Clicca qui se questo è il tuo comunicato stampa!

Cosa devi sapere sulla spedizione durante le festività natalizie, sulle interruzioni della catena di approvvigionamento e sulle implicazioni per il 2022

Scritto da Harry Johnson

Mentre la seconda ondata di Covid-19 sembra regredire, il caos della pandemia globale permane in quasi ogni angolo della vita di tutti i giorni. Le forniture di prodotti di consumo, ad esempio, sono particolarmente instabili. Con gli scaffali vuoti presso i rivenditori fisici e i ritardi nelle spedizioni da parte dei rivenditori online, i consumatori affrontano l'incertezza sull'ottenimento dei prodotti che desiderano, in particolare durante la stagione dello shopping natalizio. In una breve sessione di domande e risposte, Chris Craighead, John H. "Red" Dove Professor in Supply Chain Management presso l'Università del Tennessee, l'Haslam College of Business di Knoxville ed esperto di interruzioni della catena di approvvigionamento, ha recentemente affrontato i problemi di approvvigionamento e di spedizione durante le festività natalizie problemi di catena in generale.

Stampa Friendly, PDF e Email

Mentre la seconda ondata di Covid-19 sembra regredire, il caos della pandemia globale permane in quasi ogni angolo della vita di tutti i giorni. Le forniture di prodotti di consumo, ad esempio, sono particolarmente instabili. Con gli scaffali vuoti presso i rivenditori fisici e i ritardi nelle spedizioni da parte dei rivenditori online, i consumatori affrontano l'incertezza sull'ottenimento dei prodotti che desiderano, in particolare durante la stagione dello shopping natalizio. In una breve domanda e risposta, Chris Craighead, John H. "Red" Dove Professor in Supply Chain Management presso l'Università del Tennessee, l'Haslam College of Business di Knoxville ed esperto di interruzioni della catena di approvvigionamento, ha recentemente affrontato le preoccupazioni relative agli acquisti e alle spedizioni durante le festività e ai problemi della catena di approvvigionamento in generale.

D: Il servizio postale degli Stati Uniti suggerisce di spedire la posta terrestre al dettaglio entro il 15 dicembre, la posta prioritaria entro il 17 dicembre, la posta prioritaria entro il 18 dicembre e la posta prioritaria espressa entro il 23 dicembre. Tuttavia, recenti articoli dei media riportano che i consumatori dovrebbero ordinare e eventualmente inviare regali prima di Halloween per garantire la consegna per le festività natalizie. Se questi rapporti sono accurati, si tratta di un problema di catena di approvvigionamento?

A: Anche se non ho familiarità con l'effettiva ricerca alla base di questi rapporti, credo che i consumatori dovrebbero affrontare quest'anno in modo diverso rispetto alle normali festività del passato. Questo è molto un problema di catena di approvvigionamento. Questo è un problema della catena di approvvigionamento, perché il problema di fondo è che la capacità di consegnare la massa di pacchi/prodotti è stata limitata da diversi fattori, come la carenza di manodopera e mezzi di trasporto (ad es. camion, rimorchi). Questa capacità limitata, a sua volta, può causare un movimento più lento dei pacchi e potenziali ritardi.

D: Cosa possono fare i consumatori per garantire l'arrivo tempestivo degli acquisti durante le festività natalizie?

A: Ci sono almeno tre cose che i consumatori possono fare per aiutare a superare le potenziali sfide.

Innanzitutto, inizia presto. Come discusso in precedenza, un inizio anticipato dello shopping/spedizione potrebbe essere vantaggioso. Se un numero sufficiente di consumatori inizia presto, questo aiuterà a evitare un enorme picco nelle spedizioni alla fine di novembre e all'inizio di dicembre che potrebbe sopraffare la capacità di consegna limitata.

In secondo luogo, eliminare le spedizioni extra. Ad esempio, gli acquirenti online possono fare in modo che le aziende spediscano direttamente a familiari e amici anziché spedire a se stessi e quindi spedire a familiari e amici.

Infine, scegli con saggezza le opzioni di spedizione e le società online. Tutte le opzioni di spedizione non sono uguali in affidabilità e velocità. Allo stesso modo, tutte le aziende non sono ugualmente abili nella spedizione veloce e affidabile degli acquisti online. 

D: Ci sono altre preoccupazioni sulla catena di approvvigionamento che i consumatori dovrebbero conoscere per le festività natalizie?

A: Molte aziende stanno affrontando sfide con esaurimento scorte e rifornimenti più lenti del normale. La linea di fondo è che abbiamo, in molti casi, una domanda superiore all'offerta. I consumatori devono prendere in considerazione almeno due modifiche alla stagione delle vacanze.

Innanzitutto, non farti prendere dal panico, ma sii proattivo. Il disallineamento tra domanda e offerta può causare indisponibilità che potrebbe diventare più impegnativa man mano che avanziamo fino alla fine del 2021.

In secondo luogo, guarda il budget. Le discrepanze tra domanda e offerta possono causare (come stiamo già osservando) prezzi più alti. Inoltre, con una fornitura limitata di prodotti, i rivenditori potrebbero essere meno disposti a offrire sconti importanti. Tutti amiamo un affare, ma aspettarli potrebbe essere più rischioso quest'anno.

D: Mentre i consumatori possono incolpare gli scaffali nudi del supermercato esclusivamente per le interruzioni della catena di approvvigionamento, fattori come la carenza di manodopera e la scarsità di materie prime sono in gioco qui?

A: Sì, ma essenzialmente tutti questi possono essere visti come interruzioni della catena di approvvigionamento o almeno eventi che li attivano. Ad esempio, se un'azienda manifatturiera prevede di produrre 10,000 unità di un prodotto in un determinato periodo di tempo, ma la carenza di manodopera determina solo una capacità sufficiente per produrne 5,000, il piano è stato interrotto. I 5,000 mancanti potrebbero portare a scaffali spogli in alcune località. E questo è solo un esempio dei tanti problemi che possono contribuire alle carenze nelle catene di approvvigionamento.   

D: Infine, sentiamo spesso esperti parlare della "nuova normalità" nelle catene di approvvigionamento. Tuttavia, mentre ci avviciniamo alla fine del secondo anno della pandemia, la frustrazione dei consumatori sembra aumentare per il fatto che le forniture di prodotti non sono prontamente disponibili. La carenza cronica di prodotti è la nuova normalità?

A: No. Non sono d'accordo con queste affermazioni audaci e generali della "nuova normalità" nelle catene di approvvigionamento. In molti casi le cose torneranno alle condizioni pre-Covid. Ci sono alcune eccezioni a questo, tuttavia. Penso che continueremo a vedere un certo livello di carenza man mano che le catene di approvvigionamento torneranno a piena capacità. Inoltre, ci sono alcuni problemi di capacità che richiederanno più tempo per essere affrontati, come la carenza di autisti di camion.

In una nota più brillante, penso che ci sarà un livello di innovazione indotta dal Covid che catapulterà alcune filiere a un livello di eccellenza superiore, portando a sua volta molto valore al consumatore. Nella misura in cui ciò si verifica, i consumatori possono sperimentare una normale "migliore".    

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento