Ente per il turismo africano · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Editoriale · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Spagna Ultime notizie · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Ultime notizie dagli USA · XNUMX€ WTN

Il ruolo degli Stati Uniti in una nuova UNWTO?

Marcelo
Marcelo Risi, UNWTO

È difficile per i ministri del turismo recarsi a Madrid alla fine di questo mese per fare la storia di una nuova UNWTO. Potrebbe essere anche un'occasione persa per i paesi membri dell'UNWTO di mostrare leadership e diventare pionieri per una futura e nuova UNWTO, se rimangono a casa o inviano un ambasciatore per svolgere il lavoro di ministro del turismo alla prossima Assemblea Generale dell'UNWTO a Madrid a novembre 28 – 3 dicembre

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Gli Stati Uniti, l'Australia e il Regno Unito sono le maggiori potenze nel turismo mondiale, ma non sono membri dell'Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO).
  • Rappresentanti, consulenti costosi e altri esperti di questi paesi sono stati assunti dall'UNWTO e dalle sue affiliate per consulenze, ricerche e altri lavori, mentre i loro paesi non pagano alcuna quota associativa.
  • Una nuova struttura dell'UNWTO riporterebbe gli Stati Uniti e le altre potenze mondiali nel turismo in questa agenzia affiliata alle Nazioni Unite come membri paganti?

Gli Stati Uniti sono stati un membro fondatore dell'UNWTO. Per gli Stati Uniti di avere ancora un'enorme influenza nel Organizzazione mondiale del turismo e il turismo mondiale in generale, ma il mancato pagamento di una quota associativa ha reso l'UNWTO meno rilevante, meno stabile finanziariamente e meno come leader rispettato per il settore pubblico del mondo del turismo globale.

Nella Giornata Mondiale del Turismo 2016, il foL'ex ministro del turismo dello Zimbabwe, il dott. Walter Mzembi, ha detto eTurboNews: “Nella Giornata Mondiale del Turismo 2016, sono pieno zeppo di idee.”

Mzembi voleva che ogni stato e territorio degli Stati Uniti aderisse in modo indipendente all'UNWTO. Considerando che ogni stato è già molto indipendente nel marketing turistico all'interno e all'esterno degli Stati Uniti, questa idea non era irragionevole.

“Forse questa è la soluzione per la più grande superpotenza mondiale del turismo, gli Stati Uniti, per aderire ufficialmente all'Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite (UNWTO). La soluzione potrebbe essere 50 nuovi membri dell'UNWTO, uno stato alla volta", ha detto Mzembi eTurboNews.

Questo approccio fuori dagli schemi è stato discusso con l'ambasciatore americano Harry K. Thomas, Jr., e il dottor Walter Mzembi, candidato esplicito alla carica di segretario generale dell'UNWTO nel 2017 quando stava conducendo una campagna contro l'attuale segretario generale Zurab Pololikashvili .

L'UNWTO continua a condividere dati, ricerche e altri problemi con gli Stati Uniti e molti paesi non membri senza ricevere alcun compenso. Questo ovviamente non è sostenibile.

Nel giugno 2019, sono iniziate le voci sulla ricongiunzione degli Stati Uniti all'Organizzazione mondiale del turismo. Questo è stato subito smentito da Isabell Hill, Direttore, Ufficio nazionale dei viaggi e del turismo presso il Dipartimento del commercio degli Stati Uniti, ma dietro le quinte, le attività sembravano progredire in questo senso.

Era l'ottobre 2019, 6 mesi prima che il COVID-19 distruggesse il turismo. Questa fu la fine dell'amministrazione Trump negli Stati Uniti.

L'accordo sul clima di Parigi, l'accordo sul nucleare iraniano, il partenariato transpacifico, l'UNESCO: questi sono tutti accordi o protocolli internazionali dai quali gli Stati Uniti si sono ritirati da quando il presidente Trump ha emanato il suo programma "America First" all'inizio del suo primo mandato.

Nel 2019, l'assistente del segretario di Stato Kevin E. Moley ha avuto un incontro con i funzionari dell'UNWTO a Madrid per ulteriori colloqui sulla ricongiunzione degli Stati Uniti.



Nel giugno 2019, a La delegazione della Casa Bianca ha partecipato alla riunione del Consiglio esecutivo dell'organizzazione a Baku, Azerbaigian. Allo stesso tempo, è stata annunciata l'intenzione degli Stati Uniti di rinegoziare l'adesione. "America First non significa solo l'America", ha affermato il principale vice capo di gabinetto della Casa Bianca.

Nel giugno 2019, quando è stata annunciata per la prima volta la prospettiva di rientrare a "condizioni vantaggiose per gli Stati Uniti", il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che "l'amministrazione ritiene che l'UNWTO offra un grande potenziale per alimentare la crescita in quel settore, creare nuovi posti di lavoro per gli americani e mettono in evidenza la gamma e la qualità senza pari delle destinazioni turistiche statunitensi”.

L'ONU a quel tempo era compiaciuta della prospettiva del ricongiungimento degli Stati Uniti. In una dichiarazione rilasciata nel 2019, il segretario generale dell'UNWTO Zurab Pololikashvili ha dichiarato: "È estremamente incoraggiante che gli Stati Uniti abbiano chiaramente segnalato la loro intenzione di rientrare nell'UNWTO e sostenere il turismo come motore chiave per la creazione di posti di lavoro, investimenti e imprenditorialità e la salvaguardia delle risorse naturali. e del patrimonio culturale di tutto il mondo”.

Altre potenze turistiche che non sono in particolare membri dell'UNWTO includono Regno Unito, Canada e Australia. Mentre quelle nazioni se ne sono andate per ragioni diverse, la mancanza di supervisione e le credenziali per i diritti umani di coloro che siedono nel suo consiglio consultivo sono state frequenti critiche rivolte all'organizzazione.

Il Organizzazione mondiale del turismo ha bisogno che queste grandi potenze turistiche siano membri. Questo non è solo per il denaro di adesione urgentemente necessario, ma anche per mantenere qualsiasi posizione come organismo globale per il settore pubblico del turismo mondiale.

Con così tante irregolarità all'interno dell'attuale leadership dell'UNWTO, con COVID-19 che spinge il turismo nelle sue più grandi sfide di sempre, la prospettiva dell'adesione degli Stati Uniti diventa più remota – o no?

Isabel Hills, who is not only the Director of the National Travel and Tourism Office, Department of Commerce, United States, but also the Chair of the Comitato per il turismo dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), ha pieno accesso a tutti i documenti e le ricerche dell'UNWTO, anche se gli Stati Uniti, in quanto non membri, non hanno pagato le quote di adesione urgenti all'UNWTO negli ultimi 10 anni.

L'OCSE è un forum in cui i governi confrontano e scambiano esperienze politiche, identificano buone pratiche alla luce delle sfide emergenti e promuovono decisioni e raccomandazioni per produrre politiche migliori per una vita migliore.

La missione dell'OCSE è promuovere politiche che migliorino il benessere economico e sociale delle persone in tutto il mondo.

La situazione oggi

Con il turismo che impara a funzionare con COVID, l'Arabia Saudita e la Spagna hanno iniziato un nuovo movimento e hanno già portato gli Stati Uniti in questo mix. Sotto la guida saudita, all'inizio di questo mese è stata costituita la prima coalizione turistica multinazionale e multipartecipativa alla COP26 di Glasgow.

Perhaps there is a chance for this new initiative to be integrated into a new UNWTO? If this initiative was to be integrated into a new UNWTO under new leadership, there is a realistic chance for all world tourism powers to join this tourism organization again.

Tale indicazione di inclusività era già e più volte avanzata dai paesi fondatori di questa nuova iniziativa.

Nella fase 1, 10 paesi in totale sono stati invitati alla coalizione:

  1. UK
  2. USA
  3. Giamaica
  4. Francia
  5. Giappone
  6. Germania
  7. Kenia
  8. Spagna
  9. Arabia Saudita
  10. Marocco

Questo nuovo sviluppo conferma ancora una volta l'importanza della prossima Assemblea Generale dell'UNWTO per impostare l'organizzazione su un nuovo percorso.

