TSA: gli stranieri illegali possono utilizzare i mandati di arresto come ID di volo

TSA: gli stranieri illegali possono utilizzare i mandati di arresto come ID di volo
TSA: gli stranieri illegali possono utilizzare i mandati di arresto come ID di volo

Non documentato? Negli Stati Uniti illegalmente? Non hai un documento d'identità rilasciato dal governo? Non hai ALCUN ID? Hai bisogno di salire sull'aereo? Nessun problema! Procurati un mandato di arresto o di espulsione dal Dipartimento per la sicurezza interna e sei a posto per salire a bordo di qualsiasi volo statunitense!

Secondo l' Amministrazione per la sicurezza dei trasporti degli Stati Uniti (TSA), gli stranieri illegali possono ora utilizzare i loro mandati di arresto e di espulsione come "carta d'identità alternativa" per imbarcarsi su voli commerciali negli Stati Uniti.

Nella lettera di oggi al membro del Congresso Lance Gooden (R-Texas), TSA ha confermato che mentre i cittadini statunitensi e i residenti permanenti che cercano di volare devono mostrare un "vero documento d'identità" rilasciato dal governo federale con una foto abbinata negli aeroporti, il "mandato di arresto di alieni" e un "mandato di rimozione/deportazione" emesso dal Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) sono considerate forme accettabili di "identificazione alternativa" per i non cittadini illegali privi di documenti, che devono quindi passare attraverso "uno screening aggiuntivo".

"TSA si impegna a garantire che tutti i viaggiatori, indipendentemente dallo stato di immigrazione, siano sottoposti a un pre-screening prima del loro arrivo in aeroporto, che il loro stato di pre-screening e l'identificazione siano verificati ai controlli di sicurezza e ricevano uno screening appropriato in base al rischio prima di entrare nell'area sterile di l'aeroporto," TSA L'amministratore David Pekoske ha scritto.

Pekoske ha aggiunto che il numero di identificazione aliena trovato sul DHS il documento viene confrontato con l'app mobile US Customs and Border Protection (CBP) One, il database del National Transportation Vetting Center (NTVC) della TSA o entrambi.

Per quanto riguarda la portata di questa impresa, la lettera di Pekoske affermava che il TSA tra il 45,577 gennaio e il 44,974 ottobre 60,000 ha processato 1 non cittadini attraverso il NTVC – di cui 31 hanno avuto la verifica dei documenti – e “circa 2021” tramite CBP One.

"La risposta della TSA conferma che l'amministrazione Biden sta mettendo consapevolmente a rischio la nostra sicurezza nazionale", ha affermato Gooden. "Gli immigrati sconosciuti e non controllati non dovrebbero nemmeno essere nel paese, tanto meno volare senza un'adeguata identificazione".

Gooden ha inviato la richiesta al TSA il 15 dicembre, dopo aver ricevuto la notizia da un ufficiale della pattuglia di frontiera che il DHS spesso deve "prendere in parola i migranti che sono chi dicono di essere" quando rilascia loro i documenti che l'agenzia ora dice di accettare come documento d'identità valido.

Stampa Friendly, PDF e Email