Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Ultime notizie in Scozia · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga

La Scozia terrà il secondo referendum sull'indipendenza dal Regno Unito nel 2023

La Scozia terrà il secondo referendum sull'indipendenza dal Regno Unito nel 2023
La Scozia terrà il secondo referendum sull'indipendenza dal Regno Unito nel 2023
Scritto da Harry Johnson

La conferenza del Partito nazionale scozzese ha sostenuto i piani del governo scozzese per la tempistica di un altro referendum sull'indipendenza nel "prima" momento possibile dopo la crisi del COVID-19.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Il primo ministro scozzese vuole il secondo referendum sull'indipendenza.
  • Secondo referendum sull'indipendenza della Scozia entro la fine del 2023.
  • Referendum da tenersi il prima possibile dopo l'emergenza COVID-19.

In un discorso pronunciato oggi alla conferenza autunnale dello Scottish National Party (SNP), il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato che il suo partito intende indire un altro referendum legale sull'indipendenza dal Regno Unito.

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato che il suo partito intende tenere un altro referendum legale sull'indipendenza dal Regno Unito

Lo storione ha detto che il secondo Referendum per l'indipendenza scozzese si terrà entro la fine del 2023 se la pandemia di COVID-19 sarà sotto controllo, e ha chiesto al governo britannico di accettarlo "nello spirito di cooperazione".

Secondo Sturgeon, a maggio il popolo scozzese ha eletto un nuovo parlamento scozzese, che ha una “maggioranza chiara e sostanziale a favore di un referendum sull'indipendenza”.

“Mentre usciremo dalla pandemia, devono essere prese decisioni che modelleranno la Scozia per i decenni a venire. Quindi dobbiamo decidere. Chi dovrebbe prendere quelle decisioni: persone qui in Scozia o governi per cui non votiamo a Westminster. Questa è la scelta che intendiamo offrire al popolo scozzese in un referendum legale entro questa legislatura – COVID permettendo, entro la fine del 2023”, ha affermato nel discorso.

Sturgeon ha aggiunto che "non spetta a un governo di Westminster che ha solo sei parlamentari in Scozia decidere il nostro futuro senza il consenso delle persone che vivono qui".

Sturgeon ha detto che non avrebbe "stabilito un livello preciso di infezione" per quando potrebbe esserci un voto - "ma vorreste vedere la situazione COVID sotto controllo".

I Scottish National Party La conferenza ha sostenuto i piani del governo scozzese per la tempistica di un altro referendum sull'indipendenza nel momento "prima" possibile dopo la crisi del COVID-19.

Il partito ha affermato che la data dovrebbe essere determinata da "criteri basati sui dati" su quando sarà finita la crisi della salute pubblica.

Un referendum sull'indipendenza scozzese si è tenuto nel 2014, quando il 55% degli elettori ha sostenuto la permanenza in Gran Bretagna. Poco dopo che il partito di Sturgeon si è assicurato la quarta vittoria consecutiva alle elezioni parlamentari scozzesi a maggio, si è impegnata a spingere per un secondo referendum sull'indipendenza quando la crisi pandemica sarà passata.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha precedentemente affermato che non approverà un secondo referendum sull'indipendenza.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni.
Harry vive a Honolulu, Hawaii ed è originario dell'Europa.
Ama scrivere e ha ricoperto il ruolo di redattore dei compiti per eTurboNews.

Lascia un tuo commento