Compagnie Aeree · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Ultime notizie da Israele · XNUMX€ News · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Notizie di Travel Wire

Israele riapre ai viaggiatori internazionali

Scritto da Dmitro Makarov

Per la prima volta in più di diciotto mesi, i viaggiatori individuali e di gruppo vaccinati dagli Stati Uniti e dal Canada sono invitati a entrare in Israele ed esplorare la ricca cultura, la storia e i paesaggi mozzafiato del paese

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Israele riapre i confini per i visitatori americani e canadesi.
  2. Le nuove linee guida per l'ingresso richiedono l'esecuzione di un test PCR 72 ore prima del volo di andata e un test PCR all'arrivo in Israele con successiva quarantena.
  3. I ministri di Israele hanno formato il suddetto piano che è stato approvato dal governo COVID e entrerà in vigore il 1 novembre 2021.

Il Ministero del turismo israeliano ha annunciato che da oggi i turisti vaccinati provenienti da Stati Uniti e Canada possono riprendere tutti i viaggi in Israele. Dopo aver dato il via al programma pilota di riapertura nel maggio del 2021, che inizialmente ha consentito a un numero selezionato di gruppi di turisti di entrare nel paese, tutti i viaggiatori vaccinati possono ora visitare Israele dopo la chiusura prolungata a causa delle restrizioni COVID-19.

"Dire che siamo entusiasti che Israele riapra ai viaggiatori oggi è un eufemismo", ha affermato Eyal Carlin, commissario per il turismo per il Nord America. “Israele ha adottato misure incredibili per proteggere la sua gente e i suoi visitatori e siamo orgogliosi di garantire un viaggio sicuro e indimenticabile contro il COVID. Con i migliori tassi di vaccinazione e infinite opportunità per le attività all'aperto, non vediamo l'ora di accogliere i visitatori a braccia aperte, ovviamente a una distanza sociale di sicurezza".

Il primo ministro israeliano Naftali Bennett insieme a diversi altri ministri del paese (turismo, salute, trasporti, ecc.), si sono riuniti e hanno formato il seguente piano che è stato approvato dal governo COVID e entrerà in vigore oggi, 1 novembre - con gli sviluppi e le nuove varianti di COVID vengono monitorati da vicino.

"Aspettiamo questo momento, per riportare i viaggiatori internazionali nel nostro paese, da molto tempo", ha affermato Yoel Razvozov, ministro del turismo israeliano. "Siamo entusiasti di condividere ancora una volta il nostro Paese con tutti e sono orgoglioso di lavorare a stretto contatto con il nostro Primo Ministro Naftali Bennett tra gli altri ministri del Paese per garantire un ritorno al turismo attento e sicuro".

Ad oggi, le linee guida per l'ingresso includono:

Fare un test PCR 72 ore prima di un volo di andata, compilare una dichiarazione del passeggero e fare un test PCR all'arrivo in Israele (necessità di quarantena in un hotel fino al ritorno dei risultati o fino al termine delle 24 ore, il minore dei due).
Per entrare nel Paese è necessario:

  • Sono stati vaccinati con due dosi del vaccino Pfizer o Moderna almeno 14 giorni prima del giorno di ingresso in Israele (14 giorni devono essere trascorsi dal ricevimento della seconda dose all'arrivo in Israele, ma non più di 180 giorni dopo aver lasciato Israele - cioè, se sono trascorsi sei mesi dalla seconda dose, avrai bisogno della vaccinazione di richiamo per entrare).
    • Coloro che hanno ricevuto la dose di vaccino di richiamo e sono trascorsi almeno 14 giorni da quando l'hanno ricevuta, possono entrare in Israele. 
  • Sono stati inoculati con una dose del vaccino Johnson & Johnson almeno 14 giorni prima del giorno di ingresso in Israele (14 giorni devono essere trascorsi dalla ricezione della seconda dose al loro arrivo in Israele, ma non più di 180 giorni dopo aver lasciato Israele - cioè, se sono trascorsi sei mesi dalla tua seconda dose, avrai bisogno della vaccinazione di richiamo per entrare).
    • Coloro che hanno ricevuto la dose di vaccino di richiamo e sono trascorsi almeno 14 giorni da quando l'hanno ricevuta, possono entrare in Israele. 
  • Si sono ripresi da COVID-19 e che presentano la prova dei risultati di un test NAAT positivo almeno 11 giorni prima del giorno di ingresso in Israele (non più di 180 giorni dopo aver lasciato Israele).
  • Si sono ripresi da COVID-19 e hanno ricevuto almeno una dose dei vaccini approvati dall'OMS.

Puoi trovare linee guida approfondite QUI. Inoltre, visita https://israel.travel/ per tutti gli aggiornamenti sui protocolli di ingresso e le prossime risposte alle FAQ.

Per maggiori informazioni sui viaggi in Israele o per pianificare il tuo viaggio, visita https://israel.travel/. Per rimanere ispirato, segui il Ministero del Turismo israeliano su FacebookInstagram, e Twitter.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Dmitro Makarov

Lascia un tuo commento