Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Etiopia Ultime notizie · XNUMX€ interviste · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Ultime notizie dagli USA · XNUMX€ video

Nuovo Boeing 737 MAX Corporate Whitewash: i dirigenti Boeing si nascondono dietro One Fall Guy?

Imbiancare

Boeing ha ingannato la FAA nel certificare il Boeing 737 MAX, causando la morte di 157 persone a bordo della Ethiopian Airlines. L'avvocato capo che rappresenta la metà delle vittime sta parlando in an eTurboNews Domande e risposte oggi.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Le famiglie che hanno perso i propri cari nello schianto di un Boeing 737 MAX nel 201,9 uccidendo tutti i 157 a bordo hanno avuto parole dure per Boeing.
  • L'avvocato ha affermato che il governo degli Stati Uniti non è andato abbastanza lontano nell'incriminazione di Mark Forkner giovedì (14 ottobre 2021). 
  • L'ex capo pilota del nuovo velivolo è stato incriminato ieri dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti su sei capi d'accusa per le sue azioni, inclusa la menzogna durante il processo di certificazione del nuovo velivolo. 

eTurboNews ha invitato Kevin P. Durkin dello studio legale Clifford di Chicago, IL, USA, a parlare durante un podcast oggi. Sta rappresentando più di 70 vittime morte sulla Ethiopian Airlines nell'incidente del Boeing 737 MAX.

“Forkner è solo un capro espiatorio. Lui e Boeing sono responsabili della morte di tutti coloro che sono morti negli incidenti MAX", ha affermato Nadia Milleron, madre di Samya Rose Stumo, che è stata uccisa nel secondo incidente mortale nel marzo del 2019. "Il sistema all'interno di Boeing ha premiato a breve termine guadagno finanziario sulla sicurezza e Mark Forkner operava all'interno di quel sistema. I pubblici ministeri possono e dovrebbero trovare alcune altre persone responsabili degli incidenti. Ogni singola famiglia che ha perso qualcuno nell'incidente del MAX si sente allo stesso modo: i dirigenti e il consiglio di amministrazione della Boeing devono andare in prigione".

Lo schianto del volo Ethiopian 302 è avvenuto dopo il decollo nel marzo 2019, uccidendo tutte le 157 persone a bordo. Cinque mesi prima, nell'ottobre 2018, il primo jet Boeing 727 MAX si è schiantato nel Mar di Giava dopo il decollo dall'Indonesia, uccidendo tutti i 189 a bordo.  

“Il Deferred Prosecution Agreement era in realtà un 'Don't Prosecute Agreement' di Boeing del Dipartimento di Giustizia. Nessuno crede davvero che Forkner sia stato l'unico cattivo attore in questa complessa pressione per i profitti e lo schema per frodare la FAA", ha detto Michael Stumo, padre di Samya Rose Stumo. "Dimostra che il CEO di Boeing David Calhoun e gli ex membri del consiglio di amministrazione getteranno chiunque sotto l'autobus per proteggere la C-Suite".

Il Dipartimento di Giustizia ha avviato un procedimento penale contro Boeing per l'uccisione di 346 persone nei due incidenti, ma ha risolto la questione all'inizio di quest'anno in quello che viene definito un accordo di accusa differita. Il professore di diritto della Columbia John Coffee all'epoca lo definì "uno dei peggiori accordi di accusa differita che abbia mai visto". Boeing non ha dovuto dichiararsi colpevole di nessuna delle accuse e nessun dirigente della Boeing è stato accusato. Il principale studio legale di difesa penale aziendale di Boeing è Kirkland & Ellis. Erin Nealy Cox, il procuratore principale nel caso Boeing, ha lasciato il Dipartimento di Giustizia all'inizio di quest'anno e poco dopo è entrato a far parte di Kirkland & Ellis come partner nel suo ufficio di Dallas.

Paul Njoroge di Toronto, Canada, che ha perso tutta la sua famiglia nell'incidente dell'ET302, ha dichiarato: "Le azioni di Mark Forkner e Boeing rispetto alla certificazione, alla produzione e al rilascio sul mercato del 737 MAX, hanno provocato la morte di 346 persone: tra loro mia moglie, sua madre ei nostri tre figli. Per usi e costumi aziendali, Mark Forkner non ha agito da solo. I direttori di Boeing devono essere stati dietro la fretta di produrre il 737 MAX, spingerlo nel mercato, proiettare maggiori ricavi e guadagni, eccitare Wall Street e, così facendo, pompare le azioni Boeing. Quando il volo Lion Air JT610 si è schiantato il 29 ottobre 2018, Mark Forkner e i dirigenti della Boeing hanno commesso 189 omicidi di terzo grado. Ma dopo non essere riuscito a mettere a terra il 737 MAX dopo quell'incidente, spostando consapevolmente l'attenzione del pubblico dalla compagnia incolpando i cosiddetti piloti "stranieri" per quell'incidente, hanno sicuramente commesso 157 omicidi di secondo grado, quando il volo 302 della Ethiopian Airlines si è schiantato il 10 marzo 2019. 

