Omicron è ora negli Stati Uniti: confermato da CDC

Sorprendente studio CDC appena pubblicato sull'efficacia del vaccino COVID-19

I dipartimenti della sanità pubblica della California e di San Francisco hanno confermato che un recente caso di COVID-19 tra un individuo in California è stato causato dalla variante Omicron (B.1.1.529). L'individuo era un viaggiatore tornato dal Sudafrica il 22 novembre 2021. L'individuo, che era stato completamente vaccinato e aveva sintomi lievi che stanno migliorando, è in auto-quarantena e da allora è risultato positivo. Tutti i contatti stretti sono stati contattati e sono risultati negativi.

Il sequenziamento genomico è stato condotto presso l'Università della California, San Francisco e la sequenza è stata confermata al CDC come coerente con la variante Omicron. Questo sarà il primo caso confermato di COVID-19 causato dalla variante Omicron rilevata negli Stati Uniti. 

Il 26 novembre 2021, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha classificato una nuova variante, B.1.1.529, come Variant of Concern e l'ha chiamata Omicron e il 30 novembre 2021 anche gli Stati Uniti l'hanno classificata come Variant of Concern. Preoccupazione. CDC ha monitorato e preparato attivamente per questa variante e continueremo a lavorare diligentemente con altri partner industriali e sanitari statunitensi e globali per saperne di più. Nonostante il rilevamento di Omicron, Delta rimane il ceppo predominante negli Stati Uniti.

La recente comparsa della variante Omicron (B.1.1.529) sottolinea ulteriormente l'importanza della vaccinazione, dei richiami e delle strategie di prevenzione generali necessarie per proteggersi dal COVID-19. Tutti i 5 anni in su dovrebbero essere vaccinati. I richiami sono raccomandati per tutti i 18 anni e più.  

Stampa Friendly, PDF e Email

Related News