūnas suggerisce il "Viaggio di cento oggetti d'arte" - un viaggio intorno a tutti gli oggetti di "Art Needs No Roof", che combina esercizio fisico e mentale.

"Potrebbe essere una gita di un giorno intero", ha spiegato. “Un giorno del genere potrebbe cambiare l'intera percezione della città. Penso che questo progetto sia una nuova finestra sul cuore del pubblico. Quando l'arte è esposta solo nelle gallerie, gli artisti sono esclusi dalla società: non tutti si prenderanno del tempo per venire a vedere la mostra. Ma gli oggetti d'arte di "Art Needs No Roof" saranno visti da tutte le persone per strada ".

Il display non è l'unico scopo della mostra. Tutti gli oggetti d'arte vengono venduti. I prezzi e i dettagli di contatto dell'artista possono essere trovati sul sito web speciale. Ci sono diverse centinaia di opere d'arte sul sito, comprese quelle della mostra all'aperto.

"La gente non ha avuto accesso alle gallerie per un bel po 'di tempo", ha detto Jolita Vaitkutė, una giovane artista il cui lavoro può essere trovato sul sito web. “Dobbiamo ancora affrontare molte sfide e la mostra“ Art Needs No Roof ”offre una gradita tregua. Non solo crea un'opportunità per gli artisti di mostrare il proprio lavoro e raggiungere il pubblico, ma è anche un'opportunità per il pubblico di essere ispirato da immagini piacevoli e stimolanti in spazi inaspettati ".

Jolita Vaitkutė utilizza cibo e altri oggetti di uso quotidiano per installazioni, performance e illustrazioni. Il suo lavoro include una rappresentazione della cena delle stelle del calcio Cristiano Ronaldo e Lionel Messi fatta di 658 oggetti, come ostriche, gamberetti, uva, dessert e bevande.

I partner organizzatori di “Art Needs No Roof” si aspettano di aiutare gli artisti ad ampliare il loro pubblico e allo stesso tempo di aprire l'arte ai cittadini e agli ospiti della città. Con l'apertura delle frontiere all'interno dell'UE, la Lituania diventa accessibile ai visitatori stranieri ed è riconosciuta come una delle destinazioni di viaggio più sicure quest'estate.

Poiché le singole persone e le imprese hanno subito perdite durante COVID-19 pandemia e quarantena, Vilnius divenne nota per la solidarietà e le soluzioni innovative. La città ha rinunciato a enormi spazi pubblici per l'utilizzo di caffè all'aperto. I manichini riempivano gli spazi vuoti ai tavoli dei ristoranti e venivano usati per esporre le collezioni degli stilisti locali. L'utilizzo di cartelloni pubblicitari per comporre una grande mostra d'arte all'aperto nel centro della città è un'altra di queste soluzioni.

"Art Needs No Roof" durerà tre settimane, fino al 26 luglio.

#rebuildingtravel

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry S. Johnson

Harry S. Johnson lavora nel settore dei viaggi da 20 anni. Ha iniziato la sua carriera di viaggio come assistente di volo per Alitalia e oggi lavora per TravelNewsGroup come redattore negli ultimi 8 anni. Harry è un avido viaggiatore giramondo.