eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Compagnie Aeree · XNUMX€ Aeroporto · XNUMX€ Associazioni News · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ Viaggio di lavoro · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Ultime notizie dall'Italia · XNUMX€ Cosa ce di nuovo · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Responsabile · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Notizie varie

Ue esortata a fermare le violazioni dei diritti dei lavoratori Alitalia

Ue esortata a fermare le violazioni dei diritti dei lavoratori Alitalia
Ue esortata a fermare le violazioni dei diritti dei lavoratori Alitalia
Scritto da Harry S. Johnson

L'ETF condanna fermamente il fatto che la Commissione europea non abbia preso in considerazione i diritti legali dei lavoratori nell'ambito del pilastro europeo dei diritti sociali.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • ITA ha dato il via libera per rilevare parte delle operazioni di Alitalia.
  • La decisione è una grave violazione degli accordi di contrattazione collettiva esistenti, afferma il sindacato.
  • La decisione della Commissione ha un impatto diretto sulla vita di oltre 11,000 persone.

La Federazione europea dei lavoratori dei trasporti condanna fermamente le conclusioni annunciate oggi dalla Commissione europea in merito al caso Alitalia/Italia Trasporto Aereo SpA (ITA) che dà il via libera alla nuova società, ITA, per rilevare parte delle attività di Alitalia.

Siamo rimasti scioccati dal fatto che la Commissione europea abbia potuto prendere una tale decisione così facilmente e senza alcuna considerazione per i diritti dei lavoratori. A nostro avviso, questo è un duro colpo e una grave violazione degli accordi legali di contrattazione collettiva esistenti in Italia, che fanno saltare in aria i duri sforzi dei sindacati italiani e dei datori di lavoro nella negoziazione di nuovi contratti di lavoro. Invece, la posizione odierna della CE sta promuovendo nuovi contratti di lavoro potenzialmente precari. La Commissione è chiaramente orientata all'efficienza in termini di costi e lo fa a spese dell'aviazione sostenibile, in particolare dell'aviazione socialmente sostenibile.

Livia Spera, Segretario Generale dell'ETF dichiara:

Questo è uno schiaffo in faccia ai lavoratori di Alitalia, alle loro famiglie e ai loro sindacati. La decisione della Commissione ha un impatto diretto sulla vita di oltre 11,000 persone e delle loro famiglie e l'uso di tale retorica è sia offensivo che sprezzante nei confronti delle loro preoccupazioni. In solidarietà con i nostri colleghi che oggi hanno manifestato contro questo approccio ingiusto e insostenibile, invito la Commissione europea a ritrattare la sua dichiarazione e a riconsiderare gli obiettivi di questa approvazione degli aiuti di Stato, che non supportano un'industria aeronautica sostenibile e non supportano i cittadini d'Europa.

Inoltre, l'ETF condanna fermamente il fatto che la Commissione europea non abbia preso in considerazione i diritti legali dei lavoratori nell'ambito del pilastro europeo dei diritti sociali, inclusi, ma non solo, i principi di occupazione sicura e adattabile e dialogo sociale. Inoltre, l'ETF richiama l'attenzione sul fatto che la CE sta ignorando consapevolmente qualsiasi tentativo di tutelare i contratti di lavoro dei lavoratori che devono essere assunti dal nuovo vettore, ITA.

L'ETF sta supportando pienamente i lavoratori italiani in sciopero di Alitalia oggi, nei loro sforzi per riaprire le trattative con il nuovo datore di lavoro, ITA. Ciò deve avvenire nel pieno rispetto della legge italiana, e riconoscendo il diritto alla contrattazione collettiva a livello nazionale.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Harry S. Johnson

Harry S. Johnson lavora nel settore dei viaggi da 20 anni. Ha iniziato la sua carriera di viaggio come assistente di volo per Alitalia e oggi lavora per TravelNewsGroup come redattore negli ultimi 8 anni. Harry è un avido viaggiatore giramondo.

Lascia un tuo commento