eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ crimine · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Health News · XNUMX€ Diritti umani · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Ultime notizie dalla Svizzera · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

Violenti rivolte scoppiano in Svizzera per i passaporti COVID-19

Violenti rivolte scoppiano in Svizzera per i passaporti COVID-19
Violenti rivolte scoppiano in Svizzera per i passaporti COVID-19
Scritto da Harry Johnson

La polizia di Berna ha fortificato l'edificio del parlamento e ha usato cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e proiettili di gomma per disperdere con la forza la folla in rivolta.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Citando l'aumento del numero di nuovi casi di coronavirus, il governo svizzero ha lanciato i passaporti obbligatori COVID-19 a partire dal 13 settembre.
  • Un gran numero di persone ha marciato attraverso Berna, cantando "libertà" e molestando la polizia.
  • La polizia di Berna ha usato cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e proiettili di gomma per disperdere la folla in rivolta.

Il raduno sulle misure anti-COVID-19 di stasera a Berna è stato vietato dalle autorità e annullato dagli organizzatori, ma un gran numero di persone si è comunque presentato e ha marciato attraverso la capitale de facto della Svizzera, cantando "libertà" e molestando la polizia di Berna.

La polizia di Berna ha fortificato l'edificio del parlamento e ha usato cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e proiettili di gomma per disperdere con la forza la folla in rivolta.

Al calar della notte, le autorità hanno risposto puntando i cannoni ad acqua sui manifestanti che protestavano contro i passaporti COVID-19 imposti dal governo. C'è anche un filmato della polizia antisommossa che spara granate lacrimogene che circola anche sui social media.

Alcuni dei manifestanti hanno lanciato oggetti alla polizia, fischiando e fischiando.

Video e foto precedenti da Berna mostra folle che si radunano in una stazione di transito e cantano "Liberte!" – 'libertà' in francese, una delle lingue usate in Svizzera. Lo stesso canto è stato usato nella vicina Francia per protestare contro i passaporti COVID-19.

Più tardi, la folla ha marciato per le strade di Berna verso il parlamento.

La polizia era in massima allerta dalla mattina, tuttavia, erigendo una barriera di recinzione attorno al Bundeshaus, la sede del parlamento svizzero.

I manifestanti contro i nuovi pass COVID-19 si sono scontrati con la polizia fuori dal palazzo del parlamento. Il direttore della sicurezza di Berna, Reto Nause, lo ha descritto come un tentativo di "prendere d'assalto il palazzo federale" e le autorità hanno risposto disperdendo i manifestanti con cannoni ad acqua e vietando futuri raduni "non autorizzati".

Citando un aumento del numero di casi di coronavirus, Svizzera ha lanciato i passaporti COVID-19 obbligatori a partire dal 13 settembre. Il certificato mostra la prova della vaccinazione, del recupero o del recente risultato negativo del test e deve essere presentato per entrare in ristoranti, bar, palestre o altri spazi pubblici interni. Il provvedimento scadrà a gennaio 2022.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento