eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra :
Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ente per il turismo africano · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ crimine · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ Hawaii Ultime notizie · XNUMX€ LGBTQ · XNUMX€ News · XNUMX€ Persone · XNUMX€ Comunicati stampa · XNUMX€ Sicurezza · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ In voga · XNUMX€ Ultime notizie dagli USA · XNUMX€ Notizie varie · XNUMX€ WTN

World Tourism Network Visione su Turismo e Terrorismo

wtn350x200

Il caos di oggi e gli attacchi terroristici a
L'aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul, in Afghanistan, e il vicino Baron Hotel rappresentano un punto di svolta anche per la già fragile industria globale dei viaggi e del turismo.
Il presidente del World Tourism Network, il dott. Peter Tarlow, pubblica un rapporto con i suoi punti di vista.

Stampa Friendly, PDF e Email
  • Gli attacchi di oggi a Kabul, in Afghanistan, sono anche un attacco al turismo mondiale.
  • 26 di agostoth gli attacchi ai civili dell'aeroporto di Kabul che cercano di lasciare l'Afghanistan servono come ulteriore promemoria di quanto sia pericolosa la situazione in Afghanistan. 
  • Con l'avvicinarsi della data finale per la partenza degli Stati Uniti e dei suoi alleati da quel paese, è importante che i professionisti dell'industria del turismo prendano un respiro profondo e considerino il potenziale impatto della vittoria dei talebani sul mondo del turismo. 

I Rete mondiale del turismo ritiene che sia importante per questo settore globale non essere immune all'attuale sviluppo globale su COVID, cambiamento climatico e minacce terroristiche.

Presidente WTN Il dottor Peter Tarlow che è anche un riconosciuto esperto di sicurezza e protezione nel settore dei viaggi e del turismo scrive:

Il turismo non è separato dalle molte attuali crisi globali in corso

Sebbene ci saranno numerosi articoli sulla presa del potere da parte dei talebani in Afghanistan scritti dal punto di vista politico, spesso è impossibile separare il mondo delle azioni politiche dal mondo del turismo. Ad esempio, gli attentati di Al Qaeda nel settembre 2001 sono stati azioni politiche, ma i risultati sono stati economici immediati per il turismo e l'industria del turismo sente ancora, una ventina d'anni dopo, le ripercussioni dell'11 settembre 2001. Il settembre 2021 non segnerà solo vent'anni da quando gli attacchi che vengono anche chiamati 9-11 (11 settembreth), ma l'alba di un'era potenzialmente nuova e più pericolosa per il mondo del turismo. 

Nessuno sa come sarà il mondo del turismo tra 6 mesi, un anno o due anni da oggi. L'industria del turismo è sempre vulnerabile a eventi politici o economici imprevedibili o imprevisti che sono spesso chiamati eventi del "cigno nero".  

Poiché le comunicazioni avanzate fanno sembrare che il mondo diventi sempre più piccolo e gli eventi diventano noti in tutto il mondo quasi istantaneamente, sembra che lì il numero di eventi del cigno nero aumenti con il tempo.  

Questi eventi influenzano spesso le nostre decisioni di viaggio, sia per piacere che per affari. I funzionari del turismo devono essere sempre consapevoli che le correnti della storia non sono singoli eventi, ma un pot-pourri di eventi. Ironia della sorte, queste miscele sembrano improbabili prima del loro verificarsi, ma una volta che si sono verificate, a posteriori sembrano essere state il risultato logico. 

Gli eventi della fine dell'estate del 2021 esemplificano questo mélange di eventi e dal punto di vista del turismo e del settore richiedono un'analisi ponderata. Anche se sto scrivendo questo articolo dal punto di vista degli Stati Uniti, in realtà molte di queste correnti storiche avranno un impatto sull'industria del turismo mondiale. 

L'estate del 2021 è stata piena di sfide sia nuove che irrisolte. Ad esempio, l'industria del turismo aveva sperato che entro la fine dell'estate dell'emisfero settentrionale la pandemia di COVID-19 sarebbe diventata parte della storia piuttosto che una sfida continua.  

La variante Delta della pandemia di COVID ha posto fine a quella speranza. 

Nell'agosto del 2021 gran parte del mondo è bloccato in questioni come vaccinare o meno e se è necessario un terzo colpo. Sei mesi fa, nessuno, o pochissime persone, aveva sentito parlare della variante Delta del COVID.

 I centri turistici, come le Hawaii, stavano esplodendo e c'era la speranza che l'industria delle crociere sarebbe presto in piedi. 

Invece, leggiamo titoli come: "Hawaii Gov. Scoraggia il viaggio nello Stato in mezzo all'aumento dei casi di COVID-19" (rivista Travel & Leisure), o Prenotare Hawaii Travel è ora una decisione di vita o di morte. (eTurboNews)

Questo aumento dei casi di covid si sta verificando all'incirca nello stesso periodo in cui gli Stati Uniti (e gran parte del mondo) stanno vivendo il peggior caso di inflazione degli ultimi decenni.   

Titoli come quello seguente della CNBC (luglio 2021) "L'inflazione sale più del previsto a giugno poiché l'indice dei prezzi aumenta del 5.4%" affermano ciò che chiunque fa acquisti già sa. È particolarmente importante che i funzionari del turismo comprendano l'impatto dell'inflazione poiché i pensionati sani costituiscono un segmento considerevole dell'industria del turismo di piacere. Questo segmento del pubblico viaggiante vive spesso di reddito fisso ed è particolarmente sensibile all'aumento dei prezzi.  

Un'ulteriore crisi che ha un impatto sull'industria del turismo sono i crimini

.Ad esempio in un articolo di notizie della BBC il 7 luglioth sulla criminalità in America afferma: “Il New York Times ha esaminato 37 città negli Stati Uniti con i dati dei primi tre mesi di quest'anno (2021), e nel complesso c'è stato un aumento del 18% degli omicidi rispetto allo stesso periodo del 2020”.

Tali titoli in tutto il mondo scoraggiano i viaggi negli Stati Uniti una volta riaperti i confini. L'ondata di criminalità ha anche avuto un impatto sui viaggi nazionali verso città statunitensi come Chicago, Portland, Oregon, Miami, Houston, San Francisco, Seattle, Washington, DC e New York City. 

I attacco all'aeroporto di Kabul oggi sottolinea il fatto che il turismo ora deve affrontare nuove minacce.  

A questo punto, nessuno sa esattamente quanto sarà letale per il turismo mondiale la conquista dell'Afghanistan da parte dei talebani.  

Quello che sappiamo è che l'Afghanistan è ora sotto il controllo quasi completo di un gruppo terroristico. Il dominio dei talebani sull'Afghanistan vent'anni fa si è tradotto in un rifugio sicuro per i terroristi di Al-Qaeda e numerosi attacchi contro importanti obiettivi politici e turistici come il World Trade Center di New York.  

Il fatto che l'Afghanistan sia ora controllato da un gruppo islamico fondamentalista rende la situazione completamente diversa da altri problemi attuali, soprattutto perché in passato il turismo è servito da calamita per gli attacchi terroristici. Il potenziale per i terroristi che arrecano gravi danni all'industria del turismo è ora maggiore che in qualsiasi momento dagli attacchi dell'9 settembre. 

Un breve riassunto di alcune delle sfide che la caduta dell'Afghanistan comporta per il turismo mondiale:

