Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ crimine · XNUMX€ Intrattenimento · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Health News · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Ultime notizie dalla Svizzera · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Svizzera: 5 anni di carcere per diffusione intenzionale del COVID-19

Svizzera: 5 anni di carcere per diffusione intenzionale del COVID-19
Svizzera: 5 anni di carcere per diffusione intenzionale del COVID-19
Scritto da Harry Johnson

Il regolatore del governo svizzero ha emesso un severo avvertimento agli organizzatori e ai partecipanti delle feste COVID-19 che la diffusione intenzionale del virus potrebbe portare a una lunga pena detentiva.

Stampa Friendly, PDF e Email

della Svizzera Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) annuncia che contrarre il COVID-19 apposta per ottenere l'immunità naturale è un reato che potrebbe comportare fino a cinque anni di carcere.

UFSPL'annuncio è stato fatto sulla scia del recente aumento del numero dei 'feste di infezione' che alcuni scettici sui vaccini si sono organizzati per ottenere un "passaporto COVID" per le persone naturalmente infette e guarite.

svizzera regolatore del governo ha lanciato un severo avvertimento al Feste COVID-19' organizzatori e partecipanti che diffondere intenzionalmente il virus potrebbero portare a una lunga pena detentiva.

Sebbene non siano state citate leggi specifiche, si dice che la ragione del rigoroso divieto sia che, catturando intenzionalmente il COVID-19, le persone aumentano il rischio di diffondere ulteriormente il virus ad altri, aumentando potenzialmente il numero di ricoveri e decessi.

La Svizzera ha annunciato la scorsa settimana che solo le persone vaccinate e coloro che si erano recentemente ripresi dal COVID-19 potranno visitare ristoranti, bar e altre strutture al coperto dal 20 dicembre.

Il governo ha spiegato che le restrizioni erano "intese a ridurre il rischio che le persone non immunizzate vengano infettate poiché è anche più probabile che trasmettano il virus e si ammalino gravemente".

Tuttavia, la mossa apparentemente si è ritorta contro, portando a quanto riferito a un aumento delle parti di infezione in modo che i non vaccinati siano in grado di partecipare alla vita normale. Gli scettici sui vaccini che necessitano di un recente certificato di infezione si sono organizzati sulle piattaforme dei social media "alla ricerca di persone contaminate in grado di trasmettere loro il virus".

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento