Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Incontri · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Ultime notizie nel Regno Unito

Le vacanze in città possono compensare la carenza di viaggiatori d'affari?

Le vacanze in città possono compensare la carenza di viaggiatori d'affari?
Le vacanze in città possono compensare la carenza di viaggiatori d'affari?
Scritto da Harry Johnson

La ricerca mostra che un terzo di coloro che pianificano un viaggio all'estero nel 2022 desidera prenotare una vacanza in città sarà accolto da enti turistici, catene alberghiere e settore dell'aviazione: i vacanzieri sono desiderosi di recuperare il tempo perduto e molti hanno risparmiato abbastanza per prenotare due o più soggiorni durante l'anno.

Stampa Friendly, PDF e Email

Quasi un terzo degli inglesi che stanno pianificando una vacanza all'estero nel 2022 vuole prenotare una vacanza in città, rivela una ricerca pubblicata oggi (lunedì 1 novembre) da WTM London, il principale evento globale per l'industria dei viaggi.

Il WTM Industry Report, un sondaggio su 1,000 consumatori, ha rilevato che 648 stavano programmando di fare una vacanza all'estero nel 2022 e le città erano la seconda scelta più popolare, dopo l'opzione preferita della spiaggia.

La scoperta che il 30% vuole prendersi una vacanza in città il prossimo anno darà una spinta agli albergatori e alle compagnie aeree di tutta Europa, che sono stati duramente colpiti dalla drastica flessione dei viaggi d'affari e degli eventi durante la pandemia.

La Business Travel Association stima che, in un anno normale, 220 miliardi di sterline vengano aggiunti al PIL del Regno Unito, grazie ai viaggi di lavoro originari del Regno Unito.

L'associazione ha affermato che nel 2019 ci sono stati quasi nove milioni di viaggi d'affari provenienti dal Regno Unito, con circa 50 milioni di pernottamenti, di cui più della metà per meno di tre notti.

Inoltre, i viaggiatori d'affari rappresentano il 15-20% dei clienti delle compagnie aeree e, su alcune rotte, sono due volte più redditizi dei viaggiatori di piacere.

Tuttavia, le società di gestione dei viaggi hanno visto un crollo delle entrate durante la pandemia fino al 90%.

Secondo Tourism Economics, una società di Oxford Economics, le destinazioni cittadine sono state particolarmente colpite negativamente dalla pandemia, in parte a causa della flessione dei viaggi d'affari e degli eventi.

Inoltre, i meteorologi affermano che la ripresa dei viaggi d'affari sarà in ritardo rispetto al rimbalzo del tempo libero.

Altrove, il Financial Times ha riportato come gli enti turistici e gli albergatori in Europa stiano investendo di più nel mercato del lusso nel tentativo di abbandonare la loro dipendenza dal modello sole-sabbia-mare - una tendenza che aiuterà anche ad attutire i centri urbani da il calo dei clienti dei viaggi d'affari.

Le tradizionali vacanze al mare rimarranno richieste, come mostrano i risultati del rapporto del WTM London, ma le vacanze in città offrono alle catene alberghiere la possibilità di attingere alla domanda post-pandemia da parte dei consumatori per concedersi fughe più lussuose e spendere i propri risparmi in un secondo o terza vacanza nel 2022.

E la tendenza potrebbe rivelarsi anche un cambiamento a lungo termine, poiché la ricerca di Bloomberg suggerisce che la maggior parte delle grandi aziende prevede di spendere meno in viaggi post-pandemia: strumenti di comunicazione online, risparmi sui costi e obiettivi di sostenibilità significano che hotel e compagnie aeree potrebbero dover contare su meno viaggiatori aziendali in futuro rispetto a prima del Covid-19.

Simon Press, direttore della fiera WTM London, ha dichiarato: "Il rilassamento dei cordoli di viaggio in ottobre ha offerto incoraggiamento a tutti i potenziali viaggiatori in tutto il Regno Unito - ma, poiché i viaggi d'affari sembrano destinati a rimanere sottotono nel 2022, il mercato del tempo libero sarà cruciale per aiutare compensare il deficit.

“La nostra ricerca mostra che un terzo di coloro che pianificano un viaggio all'estero nel 2022 desidera prenotare una vacanza in città sarà accolto da enti turistici, catene alberghiere e settore dell'aviazione: i vacanzieri sono desiderosi di recuperare il tempo perduto e molti hanno risparmiato abbastanza soldi per prenotare due o più vacanze durante l'anno.

"E molti di loro sono felici di passare a un'esperienza più lussuosa e memorabile, che fornirà opportunità a coloro che operano nel settore dell'ospitalità di essere innovativi con il loro marketing e ricostruire con nuove fonti di reddito".

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento