Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Health News · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Urge una rapida diffusione dei certificati sanitari digitali per i viaggi aerei

Urge una rapida diffusione dei certificati sanitari digitali per i viaggi aerei
Urge una rapida diffusione dei certificati sanitari digitali per i viaggi aerei
Scritto da Harry Johnson

Mentre dozzine di compagnie aeree e paesi hanno implementato certificati sanitari e app digitali, il ritmo di adozione di questi strumenti è stato lento e irregolare.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • L'aviazione commerciale ha iniziato la lunga e lenta scalata fuori dal percorso di viaggio creato dalla pandemia di COVID-19.
  • L'industria delle compagnie aeree ha bisogno di uno strumento digitale sicuro e accettato a livello globale che consenta ai viaggiatori di caricare e portare con sé lo stato del vaccino, i risultati dei test recenti o lo stato di recupero da COVID-19.
  • Con l'aumento dei viaggi, è probabile che le compagnie aeree, il personale di sicurezza e gli agenti per l'immigrazione e il controllo delle frontiere si trovino di fronte a una serie sconcertante di test e documenti sui vaccini da elaborare.

La Flight Safety Foundation ha invitato oggi l'industria aeronautica, i regolatori e le autorità sanitarie di tutto il mondo ad accelerare lo sviluppo di certificati sanitari digitali standardizzati e accettati a livello internazionale e ad averli ampiamente diffusi entro i prossimi 12 mesi.

"L'aviazione commerciale ha iniziato la lunga e lenta ascesa dal percorso di viaggio creato dalla pandemia di COVID-19, ma anche il viaggio internazionale più di routine è pieno di confusione e frustrazione riguardo alla documentazione accettabile, ai requisiti dei test e allo spettro delle quarantene, non importa il rischio di falsi risultati dei test COVID o di frode sullo stato del vaccino", ha affermato il presidente e CEO della Fondazione, il dott. Hassan Shahidi. "Per massimizzare la sicurezza della salute dei passeggeri abbiamo bisogno di uno strumento digitale sicuro e accettato a livello globale che consenta ai viaggiatori di caricare e portare con sé lo stato del vaccino, i risultati dei test recenti o lo stato di recupero del COVID-19 e che sarà riconosciuto e accettato ovunque vadano", Egli ha detto.

Mentre decine di compagnie aeree e paesi si sono schierati certificati sanitari digitali e app, il ritmo di adozione di questi strumenti è stato lento e irregolare. La Fondazione è preoccupata che, con l'aumento dei viaggi, le compagnie aeree, il personale di sicurezza e gli agenti per l'immigrazione e il controllo delle frontiere possano trovarsi di fronte a una sconcertante serie di documenti di test e vaccini da elaborare.

"L'unico modo in cui l'industria sarà in grado di andare avanti in sicurezza e in un modo che infonda fiducia nei viaggiatori, nel personale dell'industria aeronautica, nelle autorità di regolamentazione e nelle autorità sanitarie è se tutte le parti interessate si uniscono e danno priorità allo sviluppo e all'adozione di questi strumenti", ha detto il capitano Conor Nolan, presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione. "Abbiamo bisogno di soluzioni scalabili, interoperabili e che garantiscano la sicurezza delle informazioni sensibili".

Flight Safety Foundation è un'organizzazione internazionale indipendente, senza scopo di lucro, impegnata nella ricerca, nell'istruzione e nelle comunicazioni per migliorare la sicurezza aerea. La missione della Fondazione è connettere, influenzare e guidare la sicurezza aerea globale.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento