eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Notizie governative · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ News · XNUMX€ Ultime notizie dalle Seychelles · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Notizie varie

Il ministro del Turismo delle Seychelles visita i piccoli stabilimenti di La Digue

Seychelles La Digue

Tornando alle sue radici, il Ministro degli Affari Esteri e del Turismo, il Sig. Sylvestre Radegonde, lui stesso un Diguois, salpò per l'isola di La Digue, facendo appello ai piccoli stabilimenti nei suoi continui sforzi per familiarizzare con i partner turistici locali e i loro prodotti.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. I proprietari di La Digue hanno concordato all'unanimità che l'isola sta tornando in vita mentre i visitatori tornano lentamente.
  2. Il ministro Radegonde ha sottolineato l'importanza di preservare La Digue e il suo stile di vita.
  3. Il segretario principale per il turismo, la signora Sherin Francis, ha affermato che alcuni di questi piccoli stabilimenti hanno gli stessi standard degli hotel più grandi e di lusso.

Accompagnato dal Segretario principale per il Turismo, la signora Sherin Francis, il ministro Radegonde ha iniziato il suo viaggio a La Digue giovedì 19 agosto 2021, a Lakaz Safran. Questo è stato seguito da La Digue Self Catering Apartments, Chez Marston, Domaine Les Rochers, Le Nautique Luxury Waterfront Hotel, Tanette's Villa, Fleur de Lys, Auberge De Nadege, Ylang Ylang, Hyde-Tide Apartments e termina a La Digue Holiday Villas.

Logo delle Seychelles 2021

I Visite ministeriali ha continuato il giorno seguente a partire da Kaz Digwa Self Catering seguito da Pension Fidele, Gregoire Apartments, Pension Hibiscus, Lucy's Guesthouse, Cabane Des Anges, Pension Michel, Le Repaire Boutique Hotel & Restaurant, Chez Marva, La Belle Digue Don e finendo con Belle Amia.

I proprietari di La Digue hanno concordato all'unanimità che l'isola sta tornando in vita mentre i visitatori tornano lentamente. Molti viaggiatori si trovano ancora attratti dal fascino dell'isola, soprattutto dalla tranquillità dell'isola e dall'ospitalità della gente, ritrovandosi a sentirsi come a casa propria.

Molti dei proprietari di questi stabilimenti avevano numerose preoccupazioni per la mancanza di manodopera affidabile e la messa in pericolo dello stile di vita di La Digue. Hanno anche espresso le loro preoccupazioni per l'aumento del numero di escursionisti. Come risultato di diversi fattori, tra cui la diminuzione della frequenza degli arrivi in ​​barca sull'isola, che ha avuto un impatto significativo sui tassi di occupazione, un minor numero di visitatori pernotta, il che ha ridotto le entrate per l'isola.

Con il suo autentico fascino creolo, La Digue si è fatta un nome per offrire ai viaggiatori l'ultima esperienza culturale, tuttavia, la modernizzazione ha minacciato di distruggere alcune delle caratteristiche più singolari dell'isola.

Il ministro Radegonde ha sottolineato l'importanza di preservare La Digue e il suo stile di vita: “I Diguois non possono sopravvivere con gli escursionisti, dobbiamo capire perché questi visitatori non pernottano. Dobbiamo dare ai nostri visitatori qualcosa in cui soggiornare, per questo dobbiamo diversificare i nostri prodotti e rilanciare le nostre attività culturali. Sebbene La Digue sia uno dei pochi posti rimasti alle Seychelles che è riuscito a mantenere lo stile di vita creolo, dobbiamo assicurarci la sua sopravvivenza”.

Ha inoltre aggiunto: "Questi piccoli stabilimenti prestano attenzione ai dettagli, dando ai nostri visitatori l'autentica Esperienza alle Seychelles, motivo per cui hanno bisogno del nostro massimo supporto. Dobbiamo esplorare idee innovative che incoraggino i visitatori a spendere e aiutino questi stabilimenti a migliorare i loro metodi di marketing”.

PS Francis ha espresso la sua soddisfazione per la qualità dei prodotti a La Digue, “Alcune di queste piccole strutture hanno gli stessi standard degli hotel più grandi e di lusso; molto spazioso e ben arredato che dona ai nostri visitatori una sensazione sontuosa pur mantenendo il fascino creolo.”

Il ministro Radegonde si è anche congratulato con i Diguois per il miglioramento della pulizia dell'isola. Ha anche notato che c'è un buon equilibrio di prodotti in termini di alloggio con una forte presenza di cura e impegno messi in questi prodotti. Tuttavia, ha riconosciuto le loro sfide e come devono spostare la loro attenzione dai tradizionali mercati dell'Europa occidentale e attingere a mercati, come l'Europa orientale e gli Emirati Arabi Uniti, che hanno mostrato un grande potenziale durante questa pandemia.

Queste visite fanno parte della missione in corso del Ministro Radegonde di costruire un forte rapporto con l'industria del turismo locale e affrontare questioni importanti.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Linda Hohnholz, editore eTN

Linda Hohnholz scrive e modifica articoli dall'inizio della sua carriera lavorativa. Ha applicato questa passione innata a luoghi come la Hawaii Pacific University, la Chaminade University, l'Hawaii Children's Discovery Center e ora TravelNewsGroup.

Lascia un tuo commento