eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Aeroporto · XNUMX€ Ultime notizie dall'Australia · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie internazionali · XNUMX€ Ultime notizie di viaggio · XNUMX€ News · XNUMX€ Ricostruzione · XNUMX€ Tecnologia · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Trasporti in Damanhur

Nuovo ETA high-tech introdotto per sdoganare l'immigrazione australiana

Nuovo ETA high-tech

L'Australia è attualmente bloccata per la maggior parte dei visitatori stranieri, ma una volta che si verifica la riapertura, una nuova app per facilitare la pre-autorizzazione dei visitatori nel paese noto come Down Under può fare affidamento su una nuova APP per facilitare questo passaggio necessario per entrare nel paese.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. L'app ETA australiana è il risultato di uno sforzo collaborativo di co-progettazione che coinvolge esperti del Dipartimento australiano degli affari interni, SITA e Arq Group.
  2. Progettata e sviluppata a Sydney, l'app consente alle nazionalità idonee di richiedere in modo sicuro un ETA, in pochi minuti, dai propri dispositivi mobili.
  3. Utilizzando tecnologie avanzate per popolare automaticamente i dati dal passaporto di un richiedente e acquisire i suoi dati biometrici, questo processo self-service altamente sicuro non solo aumenta l'accuratezza e la ricchezza dei dati, ma migliora notevolmente l'esperienza dell'utente.  

SITA ha aperto la strada a un sistema ETA per le Olimpiadi di Sydney del 2000 per dare alle autorità visibilità anticipata sui milioni di visitatori che pianificano di attraversare il confine e ridurre i colli di bottiglia alle ambasciate australiane e ai posti di blocco dell'immigrazione. Da quando è stata introdotta, l'ETA ha resistito alla prova del tempo e ha aperto la strada all'istituzione di visti elettronici come canale standard per tipi di visto semplici (ad es. Visto all'arrivo) da parte dei dipartimenti di immigrazione di tutto il mondo.

L'Australia rimane una destinazione di viaggio popolare e l'APP ETA mostrerà la sua efficacia dopo l'attuale crisi COVID e il paese riapre ai viaggiatori.

Dopo oltre 20 anni di enormi cambiamenti tecnologici, era giunto il momento di reinventare l'ETA attraverso l'app ETA australiana. Nuove tecnologie e nuovi paradigmi creano aspettative mutevoli della comunità di accesso, esperienza e servizio, soprattutto quando l'innovazione è il motore che alimenta il cambiamento.

La fase di scoperta e ricerca del progetto ha comportato la comprensione della persona e delle esigenze principali del viaggiatore. Si è concentrato sull'ottenimento di una comprensione approfondita dei requisiti e delle aspettative del richiedente, dell'azienda e del settore dei viaggi per definire il viaggio dell'utente dello stato futuro end-to-end.

Nello sviluppo di una soluzione moderna che utilizza tecnologie avanzate, il team era consapevole della necessità di presentare un prodotto intuitivo e sicuro, offrendo al contempo le complesse funzionalità relative all'acquisizione dei dati, alla convalida, alla compilazione automatica e, soprattutto, alla verifica dell'identità. Abbiamo eseguito test tecnici, di integrazione e utente completi per garantire che la soluzione fosse pronta e che la centralità dell'utente rimanesse al centro del progetto. Un livello di astrazione ha incapsulato tutte le tecnologie di terze parti, rendendo così l'app a prova di futuro e relativamente facile da sostituire in futuro con le tecnologie attuali con quelle nuove e migliori.

Il sistema è disponibile su tutti i dispositivi. Per mantenere l'attenzione sull'esperienza dell'utente, l'app doveva offrire un modo comodo e diretto per ottenere un visto australiano su dispositivi su piattaforme iOS e Android.

Come funziona l'app? 

L'app sfrutta le tecnologie mobili (riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) e Near Field Communication (NFC)) per acquisire e precompilare le informazioni critiche sul passaporto e sull'identità direttamente dal passaporto. L'acquisizione accurata dei dati importanti della domanda direttamente da una fonte attendibile elimina gli errori di immissione dei dati e le incongruenze che influiscono sull'elaborazione del visto.

