Muore il presidente degli Emirati Arabi Uniti ed emiro di Abu Dhabi

Gli Emirati Arabi Uniti hanno perso il figlio giusto e leader della "fase di potenziamento" e custode del suo viaggio benedetto

Il presidente degli Emirati Arabi Uniti Sheikh Khalifa bin Zayed Al Nahyan
Ultimo aggiornamento:

L'agenzia di stampa degli Emirati (WAM) ha riferito che lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan è morto e l'emiro di Abu Dhabi e il presidente degli Emirati Arabi Uniti (UAE) sono morti. Lo sceicco Khalifa aveva 73 anni e da diversi anni combatteva contro una malattia.

"Il Ministero degli Affari Presidenziali ha annunciato che ci saranno 40 giorni di lutto ufficiale con bandiere a mezz'asta e tre giorni di chiusura di ministeri ed entità ufficiali a livello federale e locale e del settore privato", ha pubblicato oggi WAM su Twitter.

Lo sceicco Khalifa era stato visto raramente in pubblico da quando aveva subito un ictus nel 2014, con suo fratello, il principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed bin Zayed (noto come MBZ) visto come il sovrano de facto e il decisore di importanti decisioni di politica estera, come unirsi a una guerra guidata dall'Arabia Saudita in Yemen e guidare un embargo sul vicino Qatar negli ultimi anni.

"Il Emirati Arabi Uniti ha perso il suo figlio giusto e leader della "fase di potenziamento" e custode del suo viaggio benedetto", ha detto MBZ su Twitter, lodando la saggezza e la generosità di Khalifa.

Secondo la costituzione, il vicepresidente e primo ministro Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, il sovrano di Dubai, avrebbe agito come presidente fino a quando il consiglio federale che raggruppa i governanti dei sette emirati non si riunirà entro 30 giorni per eleggere un nuovo presidente.

Le condoglianze sono iniziate a riversarsi dai leader arabi, tra cui il re del Bahrain, il presidente dell'Egitto e il primo ministro iracheno.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha espresso le sue condoglianze per la morte dello sceicco Khalifa, che ha descritto come "un vero amico degli Stati Uniti".

“Abbiamo apprezzato profondamente il suo sostegno nella costruzione della straordinaria partnership di cui godono oggi i nostri paesi. Piangiamo la sua scomparsa, onoriamo la sua eredità e rimaniamo impegnati nella nostra ferma amicizia e cooperazione con gli Emirati Arabi Uniti", ha affermato.

Lo sceicco Khalifa è salito al potere nel 2004 nell'emirato più ricco di Abu Dhabi ed è diventato capo di stato. Si prevede che gli succederà come sovrano di Abu Dhabi il principe ereditario Sheikh Mohammed.

Abu Dhabi, che detiene la maggior parte della ricchezza petrolifera dello stato del Golfo, ha ricoperto la presidenza sin dalla fondazione della federazione degli Emirati Arabi Uniti dal padre dello sceicco Khalifa, il defunto sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, nel 1971.

World Il vicepresidente della rete per gli affari globali, Alain St. Ange, ha dichiarato: "Il WTN esprime solidarietà alla famiglia, al governo e al popolo degli Emirati Arabi Uniti per la morte di Sua Altezza lo sceicco Khalifa, il sovrano degli Emirati Arabi Uniti. Sua Altezza è stato un vero architetto della sua Nazione e mancherà a tutti gli amici degli Emirati Arabi Uniti.

"A nome dei leader della WTN della Comunità della Nazione e per mio conto, vi prego di accettare sincera simpatia in questo periodo difficile".

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News