Il traffico passeggeri dell'aeroporto di Francoforte si riprende notevolmente nella seconda metà dell'anno

Fraport Group: ricavi e utile netto in significativo aumento nei nove mesi del 2021.
Fraport Group: ricavi e utile netto in significativo aumento nei nove mesi del 2021.

L'aeroporto di Francoforte (FRA) ha accolto circa 24.8 milioni di passeggeri nel 2021, un aumento del 32.2% rispetto al 2020, quando il numero di passeggeri globali è crollato a causa dello scoppio della pandemia di coronavirus. Dopo il terzo blocco nel maggio 2021, l'allentamento delle restrizioni di viaggio ha portato a una notevole ripresa della domanda di viaggi aerei. In particolare, questo andamento positivo è stato trainato dal traffico turistico europeo durante la stagione estiva. A partire dall'autunno, il numero di passeggeri è stato nuovamente incrementato anche dal traffico intercontinentale. La ripresa è leggermente rallentata verso la fine del 2021, a causa dell'emergere della nuova variante del virus. Rispetto al livello pre-crisi del 2019, il volume di passeggeri della FRA per il 2021 era ancora in calo del 64.8%. 1

Commentando i dati sul traffico, il CEO di Fraport AG, il dott. Stefan Schulte, ha dichiarato: "Per tutto il 2021, la pandemia di Covid-19 ha continuato ad avere un impatto enorme sull'aeroporto di Francoforte. Il traffico passeggeri si è ripreso gradualmente nel corso dell'anno, addirittura triplicato nel periodo aprile-dicembre 2021 rispetto al 2020. Ma siamo ancora lontani dai livelli pre-pandemia del 2019. Il traffico merci, al contrario, è stato molto crescita positiva nel 2021. I volumi di merci aviotrasportate a Francoforte hanno persino raggiunto un nuovo record annuale, nonostante la continua carenza di capacità ventrale sui voli passeggeri e altre sfide. Ciò sottolinea il nostro ruolo di uno dei principali hub cargo in Europa”.

I movimenti di aeromobili della FRA nel 2021 sono aumentati del 23.4% su base annua a 261,927 decolli e atterraggi (confronto 2019: -49.0%). I pesi massimi accumulati al decollo o MTOW sono cresciuti del 18.9% su base annua a circa 17.7 milioni di tonnellate (confronto 2019: -44.5%). 

Il traffico merci, che comprende il trasporto aereo di merci e posta aerea, è aumentato in modo significativo del 18.7% su base annua a circa 2.32 milioni di tonnellate, il volume annuale più alto mai raggiunto nella storia dell'aeroporto di Francoforte (confronto 2019: aumento dell'8.9%). Un'analisi per le due sottocategorie cargo rivela che il trasporto aereo di merci è stato il principale motore di questa crescita, mentre la posta aerea ha continuato a essere influenzata dalla mancanza di capacità di carico degli aerei passeggeri.

Dicembre 2021 segnato da andamenti controbilanciati

Circa 2.7 milioni di passeggeri hanno viaggiato attraverso l'aeroporto di Francoforte nel dicembre 2021. Ciò equivale a un aumento del 204.6% su base annua, anche se rispetto a un dicembre 2020 debole. La domanda complessiva di viaggi a dicembre 2021 è stata mitigata dall'aumento dei tassi di infezione e dalle nuove restrizioni di viaggio imposte tra la diffusione della variante Omicron. Tuttavia, grazie alla crescita del traffico intercontinentale e dei viaggi per le vacanze durante il periodo natalizio, il traffico passeggeri ha sostenuto la ripresa registrata da maggio 2021. Nel mese in esame, il numero di passeggeri di FRA ha continuato a rimbalzare a oltre la metà del livello pre-crisi registrato a dicembre 2019 (-44.2 per cento).

Con 27,951 decolli e atterraggi, i movimenti degli aerei a Francoforte sono aumentati del 105.1% su base annua a dicembre 2021 (confronto dicembre 2019: -23.7%). Gli MTOW accumulati sono aumentati del 65.4% a circa 1.8 milioni di tonnellate (confronto di dicembre 2019: -23.2%). 

Il traffico merci della FRA (trasporto aereo + posta aerea) è cresciuto del 6.2% su base annua a circa 197,100 tonnellate nel dicembre 2021, raggiungendo così il suo volume mensile più alto da dicembre 2007 (confronto dicembre 2019: aumento del 15.7%).

Per quanto riguarda le prospettive di traffico per il 2022, il CEO Schulte ha spiegato: “La situazione per la nostra rimarrà altamente volatile e dinamico nel 2022. In questa fase, nessuno può prevedere in modo affidabile come si evolverà la pandemia nei prossimi mesi. Le relative - e spesso incoerenti - restrizioni di viaggio continueranno a mettere a dura prova l'industria aeronautica. Nonostante queste incertezze, abbiamo una visione ottimistica dell'anno a venire. Prevediamo che la domanda di viaggi aerei aumenterà notevolmente in primavera”.

Immagine mista per il portfolio internazionale di Fraport

Gli aeroporti di Fraport Group in tutto il mondo hanno mostrato un quadro misto durante l'anno 2021. Tutte le sedi internazionali hanno registrato tassi di crescita variabili rispetto al debole anno di riferimento 2020, ad eccezione di Xi'an in Cina. Il traffico ha recuperato molto più velocemente negli aeroporti focalizzati traffico, soprattutto durante la stagione estiva. Rispetto al livello pre-crisi del 2019, alcuni aeroporti del Gruppo nel portafoglio internazionale hanno continuato a registrare cali significativi.

All'aeroporto sloveno di Lubiana (LJU), il traffico nel 2021 è aumentato del 46.4% a 421,934 passeggeri anno su anno (confronto 2019: -75.5%). A dicembre 2021, LJU ha ricevuto 45,262 passeggeri (confronto di dicembre 2019: in calo del 47.1%). Gli aeroporti brasiliani di Fortaleza (FOR) e Porto Alegre (POA) hanno servito insieme circa 8.8 milioni di passeggeri nel 2021, in crescita del 31.2% rispetto al 2020 (confronto 2019: -43.2%). Il volume di traffico di dicembre 2021 sia per FOR che per POA ha raggiunto circa 1.2 milioni di passeggeri (confronto dicembre 2019: -19.9%). Il traffico all'aeroporto di Lima (LIM) del Perù è cresciuto fino a raggiungere i 10.8 milioni di passeggeri (confronto 2019: -54.2%). LIM ha accolto circa 1.3 milioni di passeggeri a dicembre 2021 (confronto dicembre 2019: -32.7%).

I 14 aeroporti regionali greci di Fraport hanno beneficiato della ripresa dei viaggi per le vacanze nel 2021. Rispetto al 2020, il traffico è aumentato di oltre il 100% a circa 17.4 milioni di passeggeri (confronto 2019: -42.2%). A dicembre 2021, gli aeroporti regionali greci hanno accolto un totale di 519,664 passeggeri (confronto dicembre 2019: -25.4%). Sulla costa bulgara del Mar Nero, gli aeroporti Twin Star di Burgas (BOJ) e Varna (VAR) hanno ottenuto un notevole aumento dell'87.8% a circa 2.0 milioni di passeggeri (confronto 2019: -60.5%). BOJ e VAR insieme hanno registrato un totale di 66,474 passeggeri a dicembre 2021 (confronto dicembre 2019: -28.0%).

Con circa 22.0 milioni di passeggeri nel 2021, l'aeroporto turco di Antalya (AYT) ha registrato un aumento di oltre il 100% rispetto al 2020 (confronto 2019: -38.2%). Anche qui il traffico turistico ha avuto un impatto particolarmente positivo e forte durante i mesi estivi. A dicembre 2021, AYT ha ricevuto 663,309 passeggeri (confronto dicembre 2019: -23.9%).

L'aeroporto russo Pulkovo (LED) di San Pietroburgo ha registrato un aumento del traffico del 64.8% su base annua a 18.0 milioni di passeggeri (confronto 2019: -7.9%). Il LED ha attratto circa 1.4 milioni di passeggeri nel mese di riferimento di dicembre 2021, con un aumento del 67.8% rispetto allo stesso mese del 2020 (confronto 2019: aumento del 3.3%).

All'aeroporto cinese di Xi'an (XIY), la ripresa del traffico in corso nel corso del 2021 è precipitata drasticamente alla fine dell'anno, a causa del rigido blocco del Covid-19 in questa metropoli della Cina centrale.

Pertanto, il traffico di XIY ha raggiunto 30.1 milioni di passeggeri per l'intero anno 2021, con un calo del 2.9% rispetto al 2020. (Confronto 2019: -36.1%). A dicembre 2021, il traffico a XIY è diminuito del 72.0% a 897,960 passeggeri (confronto di dicembre 2019: -76.2%)

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News