eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Guestpost

Che cos'è MVP e come applicarlo nella progettazione hardware

Scritto da editore

Potresti aver sentito parlare di MVP – il Minimum Viable Product – e probabilmente lo hai associato al software. In realtà, questo concetto si applica anche all'hardware. In questo articolo imparerai a conoscere MVP e scoprirai come puoi usarlo esattamente nella progettazione del tuo prodotto elettronico.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Si possono minimizzare costi e tempi di progettazione e realizzare il prodotto con caratteristiche minime.
  2. Utilizzando il principio di MVP otterrai maggiori informazioni sulle preferenze dei clienti.
  3. MVP è un prodotto creato con il minimo sforzo.

È ovvio che la progettazione e la fabbricazione di un prodotto, software o hardware, richiede impegno e costi. Nel caso in cui un prodotto sia nuovo o non si sia sicuri delle percezioni dei clienti al riguardo, è possibile ridurre al minimo i costi ei tempi di progettazione e creare il prodotto con caratteristiche minime. Naturalmente, creando un prodotto puoi solo presumere ciò che i tuoi clienti vogliono e sono disposti a pagare. Per questo motivo, puoi utilizzare il principio di MVP e ottenere maggiori informazioni sulle preferenze dei clienti. In questo modo, raccoglierai feedback dai tuoi primi clienti. Ciò ti consente di sviluppare il tuo prodotto futuro facendo affidamento sulle attitudini dei clienti. Quindi, MVP è un prodotto creato con il minimo sforzo. 

Come utilizzare MVP nell'hardware?

Fondamentalmente, l'uso di questo concetto non differisce nella progettazione dell'hardware. Innanzitutto, dovresti determinare un insieme ottimale di funzionalità per il tuo prodotto. Tieni presente che ogni funzionalità aumenterà la complessità del tuo prodotto e, di conseguenza, i costi e gli sforzi per la sua progettazione. Per evitare di aggiungere troppe funzionalità, sii selettivo. Come punto di partenza, puoi elencare tutte le potenziali funzionalità per il tuo prodotto, classificarle per complessità e costo e dare priorità considerando le presunte esigenze dei clienti. 

Quindi, determina il costo e il tempo per lo sviluppo di ciascuna funzionalità e, infine, il costo del tuo prodotto. Trova un equilibrio tra il costo di produzione e il prezzo del tuo prodotto. Si consiglia di concentrarsi su quelle caratteristiche che ritieni possano aggiungere i margini di profitto più elevati al tuo prodotto. 

Dopo aver classificato le funzionalità, escludi quelle con elevata complessità e costo dalla parte superiore dell'elenco. Le funzionalità complesse e costose non possono essere progettate in termini di MVP. Invece, identifica le funzionalità convenienti con un'elevata priorità del cliente. MVP dovrebbe includere funzionalità semplici ed economiche. 

Quindi, ottenere il prodotto minimo praticabile sul mercato il prima possibile. L'idea di base di MVP risiede non solo nei costi minimi, ma anche nel tempo minimo speso per la progettazione iniziale del prodotto. Quindi, risparmia tempo e procedi ad apprendere le esigenze dei clienti. Puoi raccogliere feedback dai clienti attraverso le vendite e vari dati di vendita. Questi dati verranno utilizzati per la versione futura del prodotto che soddisferà le richieste dei clienti. Allo stesso tempo, utilizzando il feedback puoi decidere di sviluppare un prodotto diverso. Tieni presente che alcune funzionalità non necessarie del tuo MVP verranno escluse dalle nuove versioni del tuo prodotto.

Quindi, MVP consente di dedicare meno tempo e costi alla progettazione del prodotto, raccogliendo feedback da clienti reali e adattando il tuo prodotto al feedback. Leggi più articoli sulla progettazione elettronica.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

editore

Redattore capo è Linda Hohnholz.

Lascia un tuo commento