Noleggio auto · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Ultime notizie dagli USA · XNUMX€ Notizie varie

Noleggio auto Hertz in Europa, Australia, Nuova Zelanda non fallita

hertzzz_2
hertzzz_2

Hertz Global Holdings, Inc lo ha annunciato oggi e alcune delle sue sussidiarie statunitensi e canadesi hanno presentato petizioni volontarie per la riorganizzazione ai sensi del Capitolo 11 presso la Corte fallimentare degli Stati Uniti per il Distretto di Delaware.

L'impatto di COVID-19 sulla domanda di viaggi è stato improvviso e drammatico, causando un brusco calo delle entrate della Società e delle prenotazioni future. Hertz ha intrapreso azioni immediate per dare priorità alla salute e alla sicurezza di dipendenti e clienti, eliminare tutte le spese non essenziali e preservare la liquidità. Tuttavia, rimane incertezza su quando torneranno i ricavi e quando il mercato delle auto usate riaprirà completamente per le vendite, il che ha reso necessaria l'azione odierna. La riorganizzazione finanziaria fornirà a Hertz un percorso verso una struttura finanziaria più solida che posiziona al meglio la Società per il futuro mentre naviga in quello che potrebbe essere un viaggio prolungato e una ripresa economica globale globale.

Principali regioni operative internazionali di Hertz, comprese Europa, Australia, e Nuova Zelanda non sono inclusi negli odierni procedimenti del Capitolo 11 degli Stati Uniti. Inoltre, anche le sedi in franchising di Hertz, che non sono di proprietà della Società, non sono incluse nei procedimenti del Capitolo 11.

Tutte le attività Hertz rimangono aperte e servono i clienti

Tutte le attività di Hertz a livello globale, comprese le sue filiali Hertz, Dollar, Thrifty, Firefly, Hertz Car Sales e Donlen, sono aperti e servono i clienti. Si prevede che tutte le prenotazioni, le offerte promozionali, i voucher e i programmi fedeltà e clienti, inclusi i punti premio, continueranno come al solito. I clienti possono contare sullo stesso livello elevato di servizio e affidabilità, comprese nuove iniziative come i protocolli di sanificazione "Hertz Gold Standard Clean" per fornire ulteriore sicurezza in risposta alla pandemia COVID-19.

"Hertz vanta oltre un secolo di leadership nel settore e siamo entrati nel 2020 con un forte incremento dei ricavi e degli utili", ha affermato il presidente e CEO di Hertz Paul Stone. “Con la gravità dell'impatto del COVID-19 sulla nostra attività e l'incertezza di quando i viaggi e l'economia si riprenderanno, dobbiamo compiere ulteriori passi per resistere a una ripresa potenzialmente prolungata. L'azione odierna proteggerà il valore della nostra attività, ci consentirà di continuare le nostre operazioni e servire i nostri clienti e fornirà il tempo per creare una nuova e più solida base finanziaria per superare con successo questa pandemia e posizionarci meglio per il futuro. I nostri clienti fedeli ci hanno reso uno dei marchi più iconici del mondo e non vediamo l'ora di servirli ora e nei loro viaggi futuri ".

Movimenti del primo giorno

Nell'ambito del processo di riorganizzazione, la Società presenterà le consuete mozioni "Primo Giorno", che dovrebbero consentirle di mantenere le operazioni nel corso ordinario. Hertz intende continuare a fornire la stessa qualità e selezione di veicoli; pagare venditori e fornitori secondo i termini consueti per beni e servizi ricevuti a partire dalla data di deposito; pagare i propri dipendenti nel modo consueto e continuare senza interruzioni i loro principali vantaggi e continuare i programmi di fidelizzazione dei clienti della Società.

Liquidità sufficiente per supportare le operazioni

Alla data di deposito, la Società aveva più di $1 miliardi in contanti per supportare le sue operazioni in corso. A seconda della durata della crisi indotta dal COVID-19 e del suo impatto sui ricavi, la Società può cercare di accedere a liquidità aggiuntiva, anche attraverso nuovi prestiti, man mano che la riorganizzazione procede.

Forte traiettoria ascendente

Hertz era su una forte traiettoria finanziaria al rialzo prima della pandemia COVID-19, inclusi dieci trimestri consecutivi di crescita dei ricavi anno su anno e nove trimestri di miglioramento dell'EBITDA aziendale rettificato anno su anno. A gennaio e Febbraio 2020, la Società ha aumentato i ricavi globali del 6% e dell'8% anno su anno, rispettivamente, grazie all'aumento dei ricavi del noleggio auto negli Stati Uniti. Inoltre, la Società è stata riconosciuta come numero 1 nella soddisfazione del cliente da JD Power e come una delle società più etiche al mondo da Ethisphere.

Agire in risposta a COVID-19

Quando gli effetti della crisi hanno cominciato a manifestarsi a marzo, provocando un aumento delle cancellazioni di autonoleggi e un calo delle prenotazioni a termine, la Società si è mossa rapidamente per adeguarsi. Hertz è intervenuta per allineare le spese a livelli di domanda significativamente più bassi gestendo da vicino i costi generali e operativi, tra cui:

  • riducendo i livelli di flotta pianificati attraverso la vendita di veicoli e annullando gli ordini di flotta,
  • consolidamento delle località di noleggio fuori dall'aeroporto,
  • differire le spese in conto capitale e tagliare le spese di marketing, e
  • implementando permessi e licenziamenti di 20,000 dipendenti, o circa il 50% della sua forza lavoro globale.

La Società si è impegnata attivamente con molti dei suoi maggiori creditori per ridurre temporaneamente i pagamenti richiesti nell'ambito del leasing operativo del veicolo della Società. Sebbene Hertz abbia negoziato sollievo a breve termine con tali creditori, non è stata in grado di garantire accordi a più lungo termine. Inoltre, la Società ha chiesto assistenza al governo degli Stati Uniti, ma non è stato possibile accedere ai finanziamenti per l'industria automobilistica a noleggio.

Informazioni aggiuntive

White & Case LLP funge da consulente legale, Moelis & Co. funge da banca di investimento e FTI Consulting è da consulente finanziario.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.