Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ora prepara l'Ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina per l'invasione russa

Il media russo sponsorizzato dallo stato RT non ha cercato di negare o attenuare, ma ha leggermente intensificato il messaggio aggiungendo la parola "ordinato" dicendo: Alle famiglie dei diplomatici statunitensi è stato ordinato di lasciare l'Ucraina, mentre alcuni membri del personale dell'ambasciata sono stati autorizzati a partire il giorno a “volontario” base, secondo un avviso di viaggio aggiornato che ha ribadito le affermazioni di a “Continua minaccia di azione militare russa.

Il 24 gennaio, il Dipartimento di Stato americano ha autorizzato la partenza volontaria ("partenza autorizzata") dei dipendenti del governo statunitense e ha ordinato la partenza dei familiari ("partenza ordinata") dei dipendenti del governo statunitense presso l'Ambasciata degli Stati Uniti a Kiev, con effetto immediato.

La partenza autorizzata dà a questi dipendenti la possibilità di partire se lo desiderano; la loro partenza non è richiesta. La partenza ordinata per i membri della famiglia richiede che i membri della famiglia lascino il paese. Lo stato di partenza dell'Ambasciata degli Stati Uniti sarà riesaminato entro e non oltre 30 giorni.

Il Dipartimento di Stato ha preso la decisione di autorizzare la partenza dalla Missione Ucraina per abbondanza di cautela a causa dei continui sforzi russi per destabilizzare il paese e minare la sicurezza dei cittadini ucraini e di altri che visitano o risiedono in Ucraina. Ci siamo consultati con il governo ucraino su questo passaggio e ci stiamo coordinando con le ambasciate alleate e partner a Kiev mentre determinano la loro posizione.

Inoltre, il Dipartimento di Stato ha elevato il nostro precedente avviso di viaggio per l'Ucraina al livello quattro: non viaggiare a causa delle crescenti minacce di una significativa azione militare russa contro l'Ucraina. L'avviso di viaggio era già al livello quattro: non viaggiare a causa del COVID-19.

Continuiamo a riaffermare il nostro sostegno al popolo ucraino e lo facciamo mentre ci impegniamo per una delle massime priorità del Dipartimento, la sicurezza dei nostri diplomatici e del popolo americano. Gli Stati Uniti sottolineano che l'ambasciata americana a Kiev resta aperta alle normali operazioni. Allo stesso modo, sottolineiamo che la decisione di partenza autorizzata/ordinata non influirà in alcun modo sul nostro impegno a trovare una soluzione diplomatica al preoccupante accumulo di forze della Russia dentro e intorno all'Ucraina.

Il fermo impegno degli Stati Uniti per la sovranità e l'integrità territoriale dell'Ucraina rimane più forte che mai, come dimostrato nella consegna, il 22 gennaio, della prima di numerose spedizioni di nuovi 200 milioni di dollari in assistenza alla sicurezza per le forze armate ucraine, diretta dal presidente Biden a Ucraina a dicembre.

Sottolineiamo che la Russia ci ha messo sulla strada attuale. Gli Stati Uniti hanno costantemente parlato delle due strade che la Russia può scegliere: dialogo e diplomazia o escalation e conseguenze massicce. Mentre gli Stati Uniti continuano a perseguire la via del dialogo e della diplomazia, se la Russia sceglie l'escalation e le massicce conseguenze dovute a una significativa azione militare contro l'Ucraina, le attuali condizioni di sicurezza imprevedibili, in particolare lungo i confini dell'Ucraina, nella Crimea occupata dalla Russia e in Russia, controllata dell'Ucraina orientale, potrebbe deteriorarsi con poco preavviso.

Per quanto riguarda i cittadini statunitensi in Ucraina, il nostro ruolo principale è quello di informare la comunità dei cittadini statunitensi sugli sviluppi della sicurezza e della protezione, che potrebbero includere informazioni sulle opzioni di viaggio commerciale.

Come ha affermato il presidente Biden, l'azione militare della Russia potrebbe arrivare in qualsiasi momento e il governo degli Stati Uniti non sarà in grado di evacuare i cittadini americani in una tale emergenza, quindi i cittadini statunitensi attualmente presenti in Ucraina dovrebbero pianificare di conseguenza, anche avvalendosi di opzioni commerciali se decidessero di lasciare il paese.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News