L'Indonesia trasferirà la capitale in una nuova città nella giungla del Borneo

Un'immagine generata al computer rilasciata da Nyoman Nuarta che mostra il progetto del futuro palazzo presidenziale dell'Indonesia nella sua nuova capitale nel Kalimantan orientale
Un'immagine generata al computer rilasciata da Nyoman Nuarta che mostra il progetto del futuro palazzo presidenziale dell'Indonesia nella sua nuova capitale nel Kalimantan orientale

L'Indonesia sembra destinata a ottenere presto una nuova capitale. Oggi i legislatori indonesiani hanno votato a favore di una legge che approva il trasferimento che vedrebbe la capitale della nazione spostarsi a circa 2,000 chilometri dalla città di Jakarta nell'isola di Giava.

L'iniziativa è stata annunciata per la prima volta dal presidente Joko Widodo nell'aprile 2019.

Approvata nuova normativa IndonesiaIl parlamento approva il trasferimento della capitale della nazione da Jakarta verso una nuova città da costruire da zero su una delle isole più grandi dell'Indonesia.

Chiamata "Nusantara", la nuova città sarà costruita su un pezzo di terra ricoperto di giungla nella provincia del Kalimantan orientale, sull'isola del Borneo, che l'Indonesia condivide con la Malesia e il Brunei.

I problemi affrontati dall'attuale capitale sono stati addotti come motivo del trasferimento improvviso. JakartaL'agglomerato, che ospita più di 30 milioni di persone, è stato a lungo afflitto da vari problemi infrastrutturali e dalla congestione. Le frequenti inondazioni e i timori sui cambiamenti climatici hanno anche portato alcuni specialisti del clima ad avvertire che l'enorme città potrebbe letteralmente sprofondare sott'acqua entro il 2050.

Adesso, Indonesia è apparentemente determinato a costruire un'utopia ecologica su un'area boschiva di 56,180 ettari nel Borneo. Un totale di 256,142 ettari sono stati riservati al progetto, con la maggior parte dei terreni destinati a una potenziale futura espansione della città.

"Questa [capitale] non avrà solo uffici governativi, vogliamo costruire una nuova metropoli intelligente che possa essere una calamita per i talenti globali e un centro di innovazione", ha detto Widodo in un discorso in un'università locale lunedì.

Il presidente ha anche affermato che i residenti della nuova capitale sarebbero in grado di “andare in bicicletta e camminare ovunque perché ci sono emissioni zero”.

Il progetto, tuttavia, ha già suscitato critiche da parte degli attivisti ambientali, i quali sostengono che un'ulteriore urbanizzazione del Borneo metterebbe in pericolo gli ecosistemi delle foreste pluviali locali già colpiti dalle piantagioni minerarie e di palma da olio.

I costi del progetto non sono stati rivelati ufficialmente, ma alcuni resoconti dei media precedenti hanno suggerito che potrebbero ammontare a $ 33 miliardi.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News