Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Cultura · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Ultime notizie dalle Seychelles · XNUMX€ Turismo

Emergenza climatica ed economica ora per la ripresa del turismo verde

Simposio sul turismo verde delle Seychelles
Scritto da Linda S. Hohnholz

Giovedì 23 settembre gli stakeholder di tutto il settore turistico e della società civile si sono riuniti all'Eden Bleu Hotel per il Green Recovery of Tourism Symposium, per evidenziare l'emergenza climatica e l'imperativo economico di una ripresa verde del turismo.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. È in corso un'iniziativa di collaborazione tra il Dipartimento del turismo delle Seychelles, il Ministero dell'agricoltura, dei cambiamenti climatici e dell'ambiente (MACCE) e l'Alta Commissione britannica.
  2. Un simposio sta affrontando le crescenti vulnerabilità del turismo agli impatti del cambiamento climatico.
  3. Con una notevole dipendenza dal turismo, questi problemi rappresentano una minaccia significativa per l'economia.

Questa iniziativa di collaborazione tra il Dipartimento del turismo delle Seychelles, il Ministero dell'agricoltura, dei cambiamenti climatici e dell'ambiente (MACCE) e l'Alta Commissione britannica, ha riconosciuto la crescente vulnerabilità del turismo agli impatti del cambiamento climatico. Il simposio ha anche riconosciuto la suscettibilità del settore alle proiezioni a lungo termine di una diminuzione dei viaggi a lungo raggio dei viaggiatori globali, a causa della crescente preoccupazione per l'impatto del carbonio dei voli. Con una notevole dipendenza dal turismo, questi problemi rappresentano una minaccia significativa per l'economia del paese.

Le parti interessate sia del settore privato che di quello pubblico hanno condiviso gli strumenti esistenti e le migliori pratiche che sono attualmente contribuire agli sforzi di adattamento e mitigazione del clima all'interno dell'industria del turismo, per ispirare più imprese turistiche a impegnarsi nello sviluppo sostenibile e sostenere attivamente gli sforzi di conservazione. Questi includono etichette di certificazione sostenibile riconosciute, rifiuti intelligenti e responsabili, sistemi di gestione dell'acqua e dell'energia utilizzati negli stabilimenti, trasformare soluzioni basate sulla natura in imprese basate sulla natura e collegare la conservazione alla digitalizzazione del turismo e allo sviluppo del marketing.

Nella sua dichiarazione al simposio, il ministro Radegonde ha affermato che gli eventi degli ultimi due anni ci hanno mostrato quanto rapidamente stia cambiando il mondo e quanto il turismo sia vulnerabile ai fattori esterni, soprattutto in un piccolo stato insulare.

“Stiamo anche assistendo all'aumento del viaggiatore più attento all'ambiente, che si aspetta sempre più che le destinazioni turistiche offrano opzioni turistiche più sostenibili. Ad esempio, la ricerca mostra che un numero crescente di persone prevede di volare di meno per le proprie vacanze al fine di limitare le emissioni di CO2 degli aerei e la propria impronta di carbonio. Inoltre, gli attivisti per il clima hanno intrapreso un'aggressiva campagna di "flight shaming" in tutto il mondo, in particolare in Europa, scoraggiando i voli a lungo raggio. Questi movimenti sembrano guadagnare terreno. E non sono di buon auspicio per il nostro settore turistico. Ci troviamo di fronte a un bivio in cui dobbiamo scegliere saggiamente per un futuro sostenibile e, in particolare, per soluzioni basate sulla natura, che è una preoccupazione centrale in vista della COP 26", ha affermato il ministro Radegonde.

Il simposio è stato anche un'occasione per fare luce su Seychelles' ha rivisto il contributo determinato a livello nazionale (NDC) - con particolare attenzione agli impegni turistici nazionali - per informare le parti interessate del turismo dell'importanza vitale del settore nel raggiungimento di questi obiettivi nei prossimi cinque-dieci anni.

Una tavola rotonda sul tema della “Ripresa Verde del Turismo; Obiettivi, opportunità e bisogni” si è svolto anche nel pomeriggio. I relatori hanno discusso della portata del lavoro e delle opportunità imprenditoriali che una ripresa del turismo verde potrebbe potenzialmente portare alle comunità locali; la necessità di una ripresa che sia inclusiva nel considerare i bisogni e le sfide di tutti gli attori del turismo; come una ripresa verde contribuisce alla Blue Economy delle Seychelles e come il turismo basato sulla natura può ricevere finanziamenti per programmi di conservazione a lungo termine durante i momenti di crisi dell'industria del turismo, come dimostrato dallo scoppio in corso della pandemia di COVID-19 a livello globale.

I partecipanti hanno anche riflettuto sui bisogni necessari per raggiungere un Green Recovery of Tourism – e obiettivi di adattamento e mitigazione del clima – come parte della produzione di un documento di risultato. Questo breve documento rifletterà lo scopo del simposio e riassumerà brevemente le discussioni e le riflessioni fatte durante l'evento. Il documento contiene anche un breve impegno basato sull'NDC e incentrato sul turismo – da utilizzare come punto di riferimento per future deliberazioni – che i partecipanti saranno invitati a firmare.

È importante sottolineare che c'è stato un consenso schiacciante tra i partecipanti sul fatto che le Seychelles fossero ben posizionate per adattarsi al cambiamento del comportamento dei consumatori nei viaggi internazionali ed essere leader mondiale nel turismo sostenibile, probabilmente più di qualsiasi altra destinazione. Il Green Recovery Tourism in Seychelles, come proposto da questo Simposio, trasformerebbe quindi una significativa minaccia economica, in un'opportunità economica a lungo termine.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Linda S. Hohnholz

Linda Hohnholz è stata caporedattrice di eTurboNews per molti anni.
Ama scrivere e presta attenzione ai dettagli.
È anche responsabile di tutti i contenuti premium e dei comunicati stampa.

Lascia un tuo commento