Nuovo rapporto sui sintomi notturni e sul funzionamento diurno negli adulti con insonnia

Daridorexant 25 mg e 50 mg ha migliorato i risultati del sonno e daridorexant 50 mg ha anche migliorato il funzionamento diurno, nelle persone con disturbo di insonnia, con un profilo di sicurezza favorevole. L'incidenza complessiva degli eventi avversi era comparabile tra i gruppi di trattamento negli adulti e negli anziani (di età pari o superiore a 65 anni) con insonnia. Come riportato, daridorexant 50 mg ha dimostrato miglioramenti statisticamente significativi negli endpoint primari dell'inizio e del mantenimento del sonno, nonché negli endpoint secondari del tempo di sonno totale e della sonnolenza diurna.

È importante sottolineare che gli studi sono stati i primi a studiare l'effetto di un trattamento per l'insonnia sul funzionamento diurno, utilizzando uno strumento convalidato dei risultati riportati dai pazienti, che include tre diversi domini (allerta/cognizione, umore e sonnolenza). Daridorexant 50 mg, che è stato valutato in uno dei due studi, ha dimostrato miglioramenti rispetto al basale in tutti i domini di funzionamento diurno con un elevato livello di coerenza.

Emmanuel Mignot, MD, professore di psichiatria e scienze comportamentali alla Stanford University e autore principale, ha commentato:

“Le persone con insonnia spesso si lamentano di un funzionamento diurno alterato. Questo è un problema importante spesso ignorato nel trattamento dell'insonnia e infatti molti farmaci che promuovono il sonno possono compromettere il funzionamento diurno quando hanno effetti residui. In questo programma, non solo abbiamo visto l'efficacia di daridorexant sull'induzione del sonno, sul mantenimento e sulla quantità e qualità del sonno riportate dai pazienti, ma soprattutto, alla dose di 50 mg, sul funzionamento diurno, in particolare nel dominio della sonnolenza misurata con un nuovo scala, l'IDSIQ. I partecipanti al gruppo daridorexant 50 mg hanno riportato miglioramenti in molteplici aspetti del funzionamento diurno, come valutato da questo strumento recentemente sviluppato e convalidato che ha valutato l'umore, l'attenzione/cognizione e la sonnolenza. È emozionante vedere che l'insonnia alla fine non è vista solo come un problema notturno, ma come una causa di sofferenza diurna".

Efficacia e risultati di sicurezza

Daridorexant 50 mg ha migliorato significativamente l'inizio del sonno, il mantenimento del sonno e il tempo di sonno totale auto-riferito al primo e al terzo mese rispetto al placebo. L'effetto maggiore è stato osservato con la dose più alta (50 mg), seguita da 25 mg, mentre la dose da 10 mg non ha avuto un effetto significativo. In tutti i gruppi di trattamento le proporzioni degli stadi del sonno sono state preservate, contrariamente ai risultati riportati con gli agonisti del recettore delle benzodiazepine.

Uno degli obiettivi principali degli studi era valutare l'impatto di daridorexant sul funzionamento diurno nei pazienti con insonnia, come valutato dal questionario sui sintomi e gli impatti diurni dell'insonnia (IDSIQ). IDSIQ è uno strumento convalidato per i risultati riportati dai pazienti, sviluppato specificamente secondo le linee guida della FDA, incluso il contributo del paziente, per misurare il funzionamento diurno nei pazienti con insonnia. Il punteggio del dominio della sonnolenza dell'IDSIQ è stato valutato come un endpoint secondario chiave in entrambi gli studi cardine e il confronto con il placebo includeva il controllo per la molteplicità. Daridorexant 50 mg ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo della sonnolenza diurna al mese uno e al mese 3. Il punteggio del dominio della sonnolenza non è stato significativamente migliorato con 25 mg in nessuno degli studi in nessuno dei due punti temporali. Daridorexant 50 mg ha anche migliorato i punteggi del dominio IDSIQ aggiuntivo (dominio di allerta/cognizione, dominio dell'umore) e il punteggio totale (valori p <0.0005 rispetto al placebo non aggiustato per la molteplicità). I miglioramenti nel funzionamento diurno di daridorexant 50 mg sono progressivamente aumentati nel corso dei tre mesi dello studio.

L'incidenza complessiva degli eventi avversi era comparabile tra i gruppi di trattamento. Gli eventi avversi verificatisi in oltre il 5% dei partecipanti sono stati nasofaringite e mal di testa. Non ci sono stati aumenti dose-dipendenti degli eventi avversi nell'intervallo di dosaggio, inclusi sonnolenza e cadute. Inoltre, non sono stati osservati dipendenza, insonnia di rimbalzo o effetti di astinenza dopo la brusca interruzione del trattamento. In tutti i gruppi di trattamento, gli eventi avversi che hanno portato all'interruzione del trattamento sono stati numericamente più frequenti con il placebo rispetto a daridorexant.

Martine Clozel, MD e Chief Scientific Officer di Idorsia, ha commentato:

“Questi dati pubblicati su The Lancet Neurology evidenziano la profondità delle prove generate nel programma di sviluppo di daridorexant e le proprietà del farmaco che credo spieghino i risultati. Il farmaco è stato progettato per avere efficacia per l'inizio e il mantenimento del sonno a dosi ottimali ed efficaci, evitando al contempo la sonnolenza mattutina residua. Questo profilo, insieme all'uguale blocco di entrambi i recettori dell'orexina - che può portare a un'inibizione dell'iperattività simpatica cronica caratteristica dell'insonnia - può spiegare il miglioramento che vediamo nel funzionamento diurno con 50 mg di daridorexant".

Daridorexant nell'insonnia

Il disturbo d'insonnia è caratterizzato da difficoltà nell'iniziare o mantenere il sonno ed è associato ad angoscia o compromissione del funzionamento diurno. Le persone con insonnia riportano un'ampia gamma di disturbi diurni, dalla stanchezza e riduzione delle energie all'alterazione dell'umore e alle difficoltà cognitive.

L'insonnia è associata a un sistema di veglia iperattivo.

Daridorexant, un nuovo antagonista del doppio recettore dell'orexina, è stato progettato e sviluppato da Idorsia per il trattamento dell'insonnia. Daridorexant prende di mira l'eccessiva veglia caratteristica dell'insonnia bloccando l'attività dell'orexina. Daridorexant prende di mira specificamente il sistema dell'orexina legandosi in modo competitivo con entrambi i recettori, bloccando così in modo reversibile l'attività dell'orexina.

Daridorexant è approvato dalla FDA negli Stati Uniti con il nome commerciale QUVIVIQ™ e sarà disponibile in base alla programmazione da parte della US Drug Enforcement Administration a maggio 2022.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News