  • Il viaggio potrebbe diventare molto più difficile e pericoloso. Il fatto che ora ci siano migliaia di persone non controllate che hanno lasciato l'Afghanistan significa che c'è la possibilità che almeno alcune di queste persone possano far parte di cellule dormienti e i governi dovranno prendere ulteriori precauzioni finché non sarà chiaro chi è viaggio e per quali circostanze.
  • Il confine tra Stati Uniti e Messico, già pericoloso, diventerà molto più pericoloso. Gli Stati Uniti negli ultimi sette mesi hanno messo in atto una politica di “frontiera aperta”. I migranti non controllati o scarsamente controllati ora entrano negli Stati Uniti sia da nazioni amiche che da nazioni ostili. Alcune di queste persone vengono per motivi di asilo politico o opportunità economiche. Altri potrebbero venire per ragioni meno positive e una volta negli Stati Uniti sono praticamente liberi di andare dove vogliono. Questa migrazione continua e non regolamentata ha già portato all'aumento di criminalità e malattie, incluso il Covid. 
  • L'Europa dovrebbe aspettarsi un aumento dei rifugiati non controllati che continueranno a rendere l'Europa meno sicura e meno attraente per i visitatori. Il risultato sarà un calo degli standard di vita e della qualità della vita europei.
  • La tradizionale fonte di reddito dei talebani, le droghe illegali e soprattutto la produzione di eroina, aumenterà e questo aumento è destinato a causare problemi all'industria del turismo. I “narcotici” non dovranno più temere altro che un esattore delle tasse e il risultato potrebbe essere un forte aumento del traffico di droga (e forse anche di sesso) in tutto il mondo, soprattutto nelle nazioni occidentali. Sono queste nazioni che producono la maggior parte del turismo mondiale. 
  • L'improvviso ritiro degli Stati Uniti dall'Afghanistan e la loro mancanza di coordinamento con i loro alleati della NATO potrebbero portare a un indebolimento dell'alleanza della NATO proprio nel momento in cui il turismo potrebbe affrontare nuove minacce terroristiche. L'industria del turismo dovrà lavorare insieme e con più agenzie governative contro qualsiasi nuova minaccia di terrorismo o criminalità organizzata. 
  • Il fatto che attualmente i cinesi vedano un'America debole potrebbe incoraggiare un attacco a Taiwan o ad altre parti del Mar Cinese Meridionale. Tali livelli di instabilità possono solo danneggiare la ripresa del turismo sia lungo il confine asiatico del Pacifico che nei paesi dell'Asia meridionale Il turismo in questa regione può diventare totalmente dominato dai cinesi e paesi come la Corea del Nord potrebbero essere incoraggiati ad agire in modo avventato. Va ricordato che gran parte del carico mondiale va via nave e gli attacchi alle principali rotte marittime potrebbero comportare un aumento dei prezzi di trasporto. 
  • La caduta di Kabul è un campanello d'allarme per i dirigenti del turismo. Questo non è il momento di ridurre la sicurezza del turismo, ma piuttosto di pianificare un periodo di tempo potenzialmente difficile.  

I leader del turismo dovranno lavorare con i loro governi, le forze dell'ordine e i loro ministeri della salute per creare le condizioni per l'espansione dell'industria del turismo e una maggiore sicurezza.  

Non saranno tempi facili, ma l'industria del turismo che deve sopravvivere deve affrontare la realtà, deve essere preparata al peggio, ma allo stesso tempo pregare per il meglio e lavorare per unire le persone.

Informazioni su World Tourism Network (WTN)

WTN è la voce attesa da tempo delle piccole e medie imprese di viaggi e turismo in tutto il mondo. Unendo i nostri sforzi, mettiamo in primo piano le esigenze e le aspirazioni delle piccole e medie imprese e dei loro Stakeholder.

Riunendo i membri del settore pubblico e privato su piattaforme regionali e globali, WTN non solo sostiene i suoi membri, ma fornisce loro una voce nei principali incontri turistici. WTN offre opportunità e networking essenziale per i suoi membri in attualmente 128 paesi.

Maggiori informazioni su abbonamenti e attività vai a www.wtn.travel

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Dott. Peter E. Tarlow

Il Dr. Peter E. Tarlow è un oratore di fama mondiale ed esperto specializzato nell'impatto della criminalità e del terrorismo sull'industria del turismo, sulla gestione degli eventi e del rischio turistico, sul turismo e sullo sviluppo economico. Dal 1990, Tarlow aiuta la comunità del turismo con questioni come la sicurezza e la protezione dei viaggi, lo sviluppo economico, il marketing creativo e il pensiero creativo.

Come noto autore nel campo della sicurezza del turismo, Tarlow è autore di numerosi libri sulla sicurezza del turismo e pubblica numerosi articoli di ricerca accademica e applicata su questioni di sicurezza, inclusi articoli pubblicati su The Futurist, Journal of Travel Research e Gestione della sicurezza. L'ampia gamma di articoli professionali e accademici di Tarlow comprende articoli su argomenti quali: "turismo oscuro", teorie del terrorismo e sviluppo economico attraverso il turismo, religione e terrorismo e turismo da crociera. Tarlow scrive e pubblica anche la popolare newsletter turistica on-line Tourism Tidbits letta da migliaia di professionisti del turismo e dei viaggi in tutto il mondo nelle sue edizioni in lingua inglese, spagnola e portoghese.

https://safertourism.com/

Lascia un tuo commento