Tre persone uccise in un attacco di droni all'aeroporto di Abu Dhabi

Tre persone uccise in un attacco di droni all'aeroporto di Abu Dhabi
Tre persone uccise in un attacco di droni all'aeroporto di Abu Dhabi

Fonti delle forze dell'ordine degli Emirati Arabi Uniti hanno affermato che due cittadini indiani e un cittadino pakistano sono stati uccisi in un apparente "attacco di droni" ad Abu Dhabi.

Tre camion di carburante sono esplosi nell'area industriale di Mussafah vicino agli impianti di stoccaggio utilizzati dalla compagnia petrolifera ADNOC, dopo di che è scoppiato un "piccolo incendio" in un cantiere a Abu Dhabi International Airport, secondo la polizia di Abu Dhabi.

Le prime indagini indicano che l'esplosione e l'incendio sono stati causati da un attacco di droni, mentre i militanti Houthi dello Yemen hanno annunciato un attacco "in profondità" nel territorio degli Emirati.

I media yemeniti hanno riferito che gli Houthi avevano annunciato un'operazione militare "nel profondo del Emirati Arabi Uniti” e ha promesso di rivelare maggiori dettagli lunedì.

La polizia ha affermato che nell'area non sono stati arrecati danni "significativi", aggiungendo in seguito che tre persone sono rimaste uccise, mentre sei persone sono rimaste ferite nell'attacco.

Il portavoce militare Houthi Yahya Saree aveva precedentemente affermato che i militanti stavano affrontando "un ampio progresso della Emirati Arabi Uniti mercenari” e combattenti dello Stato Islamico (IS, ex ISIS).

Nel 2019, un simile attacco di droni rivendicato da Houthi ha causato massicci incendi in diverse raffinerie di petrolio saudite gestite da proprietà statali Arabia Aramco.

La coalizione guidata dai sauditi è intervenuta nella guerra civile yemenita nel 2015 a nome del deposto presidente Abdrabbuh Mansur Hadi. Il gruppo ha effettuato bombardamenti nelle aree controllate dagli Houthi, mentre i ribelli hanno risposto lanciando razzi e inviando droni armati nel territorio saudita.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News