La possibilità per i ministri del turismo dei paesi membri dell'UNWTO di recarsi a Madrid alla fine di questo mese e di partecipare all'Assemblea generale diventa ogni giorno più difficile.

L'Assemblea Generale può diventare un incontro di ambasciatori con sede a Madrid a beneficio di una manciata di paesi membri. Ciò potrebbe non portare il numero necessario di voti necessari e potrebbe forzare un'altra sessione in un secondo momento.

Tuttavia, è importante che i paesi membri dell'UNWTO ei loro ministri comprendano l'importanza dell'evento.

Cuthbert Ncube e Najb Balala ATB Chair e Min Tourism Kenya
Il presidente dell'ATB Cuthbert Ncube e l'on. Segretario del Turismo Kenya Najib Balala

Cuthbert Ncube, presidente del Ente per il turismo africano, Ha detto eTurboNews oggi da una visita ufficiale in Senegal, "L'African Tourism Board raccomanda che l'Africa sia unita e si riunisca a Madrid per l'Assemblea generale dell'UNWTO".

Ecco cosa accadrebbe se l'attuale Segretario Generale non fosse confermato alla prossima Assemblea Generale dell'UNWTO a Madrid il 3 dicembre 2021:
  1. L'Assemblea Generale non adotterebbe la raccomandazione fatta dal Consiglio Esecutivo per la carica di Segretario Generale dell'Organizzazione.
  2. Incaricherà il Consiglio Esecutivo, nella sua 115a sessione che si terrà a Madrid, in Spagna, il 3 dicembre 2021, di aprire un nuovo processo per l'elezione del Segretario Generale dell'organizzazione.
  3. Indicherebbe al Consiglio Direttivo che tale processo di elezione ha un calendario minimo di 3 mesi e un massimo di 6 mesi, a partire dalla data di apertura del processo elettorale.
  4. Incaricherà il Presidente del Consiglio Esecutivo e il Segretario Generale dell'organizzazione di convocare i 116 membri del Consiglio Esecutivo e un'Assemblea Generale straordinaria nel maggio 2022 in luogo e data da definire.

Se l'attuale Segretario Generale non sarà riconfermato alla prossima Assemblea Generale, potrebbe avere un'altra possibilità di partecipare a un nuovo concorso leale per questo posto.

In altre parole, sarebbero imminenti nuove ed eque elezioni in cui i nuovi candidati sarebbero autorizzati a competere e fare campagna per il posto.

Molti dicono che non era così nel gennaio 2021, quando il Consiglio Esecutivo ha rieletto Zurab Pololikashvili.

Molti credono che questo possa essere il miglior percorso per il futuro dell'UNWTO e del turismo mondiale. È anche la strada migliore per potenziali nuovi membri, come gli Stati Uniti e per i 10 paesi che hanno appena aderito all'iniziativa globale guidata da Arabia Saudita e Spagna per diventare una forza trainante per un nuovo e migliore domani per l'Organizzazione Mondiale del Turismo.

Potrebbe anche costituire un'eredità positiva per l'attuale Segretario Generale dell'UNWTO.

I ministri (delegati) dell'UNWTO che intendono partecipare all'Assemblea generale a Madrid dal 28 novembre al 3 dicembre potrebbero fare la storia del turismo mondiale.

Non partecipare all'Assemblea Generale potrebbe significare un'occasione persa per un tale Paese che manca a questo importante evento.

Chi mancherà all'Assemblea Generale sono eTurboNews giornalisti. A febbraio 2018, eTurboNews ha riportato con orgoglio la nomina di Marcelo Risi come Senior Media Officer di UNWTO.

Marcelo ha detto eTurboNews nel febbraio 2018 alla domanda sul perché le risposte dell'UNWTO non siano più di routine e difficili, la risposta è stata: "C'è una nuova regola di procedura e approvazione".

Ora lo stesso Marcelo Risi è stato ordinato di inserire nella lista nera eTurboNews dall'attuale UNWTO, costringendo eTurboNews prendere accordi alternativi per coprire efficacemente questa importante Assemblea Generale.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Lascia un tuo commento