Progetto Auto

Leggici | Ascoltaci | Guardaci | Registrati Eventi live | Disattiva gli annunci | Dal Vivo |

Fai clic sulla tua lingua per tradurre questo articolo:

Afrikaans Afrikaans Albanian Albanian Amharic Amharic Arabic Arabic Armenian Armenian Azerbaijani Azerbaijani Basque Basque Belarusian Belarusian Bengali Bengali Bosnian Bosnian Bulgarian Bulgarian Catalan Catalan Cebuano Cebuano Chichewa Chichewa Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Chinese (Traditional) Corsican Corsican Croatian Croatian Czech Czech Danish Danish Dutch Dutch English English Esperanto Esperanto Estonian Estonian Filipino Filipino Finnish Finnish French French Frisian Frisian Galician Galician Georgian Georgian German German Greek Greek Gujarati Gujarati Haitian Creole Haitian Creole Hausa Hausa Hawaiian Hawaiian Hebrew Hebrew Hindi Hindi Hmong Hmong Hungarian Hungarian Icelandic Icelandic Igbo Igbo Indonesian Indonesian Irish Irish Italian Italian Japanese Japanese Javanese Javanese Kannada Kannada Kazakh Kazakh Khmer Khmer Korean Korean Kurdish (Kurmanji) Kurdish (Kurmanji) Kyrgyz Kyrgyz Lao Lao Latin Latin Latvian Latvian Lithuanian Lithuanian Luxembourgish Luxembourgish Macedonian Macedonian Malagasy Malagasy Malay Malay Malayalam Malayalam Maltese Maltese Maori Maori Marathi Marathi Mongolian Mongolian Myanmar (Burmese) Myanmar (Burmese) Nepali Nepali Norwegian Norwegian Pashto Pashto Persian Persian Polish Polish Portuguese Portuguese Punjabi Punjabi Romanian Romanian Russian Russian Samoan Samoan Scottish Gaelic Scottish Gaelic Serbian Serbian Sesotho Sesotho Shona Shona Sindhi Sindhi Sinhala Sinhala Slovak Slovak Slovenian Slovenian Somali Somali Spanish Spanish Sudanese Sudanese Swahili Swahili Swedish Swedish Tajik Tajik Tamil Tamil Telugu Telugu Thai Thai Turkish Turkish Ukrainian Ukrainian Urdu Urdu Uzbek Uzbek Vietnamese Vietnamese Welsh Welsh Xhosa Xhosa Yiddish Yiddish Yoruba Yoruba Zulu Zulu

Trasporto pubblico gratuito in Lussemburgo? Accadrà davvero?

Trasporto pubblico gratuito in Lussemburgo? Accadrà davvero?
buslux
Avatar

Il turismo lussemburghese non è l'unico in procinto di trattare i visitatori del proprio paese. Più di 600,000 cittadini lussemburghesi diranno addio ai biglietti dell'autobus e del treno nel loro paese, dal momento che il Lussemburgo sta per diventare il primo paese in cui tutti i trasporti pubblici sono gratuiti.

Il Lussemburgo è un piccolo paese europeo, membro dell'Unione Europea e parte della regione Schengen. Il paese è circondato da Belgio, Francia e Germania. È prevalentemente rurale, con una fitta foresta delle Ardenne e parchi naturali a nord, gole rocciose della regione di Mullerthal a est e la valle del fiume Mosella a sud-est. La sua capitale, la città di Lussemburgo, è famosa per il suo centro storico medievale fortificato arroccato su scogliere a picco.

Mentre prevede di andare avanti affinché il Lussemburgo offra trasporti pubblici completamente sovvenzionati nel marzo 2020, il sindacato Syprolux rimane fermo contro la mossa.

Con solo 16 delegati, Syprolux è uno dei sindacati più piccoli, ma secondo la sua presidente Mylène Bianchy è anche il più "scattante", ha sottolineato la sua dirigenza in una conferenza. Il sindacato sostiene il fatto che sta mettendo in discussione ciò che deve essere messo in discussione, ei suoi membri hanno solidi argomenti.

Tra le domande sollevate c'è l'incertezza su come verranno calcolate le tariffe transfrontaliere e se i lavoratori transfrontalieri tenteranno di salire a bordo dei treni nel Granducato nonostante le zone park & ​​ride non siano ancora state costruite oltre i confini. Inoltre, non è chiaro come i conducenti dei treni dovrebbero reagire in caso di difficoltà con un cliente poiché i biglietti non possono essere confiscati. Il sindacato si chiede se in tal caso dover fermare il treno e aspettare l'arrivo della polizia sia la soluzione migliore.

Una delle risoluzioni della giornata era la richiesta di polizia dei trasporti. I responsabili di Syprolux hanno anche evidenziato il problema della mancanza di treni effettivi disponibili per il trasporto di un numero crescente di clienti. Una domanda era dura, vale a dire se agli operatori ferroviari fosse consentito tollerare treni sovraffollati?

Un altro problema è la crescente quantità di lavori edili e stradali, molti dei quali sono previsti per i prossimi cinque anni. Bianchy ha chiesto come i politici possano giustificare le sospensioni delle linee ferroviarie alle persone che acquistano abbonamenti di prima classe, del valore di € 660 per un abbonamento annuale, se poi devono prendere autobus sostitutivi per mesi alla volta a causa dei lavori ferroviari.

Il sindacato è particolarmente attento al benessere dei dipendenti. Sorgono domande sulla possibilità di mantenere le misure di sicurezza e qualità. Inoltre, CFL sta incontrando difficoltà nel trovare i profili corrispondenti per i nuovi assunti, con conseguente mancanza generale di dipendenti.