eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Ultime notizie dall'Australia · XNUMX€ Notizie governative · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Notizie di Travel Wire · XNUMX€ Notizie varie

3190 posti di lavoro nel turismo tropicale del North Queensland andranno persi

Ken chapman
Ken Chapman

Entra in contatto con la natura in un luogo diverso da qualsiasi altro: circondato dalla barriera corallina e avvolto dalla foresta pluviale, l'accoglienza più calorosa del mondo ti sta aspettando.
Questo è il messaggio sul sito web del Tropical North Queensland Tourism Board, che promuove la famosa Grande Barriera Corallina e Cairns in Australia.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Secondo una nuova ricerca del Tourism and Transport Forum (TTF), altri 3,150 posti di lavoro nel settore turistico del Tropical North Queensland in Australia andranno persi entro Natale, riducendo la forza lavoro turistica alla metà delle sue dimensioni pre-pandemia.
  2. L'amministratore delegato di Tourism Tropical North Queensland (TTNQ) Mark Olsen ha affermato che il turismo aveva impiegato 15,750 dipendenti a tempo pieno e part-time e, con la spesa turistica indiretta, ha sostenuto un totale di 25,500 posti di lavoro prima della pandemia nella regione di Cairns.
  3. A luglio 2021 avevamo perso 3,600 dipendenti a tempo indeterminato, anche con il supporto di JobKeeper e un mercato interno in ripresa", ha affermato Olsen.

“La regione ha aumentato la sua forza lavoro lungo l'intera catena di approvvigionamento pronta per un inverno impegnativo, ma ora a queste nuove reclute, tra cui più di 200 provenienti dall'industria del turismo, che sono in formazione da mesi viene detto di trovare altro lavoro.

"Il governo deve capire quanto sarà significativo questo impatto sulla nostra comunità, dove un lavoro su cinque dipende dal turismo".

Il presidente del TTNQ Ken Chapman ha affermato che è necessario un sostegno al reddito per il personale del turismo che sta perdendo i propri mezzi di sussistenza in questo momento.

Ascolta la discussione dal North Queensland

“I dipendenti che sono stati licenziati e hanno perso ore di lavoro a causa dei blocchi nella loro zona possono ottenere fino a 750 dollari a settimana di sussidi per il reddito da disastro Covid da Centrelink”, ha affermato.

“Ma i dipendenti del turismo si sono ritirati perché i blocchi in altre parti del paese stanno causando l'esclusione dell'attività del loro datore di lavoro dalla sua base di clienti non può ricevere sostegno al reddito.

"Questa è una tragedia umana dovuta interamente alla politica del governo".

L'amministratore delegato della Camera di commercio di Cairns, Patricia O'Neill, ha affermato che la perdita di posti di lavoro si è fatta sentire in tutti i settori, in particolare nella vendita al dettaglio, che ha subito un calo del 61% dei posti di lavoro rispetto all'anno finanziario precedente.

Il CEO di Advance Cairns, Paul Sparshott, ha affermato che la capacità di ripresa dell'economia regionale sarebbe notevolmente ridotta se il personale qualificato fosse perso nel settore del turismo e dell'ospitalità.

“Ci saranno ramificazioni di vasta portata. Quando i mercati del turismo sono gravemente colpiti, fluisce attraverso altri settori che interessano l'intera economia regionale", ha affermato.

Il signor Olsen ha detto Tropical North Queensland is e rimarrà, una delle regioni più colpite in Australia, e le prospettive per l'industria del turismo erano cupe.

“Senza clienti, le aziende non hanno il fatturato per mantenere il loro personale altamente qualificato, alcuni dei quali hanno ricevuto anni di formazione in aree specializzate per diventare skipper, divemaster e jumpmaster che forniscono le esperienze turistiche tipiche della regione.

“La nostra regione ha avuto solo 27 giorni di fila senza gli impatti di un blocco nei principali mercati nazionali negli ultimi 18 mesi.

“Quel periodo di maggio è stato il più trafficato della regione di Cairns e della Grande Barriera Corallina da prima della pandemia, poiché siamo la destinazione regionale più cercata su Google per i vacanzieri australiani.

“Tuttavia, l'impatto stop/start dei blocchi del sud che chiudono la destinazione fuori dai mercati chiave è difficile da gestire per le aziende, in particolare con i livelli di personale.

“Siamo nella nostra sesta settimana di visitatori in caduta libera con oltre 15 milioni di australiani in isolamento.

“La maggior parte delle aziende funziona a meno del 5% delle proprie entrate normali e le prenotazioni anticipate stanno rallentando con gli hotel fino al 15-25% di occupazione e oltre 20 milioni di dollari in eventi posticipati per luglio e agosto.

"Abbiamo barche che escono con solo sei passeggeri end quattro membri dell'equipaggio e la maggior parte dei luoghi sono in orari di negoziazione limitati, mentre altri sono andati in letargo.

"I consumatori hanno perso fiducia nella prenotazione di viaggi da uno stato all'altro e lontano da casa, con quasi il 60% dei viaggiatori australiani che difficilmente attraverseranno il confine di Stato secondo i nuovi dati del Queensland Tourism Industry Council (QTIC)."

“Con metà dei nostri viaggi interni provenienti dall'interstatale prima del blocco, la chiusura delle frontiere continuerà ad avere un impatto drammatico sulla nostra regione.

“Con le vacanze scolastiche incombenti, l'attività della campagna di marketing di TTNQ a settembre e ottobre dipenderà in larga misura dagli agenti di viaggio partner per cercare di dare ai consumatori la sicurezza di prenotare sapendo che il cambiamento continuerà ad avvenire.

“I dati delle agenzie di viaggio al dettaglio mostrano che Cairns rimane la quinta destinazione di viaggio più cercata e la sesta più prenotata nelle ultime quattro settimane, ma stiamo eseguendo meno del 25% delle ricerche e il 55% delle prenotazioni da dove eravamo prima. Covid."

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Lascia un tuo commento