Clicca qui se questo è il tuo comunicato stampa!

Prima al mondo: nave portacontainer alimentata al 100% a batteria

Scritto da editore

La Yara Birkeland, la prima nave portacontainer autonoma e completamente elettrica, inizierà presto le operazioni commerciali mentre inizia un periodo di test di due anni, prima di entrare in piena operatività autonoma su una rotta al largo della costa della Norvegia. È completamente alimentato da un sistema di batterie agli ioni di litio ad alta energia Leclanché.

Stampa Friendly, PDF e Email

L'approvvigionamento energetico sicuro e privo di emissioni è fornito da un sistema di batterie da 6.7 ​​MWh con raffreddamento a liquido integrato per garantire una temperatura di esercizio ottimale. Il Leclanché Marine Rack System (MRS) garantisce un controllo ottimale della temperatura delle celle e il loro funzionamento permanentemente affidabile per una durata di almeno 10 anni. Inoltre, MRS offre una protezione all'avanguardia contro il surriscaldamento e un sistema integrato di protezione antincendio specificamente progettato e certificato per i requisiti marittimi.

La Yara Birkeland ha completato il suo viaggio inaugurale verso Oslo a metà novembre e poi ha navigato verso Porsgrunn, il sito di produzione della Norvegia meridionale di Yara International, produttore di fertilizzanti e armatore.

Leclanché ha fornito un sistema di batterie da 6.7 ​​MWh (che rappresenta la stessa energia delle batterie da 130 Tesla Model 3) per la fornitura di energia della nave portacontainer lunga circa 80 metri e larga 15 metri con una portata lorda di 3,120 tonnellate o 120 container standard (TEU). Questa “nave verde” ad alimentazione elettrica opererà ad una velocità di servizio di circa 6 nodi, con una velocità massima di 13 nodi.

Sistema di batterie agli ioni di litio – prodotto in Europa

Il sistema di batterie della Yara Birkeland, prodotto in Svizzera, è dotato di celle agli ioni di litio prodotte nello stabilimento di produzione automatizzato di Leclanché a Willstätt, in Germania, e di moduli batteria realizzati in Svizzera. Le celle ad alta densità di energia combinate con un lungo ciclo di vita di 8,000 @ 80% DoD, con intervalli di temperatura di esercizio da -20 a +55°C, sono al centro del sistema di batterie. Questo Leclanché Marine Rack System è composto da 20 stringhe con 51 moduli da 32 celle ciascuno, per un totale di 32,640 celle. Il sistema di batterie è dotato di ridondanza incorporata, con otto sale batterie separate: se più stringhe vengono svuotate o smettono di funzionare, la nave può continuare le sue operazioni.

Quando si tratta di sistemi di batterie per applicazioni marine, è indispensabile una protezione efficiente contro il surriscaldamento. Per prevenire un incendio in mare aperto, Leclanché ha sviluppato appositamente il MRS modulare certificato DNV-GL. Ogni stringa di batterie contiene rilevatori di gas e fumo, monitoraggio termico ridondante e un sistema di raffreddamento per prevenire il surriscaldamento e gli incidenti termici. Se nonostante tutto questo dovesse verificarsi un incidente termico, interviene il sistema antincendio Fifi4Marine: a base di schiuma ecologica, si raffredda e si spegne in modo rapido ed efficace.

Zero emissioni grazie alla trazione a batteria

Una volta completato il periodo di prova, la Yara Birkeland navigherà in completa autonomia trasportando i prodotti container dall'impianto di produzione di Yara International a Herøya al porto di Brevik. Yara International sta perseguendo una strategia a emissioni zero con la soluzione di propulsione completamente elettrica: l'operazione della nave sposterà circa 40,000 viaggi di camion all'anno e le relative emissioni di NOx e CO2. Riduce anche il rumore e l'inquinamento atmosferico durante il porto. Le batterie si ricaricano automaticamente con energia elettrica da fonti rinnovabili.

e-Marine a Leclanché

La sostenibilità è un importante e serio impegno imprenditoriale e culturale per Leclanché. Tutti i prodotti dell'azienda e le sue metodologie di produzione sostenibile le consentono di dare un contributo importante al settore della mobilità elettrica e alla transizione energetica globale verso la sostenibilità. Leclanché è uno dei pochi fornitori europei di sistemi di batterie che dispone di propri impianti di produzione di celle e del know-how completo per produrre celle agli ioni di litio di alta qualità, dall'elettrochimica al software di gestione delle batterie e una serie di sistemi di batterie. I sistemi sono utilizzati in sistemi di accumulo di energia stazionari, treni, autobus e navi, tra gli altri. Il settore e-Marine è attualmente il segmento di attività in più rapida crescita di Leclanché. La società ha già consegnato sistemi di batterie per più navi con sistemi di propulsione elettrica o ibrida con ordini per molte altre. Tra i progetti completati con successo c'è "Ellen", un traghetto per passeggeri e veicoli che opera nel Mar Baltico danese dal 2019 ed è il traghetto completamente elettrico a più lungo raggio in funzione ogni giorno.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

editore

Redattore capo è Linda Hohnholz.

Lascia un tuo commento