“Il gran giurì federale dovrebbe seguire un accurato processo di accertamento dei fatti, incriminare gli altri, in particolare i dirigenti di alto livello della Boeing, e poi trovarli penalmente responsabili per la morte di mia moglie, i nostri tre figli, mia suocera, e altri 341. Abbiamo avuto udienze al Congresso e al Senato, in cui l'ex CEO di Boeing, Dennis Muilenberg e l'ingegnere capo John Hamilton si sono rifiutati di rispondere a domande di base. Spero che l'incriminazione di Mark Forkner porti alla luce l'entità della negligenza, dell'occultamento di informazioni e dell'arroganza all'interno di Boeing che hanno portato ai due incidenti. Il pubblico merita di sapere. Non ci sarà mai giustizia per me per la morte della mia famiglia, ma ci sarà giustizia per il pubblico se Mark Forkner e altri della Boeing dovessero affrontare il massimo delle pene detentive", ha detto Njoroge.

"L'incriminazione di ieri dell'ex capo pilota della Boeing per aver ingannato le autorità federali sul 737 MAX è un'immagine aziendale", ha affermato Robert A. Clifford, fondatore e senior partner di Clifford Law Offices a Chicago e Lead Counsel nel contenzioso consolidato contro Boeing nel incidente di un 737 MAX in Etiopia nel 2019. "La tragica perdita di 157 vite avrebbe potuto essere evitata se Mark Forkner avesse parlato, ma certamente non ha agito da solo".

Secondo quanto riferito, Forkner, che ha guidato il team tecnico di volo del 737 MAX durante il suo rapido sviluppo in servizio, è stato accusato di due conteggi di frode che coinvolgono parti di aeromobili nel commercio interstatale e quattro conteggi di frode telematica. Dovrebbe comparire venerdì davanti alla corte federale di Fort Worth, in Texas. L'accusa più grave prevede una pena detentiva massima di 20 anni.

"Questo imperdonabile tipo di avidità aziendale va ben oltre il capo pilota della compagnia che ha realizzato a casaccio questi velivoli nel tentativo di aumentare i profitti", ha affermato Clifford. “In qualità di Lead Counsel nel contenzioso contro Boeing e parlando a nome di così tante famiglie che non saranno più le stesse, imploro il DOJ di andare oltre nelle sue indagini penali e incriminazioni per determinare fino a che punto è arrivato l'inganno e chi era al fondo a tutto. Penso che scopriranno che molti funzionari aziendali hanno preso parte a trattenere informazioni critiche dall'agenzia di certificazione. A queste famiglie che hanno dato l'estremo sacrificio e al pubblico volante che continua ad acquistare i biglietti sull'aereo MAX si deve un'indagine criminale approfondita”.

“Anche se viene data la massima pena detentiva, non è niente in confronto a quelle famiglie che non vedranno mai più i loro cari. Se ne sono andati; andato perché Forkner faceva parte di un piano per nascondere la verità a coloro che avevano la capacità di rendere sicuri questi aerei", ha detto Clifford. “E qual è stata la reazione iniziale di Boeing a questi incidenti pur sapendo che avevano tagliato gli angoli? I dirigenti della Boeing hanno scelto di incolpare i piloti innocenti a cui non è stato detto nulla del nuovo sistema software che ha completamente cambiato il modo in cui l'aereo si è comportato, né i manuali di addestramento dei piloti hanno nemmeno menzionato il nuovo sistema software.

Clifford fa riferimento al sistema di potenziamento delle caratteristiche di manovra (MCAS) che Forkner presumibilmente non ha condiviso con i funzionari della FAA prima che approvassero l'aereo come sicuro per il volo.  

"Il pubblico dei voli non è ancora sicuro che Boeing abbia cambiato i suoi modi e stia operando con piena trasparenza nel consentire a questo aereo e ai futuri velivoli di volare", ha affermato Clifford.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Lascia un tuo commento