Quebec: niente più alcol e droghe per i non vaccinati

Quebec: niente più alcol e droga per i non vaccinati
Quebec: niente più alcol e droga per i non vaccinati

Apparentemente, l'amministrazione di una provincia canadese dovrebbe annunciare alla fine di questa settimana che sarà ora richiesta una prova della vaccinazione COVID-19 in tutti i negozi di liquori e nei punti vendita di cannabis.

Quebec Il primo ministro Francois LegaultL'amministrazione spera che il taglio dei residenti non vaccinati da superalcolici e marijuana possa costringere almeno alcune persone a farsi vaccinare contro il coronavirus.

Secondo gli ultimi rapporti, i dettagli minori dell'ultimo mandato, come ad esempio se richiedere il passaporto per la vaccinazione COVID-19 agli ingressi o ai registratori di cassa, sono ancora in fase di definizione.

La prova della vaccinazione è già richiesta in Quebec in luoghi non essenziali come ristoranti, teatri, bar e casinò. Con la nuova regola, i residenti non vaccinati potranno ancora accedere ai minimarket, che vendono birra e vino, ma saranno sostanzialmente esclusi dall'acquisto legale di superalcolici.

La mossa presumibilmente arriva tra le pressioni pubbliche per inasprire le restrizioni sui quebecchesi recalcitranti che si sono rifiutati di ottenere i loro colpi COVID-19. Secondo quanto riferito, Legault ha interrogato i funzionari della sanità pubblica su quali altri tipi di attività potrebbero essere costretti a richiedere passaporti vaccinali e ha detto ai giornalisti: "Capisco che c'è una certa rabbia" nei confronti dei cittadini non vaccinati.

Quasi l'85% di tutto Quebec i residenti hanno ricevuto almeno una dose di vaccinazione, uno dei tassi più alti al mondo, ma ciò non ha fermato la diffusione dilagante di COVID-19. La provincia ha registrato una media di circa 15,000 nuove infezioni al giorno nell'ultima settimana. I nuovi casi erano in media meno di 700 al giorno prima che la variante Omicron di COVID-19 emergesse alla fine di novembre.

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News