La nave da crociera rifiuta di tornare negli Stati Uniti, cerca rifugio alle Bahamas

La nave da crociera rifiuta di tornare negli Stati Uniti, cerca rifugio alle Bahamas
Sinfonia di cristallo

Crystal Cruises' La nave da crociera Crystal Symphony ha bruscamente cambiato rotta sabato, dirigendosi verso il Bahamas isola di Bimini invece di salpare per Miami, in Florida, dopo che un giudice statunitense ne ha ordinato il sequestro a causa di 4.6 milioni di dollari di bollette del carburante non pagate.

La sentenza del giudice statunitense è arrivata dopo che la Peninsula Petroleum Far East ha intentato una causa in un tribunale di Miami chiedendo un'azione contro la nave come risarcimento per i debiti non pagati.

La causa lo afferma Crystal Cruises e Star Cruises, che ha noleggiato e gestito Crystal Symphony, hanno violato il contratto con Peninsula Petroleum Far East, a causa del $ 4.6 milioni di bollette del carburante non pagate.

società madre di Crystal Symphony, Crystal Cruises, ha annunciato all'inizio della scorsa settimana di aver sospeso le operazioni e di entrare in liquidazione.

“La sospensione delle operazioni fornirà al team dirigenziale di Crystal l'opportunità di valutare lo stato attuale della situazione ed esaminare varie opzioni per il futuro", ha affermato Crystal Cruises in una dichiarazione prima di avviare il processo di liquidazione.

Per settecento passeggeri della Crystal Symphony, il loro viaggio caraibico di 14 giorni si è concluso inaspettatamente e bruscamente durante il fine settimana, quando la loro nave da crociera si è rifiutata di tornare negli Stati Uniti, cercando rifugio nel Bahamas anziché.

Secondo quanto riferito, i passeggeri della Crystal Symphony sono stati portati in traghetto a Fort Lauderdale o negli aeroporti locali dopo la deviazione non programmata.

Crystal Cruises ha attualmente altre due navi nel mezzo dei viaggi, con una che terminerà il suo viaggio ad Aruba il 30 gennaio e un'altra in Argentina il 4 febbraio.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News