I viaggiatori nazionali ora guidano la ripresa del turismo in Zimbabwe

Immagine per gentile concessione di Leon Basson da Pixabay

Il turismo e l'ospitalità sono i frutti bassi dell'economia, destinati a crescere fino a raggiungere un settore da 5 miliardi di dollari entro il 2025, dato che il paese è dotato di vaste e squisite attrazioni come le maestose Cascate Vittoria, una delle sette meraviglie del mondo.

Tuttavia, lo scoppio della pandemia di COVID-19 ha avuto un impatto negativo sui progressi verso l'obiettivo, ha riferito The Herald Zimbabwe quotidiano. Molte aziende di ospitalità sono state gravemente colpite, il che si riflette nella riduzione delle performance degli utili dichiarate. Alcune delle loro strutture sono state temporaneamente chiuse a causa del calo senza precedenti della domanda quando la pandemia ha colpito il paese nel 2020 con restrizioni di viaggio imposte in tutto il mondo.

Ora, gli osservatori del mercato affermano che il mercato interno dello Zimbabwe dovrebbe venire in soccorso del settore turistico e guidare la ripresa nel breve e medio termine.

“Si prevede che il settore rimarrà in sordina nel breve termine poiché la domanda dai principali mercati di origine farà il ritorno finale. La ripresa dipenderà da un aumento del turismo interno in questo periodo", hanno affermato gli agenti di cambio IH Securities.

Sebbene le prestazioni complessive della prima metà del 2021 (1H21) siano rimaste depresse a causa dei rinnovati blocchi nazionali, non è stato tutto disastroso con livelli di occupazione aggregati per gli albergatori quotati in aumento al 24% per il periodo di 6 mesi fino a giugno 2021 contro il 19% occupazione del settore nel 2020.

Le tariffe giornaliere medie erano ancora inferiori al 2019 a 91 dollari USA, attribuibili al crollo degli esteri , che normalmente pagano a tariffa maggiorata. Durante questo periodo erano vietati i viaggi interurbani e gli assembramenti sociali. I viaggi interurbani sono un importante motore per le attività di conferenza, che contribuiscono in modo chiave alla generazione di entrate. La tariffa media giornaliera è cresciuta del 24% per chiudere il periodo a 8,395 dollari, mentre il ricavo per camera disponibile è cresciuto del 31% a 2,014 dollari. L'occupazione delle camere per il semestre fino al 30 settembre 2021 è stata del 12.89%.

La crescita sarà sostenuta dall'allentamento delle restrizioni indotte dal COVID-19, mentre si prevede che anche il programma di vaccinazione globale continuerà a guidare la riapertura dei viaggi nel mondo e del turismo interno. Si prevede che il lancio dei programmi di vaccinazione e il parziale ritorno alla normalità in mercati di origine chiave come il Regno Unito e gli Stati Uniti porteranno una nuova alba nella lotta contro il virus e, di conseguenza, miglioramenti nel settore dei viaggi e dell'ospitalità.

Gli esperti del settore vedono anche la ripresa imperniata sulla capacità di adattarsi alla nuova normalità in cui la digitalizzazione è in rapida crescita, supportando il lavoro a distanza. Questi sostengono che la tecnologia è una delle tendenze chiave per influenzare il settore dell'ospitalità nel 2022 e per tenere il passo, gli sviluppi tecnologici continueranno a supportare i gestori dell'ospitalità nel rendere le loro proprietà più efficienti.

#Tanzania

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News