La nuova ripresa del viaggio prende un'evoluzione

Hilton

Le richieste e i desideri del nuovo viaggiatore hanno implicazioni per gli hotel poiché stabiliscono priorità strategiche e concentrano risorse e investimenti per soddisfare efficacemente le esigenze degli ospiti. Nel 2022, ricostruire la forza lavoro, raddoppiare la sostenibilità e reinventare la fedeltà saranno aree chiave per gli hotel che vogliono essere rilevanti per il nuovo viaggiatore.

Ricostruire la forza lavoro alberghiera per la nuova era dei viaggi

Le sfide relative al personale hanno ostacolato il ritorno alla normalità in molti hotel del paese, rendendo difficile rispondere alla crescente domanda. Mentre quasi tutti i settori hanno sperimentato la carenza di manodopera l'anno scorso, la carenza è stata particolarmente intensa negli hotel a causa sia dei licenziamenti per pandemia che di un'ondata di persone che se ne sono andate volontariamente, spesso per opportunità in altri settori.

I risultati di un sondaggio tra i membri dell'AHLA dell'ottobre 2021 rivelano quanto sia grave la situazione ora.
Quasi tutti gli intervistati (94%) affermano che i loro hotel sono a corto di personale, incluso il 47% che afferma di essere gravemente a corto di personale. Inoltre, il 96% degli intervistati sta cercando di assumere ma non è stato in grado di ricoprire posizioni aperte.

Poiché l'industria alberghiera continua sulla strada della ripresa nel 2022, ricostruire il pool di talenti sarà fondamentale per soddisfare le esigenze dei nuovi viaggiatori. Dopotutto, il
si prevede che l'industria finirà nel 2022 in calo di 166,000 dipendenti rispetto al 2019.37
Anche il reclutamento di lavoratori sarà più complicato in molti settori
l'intensa competizione

La buona notizia è che c'è un'opportunità per attrarre e trattenere i dipendenti nel nuovo
modi. Questo può significare basarsi sugli sforzi esistenti per educare le persone su tutto il
entusiasmanti percorsi di carriera e fornire sviluppo professionale e formazione delle competenze pertinenti.

I candidati di oggi si preoccupano dei percorsi di carriera, delle modalità di lavoro flessibili e della formazione delle competenze che li mantengano occupabili in futuro. Gli hotel hanno anche l'opportunità di rafforzare le loro pratiche di diversità e inclusione, promuovendo carriere per persone di colore e donne e garantendo che i dipendenti a tutti i livelli siano diversi come i loro ospiti.

Raddoppiare la sostenibilità per le persone e il pianeta

Come i nuovi viaggiatori cercano di fare con i marchi alberghieri che si allineano al loro scopo personale, l'impegno degli hotel per la sostenibilità avrà un impatto sempre maggiore sulle decisioni di acquisto. Un recente sondaggio globale sui viaggiatori rivela che le prime tre aree su cui i consumatori pensano che le compagnie di viaggio dovrebbero concentrarsi in quest'area sono la riduzione delle emissioni di carbonio, il riciclaggio e la riduzione degli sprechi alimentari. Sono anche interessati ad azioni che affrontano la plastica monouso, lo spreco di acqua e la conservazione dell'elettricità.

Con i proprietari di hotel che sentono ancora la pressione di un'economia pandemica e la necessità di dare la priorità alla spesa per i fondamentali per mantenere in funzione l'attività, investire nella sostenibilità può sembrare una priorità meno immediata.
Tuttavia, gli hotel non devono scegliere tra "fare la cosa giusta" e fare la cosa finanziariamente prudente quando si tratta di sostenibilità.

L'obiettivo è allineare gli investimenti sostenibili con i ritorni finanziari per andare oltre un semplice costo di conformità. Investire in programmi che siano coesi, comunicati in modo chiaro e che forniscano ai proprietari un solido ritorno finanziario, sia attraverso la progettazione di hotel ecologici, guidando l'efficienza energetica attraverso i sistemi di costruzione o impegnandosi in accordi di acquisto di energia rinnovabile per conto degli affiliati, diventerà sempre più la regola piuttosto rispetto all'eccezione, poiché i nuovi viaggiatori gravitano verso marchi che apprezzano la sostenibilità e la responsabilità sociale.

Reimmaginare la fedeltà oltre i punti

I programmi fedeltà rivolti alle esigenze dei viaggiatori d'affari e basati principalmente sull'accumulo di punti saranno sempre meno rilevanti. L'imperativo ora programmi per le persone che viaggiano meno e per scopi di svago. Esempio calzante: a settembre 2021, il 41% dei viaggiatori negli Stati Uniti era in visita a parenti e amici e il 41% era in vacanza. Solo l'8% era in viaggio d'affari e il 6% andava a un congresso o una conferenza di lavoro.

La realtà è che i programmi di fidelizzazione basati sulla frequenza dei viaggi non sono al passo con i comportamenti del nuovo viaggiatore e con un ambiente di domanda represso. E anche se la domanda aumenterà nei prossimi mesi e anni, il mix di viaggi d'affari e di piacere cambierà in modo permanente e i programmi fedeltà dovrebbero allinearsi ai comportamenti attuali dei viaggiatori per coinvolgerli veramente.

Gli hotel che rifondano i programmi di fidelizzazione nella dinamica dei nuovi modelli di domanda sono nella posizione migliore per costruire la fidelizzazione. Ciò significa tenere conto del modello di esperienza, del modello di dati e del modello di business. Tutte queste parti lavorano insieme per creare programmi di fidelizzazione basati sui bisogni umani, supportando al contempo gli aspetti operativi della loro realizzazione.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News