Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Ultime notizie dalla Cina · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Investimenti · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Tecnologia · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Notizie varie

I costi delle case automobilistiche globali salgono a causa della palese truccatura dei prezzi dei rivenditori di chip cinesi

I costi delle case automobilistiche globali salgono a causa dell'evidente contrabbando dei prezzi dei rivenditori di chip cinesi
I costi delle case automobilistiche globali salgono a causa dell'evidente contrabbando dei prezzi dei rivenditori di chip cinesi
Scritto da Harry Johnson

La carenza globale di chip ha avuto un enorme impatto negativo, colpendo le case automobilistiche di tutto il mondo. La crisi, scoppiata nel secondo trimestre del 2020 a causa della ridotta capacità delle fonderie e dell'aumento della domanda di semiconduttori in altri campi come il 5G, è stata aggravata dalla crescente incertezza che circonda la furiosa pandemia di COVID-19.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • I distributori cinesi di chip sono stati multati per aumento dei prezzi.
  • I rivenditori di chip hanno aumentato i prezzi di 40 volte rispetto al prezzo di acquisto.
  • Il regolatore cinese impone $ 388,000 di multe.

L'amministrazione statale cinese per la regolamentazione del mercato (SAMR) ha multato tre rivenditori di auto-chip di 2.5 milioni di yuan (388,000 dollari) per truffe sui prezzi a causa di una continua carenza globale di semiconduttori che danneggia gravemente l'industria automobilistica globale.

Il principale organo di controllo del mercato del paese ha imposto una multa a Shanghai Cheter, Shanghai Chengsheng Industrial e Shenzhen Yuchang Technologies dopo che un'indagine, avviata dal regolatore ad agosto, ha scoperto che i rivenditori di chip hanno gonfiato i prezzi dei chip per auto fino al 4000% rispetto al prezzo di acquisto.

"MRSA continuerà a prestare molta attenzione all'indice dei prezzi dei chip, a intensificare il nostro monitoraggio dei prezzi e a reprimere attività illegali come l'accaparramento e l'aumento dei prezzi per mantenere il buon ordine del mercato", ha affermato il regolatore in una nota.

In un mercato con domanda e offerta equilibrate, il tasso di ricarico dei commercianti di auto-chip è normalmente compreso tra il 7% e il 10%, secondo il watchdog. SAMR ha evidenziato che il drammatico aumento ha suscitato il panico tra i produttori di componenti e le case automobilistiche, esacerbando uno squilibrio tra domanda e offerta e innescando un ulteriore aumento dei prezzi.

La carenza globale di chip ha avuto un enorme impatto negativo, colpendo le case automobilistiche di tutto il mondo. La crisi, emersa nel secondo trimestre del 2020 a causa della ridotta capacità delle fonderie e dell'aumento della domanda di semiconduttori in altri settori come il 5G, è stata aggravata dalla crescente incertezza che circonda la furia Pandemia di COVID-19.

Le autorità cinesi stavano cercando di ridurre la pressione sul settore automobilistico del paese che, secondo quanto riferito, rappresenta un veicolo su tre prodotto nel mondo.

L'industria automobilistica cinese, la più grande al mondo per veicoli a benzina ed elettrici, ha subito un duro colpo a causa della carenza globale. Secondo i dati del governo, il paese fa affidamento sulle importazioni per oltre il 90% dei suoi prodotti a semiconduttori.

Secondo i dati rilevati da SAMR, la produzione di autovetture a giugno ha registrato un calo su base mensile del 3.8%, mentre le vendite sono diminuite del 4.7%.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry Johnson

Harry Johnson è stato il redattore degli incarichi per eTurboNews per quasi 20 anni. Vive a Honolulu, nelle Hawaii, ed è originario dell'Europa. Gli piace scrivere e coprire le notizie.

Lascia un tuo commento