eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Health News · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Ultime notizie dall'Italia · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie varie

Protesta delle agenzie di viaggio: dichiarazione del Ministro del Turismo ingannevole

Positivo e felice il Ministro del Turismo italiano

“La stagione sta andando bene, sono ripartite fiere e congressi. Non darò i numeri, ma sarà un'estate meravigliosa, prossima al 2019, se non oltre in alcune situazioni. Insomma, una stagione molto, molto positiva. Stiamo già pensando all'inverno, per permettere una stagione serena, senza scossoni». Lo ha detto Massimo Garavaglia, ministro del Turismo italiano, al meeting di Rimini.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Usare parole come meraviglioso, pacifico e positivo non era quello che gli agenti di viaggio in Italia volevano sentire dal loro ministro del Turismo.
  2. Dopo che il ministro ha manifestato la sua visione positiva dell'industria del turismo nel suo paese, le agenzie di viaggio hanno sentito abbastanza e hanno inviato una lettera di protesta.
  3. In poche parole, il Movimento Autonomo Agenzie di Viaggio italiane ha detto al ministro del Turismo: “Questa non è la verità”.

“Storicamente”, ha aggiunto il ministro, “il turismo vale il 14% del Pil, ma può arrivare al 20%. Non è follia. Abbiamo un grande potenziale. Ma abbiamo bisogno di alcune cose: per esempio, un piano generale per l'enogastronomia. Poi dobbiamo puntare ad avere 60 ITS (Istituto Tecnico Superiore per studenti di Turismo) come la Spagna. Con un minimo di organizzazione possiamo guadagnare quote di mercato”.

Enrica Montanucci

La protesta del MAAVI, (Movimento Autonomo Agenzie di Viaggio Italiane)

In vista del terzo D-Day, l'ennesimo giorno della dignità, convocato l'8 settembre alle 10 in Piazza del Popolo a Roma, il Presidente dell'Associazione delle Agenzie di Viaggio, Enrica Montanucci, ha inviato una formale protesta a Turismo Italia Il ministro Massimo, che è stato ospite al meeting di Rimini 2021 e che ha celebrato l'estate turistica italiana come una stagione da record.

La lettera della Sig.ra Montanucci al Ministro così recita:

“Caro ministro Garavaglia:

“Quello che lei ha dichiarato a Rimini è assolutamente inaccettabile per l'intera categoria degli agenti di viaggio italiani. Se per 'stagione quasi ai livelli del 2019' ti riferisci alle persone che, non potendo andare altrove, si sono riversate nel Località turistiche in Italia, dando, almeno ad una prima analisi, l'impressione che tutto fosse tornato all'apparente normalità, quindi tanto vale essere d'accordo con te. Spiagge piene, hotel pieni, gente intorno... in una colorata imitazione dell'allegria estiva disinvolta.

"Questa non è la verità.

“Chi fa l'agente di viaggio di mestiere ha visto passare dai propri uffici tante persone, ha venduto (male e con difficoltà dovute alla sfiducia e alla poca chiarezza delle informazioni) molte destinazioni italiane litigando con le prenotazioni online, con albergatori furbi che hanno spesso hanno cercato di raggiungere il cliente direttamente, clienti spaventati e poco convinti, prezzi gonfiati all'estremo e altro ancora. Alberghi pieni non significa che il turismo sia in ripresa.

“Il nostro mondo, quello delle agenzie di viaggio che danno lavoro a 80,000 persone, che da anni paga le tasse in silenzio e non ha mai chiesto nulla, è al capolinea. Abbiamo vissuto un'estate che, priva di destinazioni extra-europee, ha visto volumi pari al 35% rispetto al 2019, riferiti ai soli mesi di alta stagione. Prendendo... gennaio/luglio, il calo medio è del 90%. In sostanza, non è cambiato nulla.

“Crediamo nel vostro entusiasmo, ma crediamo anche che il futuro che abbiamo di fronte richieda un supporto importante che deve essere allocato con la massima urgenza. Per questo forse è rischioso e poco utile divulgare false dichiarazioni.

“Da MAAVI, quindi, vi viene trasmessa la richiesta di limitare l'uso dannoso e fuorviante dei media, di ascoltare l'urlo di 'dolore e disperazione' degli agenti di viaggio e, ai colleghi, l'appello a tornare in piazza compatti l'8 settembre. Più numerosi e più combattivi dell'ultima volta contro il bla bla bla delle istituzioni: «Basta parole. È tempo di fatti.'”

#rebuildingtravel

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Mario Masciullo - eTN Italia

Mario è un veterano nel settore dei viaggi.
La sua esperienza si estende in tutto il mondo dal 1960, quando all'età di 21 anni ha iniziato ad esplorare il Giappone, Hong Kong e la Thailandia.
Mario ha visto il World Tourism svilupparsi fino ad oggi e ha assistito al
distruzione della radice / testimonianza del passato di un buon numero di paesi a favore della modernità / progresso.
Negli ultimi 20 anni l'esperienza di viaggio di Mario si è concentrata nel sud-est asiatico e negli ultimi tempi ha incluso il subcontinente indiano.

Parte dell'esperienza lavorativa di Mario comprende molteplici attività nell'Aviazione Civile
field si è concluso dopo aver organizzato il kik off di Malaysia Singapore Airlines in Italia come Institutor e proseguito per 16 anni nel ruolo di Sales / Marketing Manager Italy per Singapore Airlines dopo la scissione dei due governi nell'ottobre 1972.

La licenza ufficiale di giornalista di Mario è dell '"Ordine Nazionale dei Giornalisti Roma, Italia nel 1977.

Lascia un tuo commento

1 Commenti