eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Cultura · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ Ultime notizie da Israele · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Palestina Ultime notizie · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Shopping · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire

Il turismo palestinese ha perso oltre 1 miliardo di dollari a causa della pandemia

Il turismo palestinese ha perso oltre 1 miliardo di dollari a causa della pandemia
Il turismo palestinese ha perso oltre 1 miliardo di dollari a causa della pandemia
Scritto da Harry Johnson

Sebbene il governo palestinese abbia allentato le misure precauzionali e le restrizioni contro il coronavirus e consentito a tutti i settori di agire normalmente, il settore del turismo, principalmente a Betlemme, soffre ancora.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Il settore del turismo nei Territori palestinesi continua a deteriorarsi a causa della pandemia di COVID-19.
  • Il 77.2 percento degli ospiti dell'hotel in Cisgiordania sono israelo-arabi, il 22.5% di cittadini della Cisgiordania e solo lo 0.3 percento di visitatori dall'estero.
  • I Territori Palestinesi sono costituiti da due aree distinte: la Cisgiordania (compresa Gerusalemme Est) e la Striscia di Gaza.

Un rapporto ufficiale della Giornata mondiale del turismo palestinese, pubblicato oggi, afferma che il settore turistico della Palestina ha perso oltre 1 miliardo di dollari dallo scoppio della pandemia di coronavirus nei Territori palestinesi.

Il rapporto, pubblicato congiuntamente dall'Ufficio centrale di statistica palestinese e dal ministero del turismo e delle antichità, ha aggiunto che le prestazioni del settore turistico in Palestina continuano a peggiorare a causa del COVID-19, in particolare nella città di Betlemme, in Cisgiordania.

Secondo il rapporto, il 77.2 percento degli ospiti dell'hotel in Cisgiordania sono israelo-arabi, il 22.5 percento cittadini della Cisgiordania e solo lo 0.3 percento dall'estero.

"Sebbene il governo palestinese abbia allentato le misure precauzionali e le restrizioni contro il coronavirus e abbia permesso a tutti i settori di agire normalmente, il settore del turismo, principalmente a Betlemme, sta ancora soffrendo", afferma il rapporto.

territori palestinesi consistono in due aree distinte: la Cisgiordania (compresa Gerusalemme Est) e la Striscia di Gaza.

Turismo nel territori palestinesi è il turismo a Gerusalemme Est, in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Nel 2010, 4.6 milioni di persone hanno visitato i territori palestinesi, rispetto ai 2.6 milioni del 2009. Di questo numero, 2.2 milioni erano turisti stranieri mentre 2.7 milioni erano nazionali.

Nell'ultimo trimestre del 2012 oltre 150,000 ospiti hanno soggiornato negli hotel della Cisgiordania; Il 40% era europeo e il 9% proveniva da Stati Uniti e Canada. Le principali guide di viaggio scrivono che “la Cisgiordania non è il luogo più facile in cui viaggiare ma lo sforzo è ampiamente ricompensato.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento