Associazioni News · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Culinario · XNUMX€ Cultura · XNUMX€ Intrattenimento · XNUMX€ Notizie di moda · XNUMX€ Health News · XNUMX€ Musica · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Vini e liquori

La vita notturna in tutto il mondo sta lentamente tornando

La vita notturna in tutto il mondo sta lentamente tornando.
La vita notturna in tutto il mondo sta lentamente tornando.
Scritto da Harry Johnson

Non c'è dubbio che il denominatore comune tra i paesi di tutto il mondo e il loro approccio alla riapertura della vita notturna sia mostrare la prova della vaccinazione, un precedente riposo negativo o aver superato il COVID-19 in precedenza.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • I locali notturni di tutto il mondo stanno lentamente iniziando a riprendere la loro normale attività.
  • Dopo quasi due anni di chiusura a causa del COVID-19, finalmente riaprono le discoteche con capienza limitata. 
  • Sebbene i frequentatori di club stiano tornando sulle piste da ballo, la strada per la ripresa economica per l'industria mondiale ha ancora molta strada da fare.

A causa del processo di vaccinazione e del miglioramento dei numeri di covid nella maggior parte dei paesi del mondo, non c'è dubbio che i locali della vita notturna stanno iniziando a riprendere la loro normale attività. Alcuni dei paesi che hanno riaperto in tutto o in parte sono ad esempio Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Svizzera, Danimarca, Croazia, Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Australia, Emirati Arabi Uniti, Cina, India, Singapore e Spagna.

Più recentemente, Italia ha riaperto le discoteche dall'11 ottobre con il 50% di capacità al coperto e il 75% di capacità all'aperto. L'ingresso è subordinato alla presentazione del “Green Pass” come prova di doppia vaccinazione, recente test negativo, o prova di guarigione, e non sono obbligatorie le mascherine sulla pista da ballo.

Maurizio Pasca, Presidente della SILB-FIPE e dell'Europeo Vita notturna Association, aggiunge: “Dopo quasi due anni di chiusura a causa del COVID-19, finalmente riaprono le discoteche con capienza limitata. In Italia siamo felici di essere tornati al lavoro ma sentiamo anche la necessità di reinventare le nostre attività per avvicinarle al cibo e allo spettacolo e adattarle alle esigenze attuali e future e ai cambiamenti che il COVID ha portato”.

Pochi giorni prima dell'Italia, l'8 ottobre in Spagna, hanno riaperto Ibiza e Barcellona, ​​con l'obbligo di avere il Certificato EU Digital COCID-19, mentre Madrid ha riaperto più di 4 mesi fa. Nel caso di Ibiza, la capacità dei locali è limitata al 75%, i locali devono chiudere alle 5 del mattino e le maschere sulle piste da ballo sono obbligatorie. A Barcellona, ​​invece, la capienza è limitata all'80% e anche l'uso delle mascherine è obbligatorio e la pista da ballo non consente di bere o mangiare.

Da allora, alcuni dei nightclub INA Gold Member di Ibiza hanno riaperto dopo quasi 2 anni di chiusura come DC-10 e Octan Ibiza. Anche altri membri Gold come O Beach Ibiza e Ibiza Rocks hanno riaperto quest'estate durante il giorno con limitazioni di capacità specifiche. L'Amnesia Ibiza ospiterà la sua festa di apertura e chiusura in giorni consecutivi questo fine settimana con la conferma di diversi artisti internazionali di fama mondiale.

Jose Luis Benitez, Presidente dell'INA e Manager di Ocio de Ibiza ha dichiarato: "Siamo molto contenti della riapertura della vita notturna e stiamo lavorando per una stagione 2022 sicura e divertente a Ibiza. Ringraziamo i locali per la loro pazienza e la loro disponibilità a rispettare le restrizioni obbligatorie e vorremmo ricordare ai frequentatori del club che la pandemia non è finita e di essere responsabili”.

Nel caso di, Ushuaïa Ibiza Beach Hotel, un altro membro Gold dell'INA, ha tenuto la sua nuova e organica esperienza Palmarama progettata per dare un assaggio dell'isola bianca in un ambiente più intimo. Da allora l'Ushuaïa ha annunciato una nuova residenza al White Beach Dubai, in programma per 11 date nella lussuosa sede, a partire da oggi con un titolo del capo dei Crosstown Rebels, Damian Lazarus. Altri nomi confermati per la serie includono Andrea Oliva, ARTBAT, Nicole Moudaber, Tale of Us, Jamie Jones, Joseph Capriati, Black Coffee e Maceo Plex.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento