Industria dei viaggi negli Stati Uniti: nuove politiche necessarie per ripristinare la domanda di viaggio

Industria dei viaggi negli Stati Uniti: nuove politiche necessarie per ripristinare la domanda di viaggio
Industria dei viaggi negli Stati Uniti: nuove politiche necessarie per ripristinare la domanda di viaggio

Più di 600 membri dell'industria dei viaggi, rappresentanti di tutti i 50 stati, il Distretto di Columbia, Porto Rico e Guam, hanno firmato una lettera al Congresso  sollecitando un'azione immediata sulle politiche federali a breve termine per ripristinare e far crescere l'industria dei viaggi negli Stati Uniti. La lettera è stata consegnata dal Associazione di viaggio degli Stati Uniti ai legislatori.

La lettera dettaglia le misure che sono specificamente volte a rilanciare il domestico i settori dei viaggi e dei viaggi internazionali inbound, che continuano a faticare a riprendersi. Le prime stime di Tourism Economics indicano che la spesa per i viaggi internazionali è stata del 78% al di sotto dei livelli del 2019 nel 2021. Allo stesso modo, la spesa per i viaggi di lavoro domestici è stata del 50% al di sotto dei livelli del 2019 nel 2021.

Tourism Economics prevede che senza un'azione federale mirata per accelerare il ritorno della domanda di affari e di viaggi internazionali, entrambi questi segmenti vitali non si riprenderanno completamente almeno fino al 2024. Le seguenti politiche sono necessarie per ripristinare i posti di lavoro perduti, rinvigorire le imprese e le comunità e garantire una ripresa omogenea in tutti i settori di viaggio:

  • Passa il restauro Marca USA Legge (S. 2424 / HR 4594), che trasferisce $ 250 milioni di entrate in eccedenza dal Travel Promotion Fund per ripristinare il budget di Brand USA e sostenere i suoi sforzi per riportare i visitatori internazionali in tutte le regioni degli Stati Uniti.
  • Marca USAIl budget ha raggiunto i minimi storici nel 2021 a causa del forte calo delle tasse di viaggio internazionali utilizzate per finanziare il programma.
  • Fornire incentivi fiscali mirati per ripristinare la spesa per viaggi di lavoro, intrattenimento dal vivo ed eventi di persona.
    • Crediti d'imposta temporanei e detrazioni, come quelli proposti nelle Sezioni 2 e 4 dell'Hospitality and Commerce Jobs Recovery Act (S.477/HR1346), stimolerebbe la spesa e accelererebbe il ritmo di ripresa per viaggi d'affari, conferenze, spettacoli dal vivo, arti, sport di lega minore e altri eventi di persona.
  • Fornire finanziamenti aggiuntivi per sovvenzioni di soccorso alle imprese di viaggio gravemente colpite ampliando l'idoneità per il Restaurant Revitalization Fund (RRF), il Shuttered Venue Operators Grant Program o attuando un nuovo programma di soccorso con una struttura simile a RRF per le aziende dipendenti dai viaggi gravemente danneggiate dalle restrizioni COVID-19, inclusi hotel, organizzatori di eventi, tour operator di gruppo, attrazioni, consulenti di viaggio e molti altri.

"Poiché la pandemia di Covid continua ad avere un impatto sull'industria dei viaggi, fornire ulteriori aiuti federali e politiche di stabilizzazione aiuterà tutti i settori dei viaggi a costruire una ripresa uniforme", ha affermato Associazione di viaggio degli Stati Uniti Vicepresidente esecutivo per gli affari pubblici e le politiche Tori Emerson Barnes.

"Il Congresso dovrebbe mettere in atto queste priorità il più rapidamente possibile per consentire il ritorno di viaggi d'affari e riunioni ed eventi professionali, oltre al segmento dei viaggi internazionali inbound".

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News