Posto degli ospiti

Lavoro a distanza per studenti nel 2022

Scritto da editore

Immagina la tua vita da studente e la tua routine quotidiana:

Stampa Friendly, PDF e Email


1- svegliarsi al suono della sveglia (niente più intontimento mattutino)

2- guardare allo specchio un viso sereno e riposato (dormire bene senza preoccupazioni)

3- dedicare del tempo all'igiene personale (prendersi tutto il tempo che si desidera)

4- gustare una deliziosa e sana colazione (non c'è bisogno di correre fuori di casa a stomaco vuoto)

5- recarsi a scuola nel modo più efficiente possibile (giorno senza auto!)

6- impegnarsi in un'esperienza di apprendimento significativa e dinamica con i tuoi coetanei (non più sogni ad occhi aperti)

7- avere ancora tempo da trascorrere con la famiglia e gli amici (ritrovo prima o dopo la scuola)

8- occuparsi delle commissioni in casa (fare la spesa o inviare un messaggio alla mamma che tornerai a casa più tardi del previsto)

9- rendere il resto della tua giornata tranquillo e spensierato (fai tutte le cose per cui non hai mai tempo)

10- studiare per l'esame imminente (niente più mal di testa da cramming a tarda notte)

11- leggere un buon libro alla fine della giornata (niente più affaticamento degli occhi dal lavorare sugli schermi tutto il giorno)

12- addormentarsi facilmente e dormire profondamente (addio a quelle notti insonni preoccupate per la scuola!)


Ora immagina un mondo in cui queste cose sono possibili.

Per alcuni potrebbe già essere una realtà, ma per quelli di noi che devono ancora affrontare lo stress e la fatica di conciliare scuola e lavoro, sappiamo che il vero cambiamento deve ancora arrivare.


La buona notizia è che la tecnologia si sta facendo strada per migliorare le nostre vite in modi inimmaginabili dieci anni fa.

La tecnologia è ora disponibile per risolvere molti problemi che gli studenti devono affrontare, specialmente quelli con disabilità. Man mano che i sistemi cyber-fisici si evolvono e diventano più complessi, promettono maggiore flessibilità e adattabilità nel modo in cui lavoriamo e viviamo. La loro capacità di riconfigurare o addirittura rimuovere l'input umano consente alle persone con disabilità di superare sfide altrimenti insormontabili.


Con l'aiuto della tecnologia, le persone con disabilità sono in grado di superare le barriere personali, condurre una vita indipendente e contribuire positivamente alle loro comunità.

La tecnologia può rendere possibile il lavoro a distanza nel 2022 per gli studenti di questa generazione sia facilitando la collaborazione tra i colleghi, indipendentemente da dove si trovino nel mondo, sia consentendo agli studenti con disabilità di avere orari più flessibili.

Immagina quanto tempo risparmierebbero per gli studenti disabili se potessero fare i compiti prima o dopo il lavoro senza dover andare a scuola.


Con sistemi di parcheggio a distanza, come paytowriteessays.com, anche quelli con problemi di destrezza possono svolgere attività come la ricerca online e la scrittura a casa.


Il lavoro a distanza potrebbe non essere così diffuso come gli spazi di co-working di oggi, ma è sicuramente un passo nella giusta direzione. Prende in considerazione quelli di noi che non possono entrare in classe ogni giorno e consente a questi studenti di svolgere alcuni degli stessi compiti dei loro coetanei (ricerca e scrittura online) e/o perseguire interessi alternativi.


Il lavoro a distanza potrebbe non essere per tutti nel 2022, ma è una potenziale realtà per gli studenti con disabilità che vogliono proseguire l'istruzione post-secondaria. È qualcosa che può portarci a diventare una società pienamente inclusiva che avvantaggia tutti, indipendentemente dalle loro differenze.

La tecnologia ha il potere di cambiare le nostre vite in modi che si possono solo immaginare, ma ha anche il potenziale per migliorare la vita in modi inimmaginabili. Il lavoro a distanza è un modo in cui la tecnologia può aiutare gli studenti con disabilità, ma ci sono più possibilità all'orizzonte.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

editore

Redattore capo è Linda Hohnholz.

Lascia un tuo commento