L'app autentica e convalida i passaporti elettronici tramite la funzionalità NFC dello smartphone nel punto di applicazione anziché ai confini fisici. L'accesso al chip del passaporto si ottiene utilizzando l'OCR per leggere la Machine Readable Zone (MRZ) stampata all'interno di un passaporto e ricavando una chiave. Questa chiave consente di accedere e autenticare il chip utilizzando i certificati digitali all'interno del chip, garantendo che il passaporto sia autentico e che il chip non sia stato compromesso. Una volta autenticato il chip, vengono letti i dati sul chip, che consistono nel documento di viaggio, nei dati di identità e nell'immagine digitale del titolare del passaporto. Viene quindi confrontato con l'acquisizione di un'immagine selfie prima di procedere.

Il processo di acquisizione dell'immagine selfie esegue complessi controlli di liveness e anti-spoofing rispetto a più profili di rischio del volto, che rafforzano la verifica dell'identità del richiedente. Questi importanti controlli di sicurezza vengono eseguiti senza soluzione di continuità in tempo reale dall'app senza disturbare il richiedente.

OCR, NFC, immagine selfie e liveness complessa e controlli anti-spoofing sono integrati all'interno dell'app in un modo nuovo, in quella che riteniamo essere una novità internazionale.

I viaggiatori affidano all'app uno dei loro beni più preziosi: i loro dati. Come hai affrontato i problemi di privacy nel suo sviluppo?

Abbiamo adottato un approccio Privacy by Design durante lo sviluppo dell'app, iniziando con una valutazione dell'impatto sulla privacy per garantire che tutte le istruzioni, la gestione e l'archiviazione dei dati siano conformi ai severi requisiti sulla privacy del governo australiano. 

Tutti i dati personali sono archiviati in un portafoglio sicuro sul dispositivo dell'utente. Nessun dato viene condiviso con altre parti interessate, ad eccezione degli Affari interni, che richiedono le informazioni per elaborare le domande di ETA. Termini e condizioni sono chiaramente stabiliti all'interno dell'app affinché l'utente li accetti prima di procedere. Questo spiega come i dati vengono conservati in modo sicuro, nonché come vengono utilizzati e protetti quando vengono trasmessi agli Affari interni.

Per garantire ulteriormente la privacy personale, i candidati possono eliminare i propri dati personali e le applicazioni precedenti dall'app in qualsiasi momento. Inoltre, tutti i dispositivi registrati dagli agenti di viaggio che possono presentare domanda per conto dei richiedenti non conservano i dati del richiedente o della domanda sul proprio dispositivo dopo l'invio della domanda. 

L'app utilizza l'archiviazione locale sicura e protocolli di autenticazione avanzati. Tutte le comunicazioni tra il dispositivo e i sistemi di backend sono crittografate, garantendo la massima protezione e controllo sui dati dell'utente.

Qual è stato il feedback finora? 

Fin dall'inizio, il processo di progettazione dell'esperienza ha privilegiato la facilità d'uso per il richiedente con un'esperienza utente intuitiva e senza attriti su entrambe le piattaforme iOS e Android. L'applicazione risultante è stata ben accolta, con più utenti che completano la facilità d'uso e la convenienza.

Il monitoraggio continuo, l'analisi comportamentale e il feedback degli utenti fanno parte della metodologia della soluzione. La possibilità di aggiornare rapidamente l'app ha consentito miglioramenti per assistere con la lettura di vari tipi di passaporti, fornendo supporto sullo stato di elaborazione e una migliore animazione per la guida didattica. 

Il prezioso feedback fornito dai candidati tramite gli app store e la funzione Contattaci dell'app ha portato ad alcuni dei cambiamenti e dei miglioramenti implementati dall'inizio del progetto pilota, rafforzando così ulteriormente l'app.

Il coinvolgimento di gruppi di utenti globali per testare diversi dispositivi e raccogliere informazioni sull'esperienza utente ha garantito che l'app funzioni in ambienti di dispositivi eterogenei e variazioni di passaporto elettronico. Dall'implementazione dell'app nell'ottobre 2020, ha già facilitato i viaggi in Australia per migliaia di persone durante la pandemia.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Juergen T Steinmetz

Juergen Thomas Steinmetz ha lavorato ininterrottamente nel settore dei viaggi e del turismo sin da quando era un adolescente in Germania (1977).
Lui ha fondato eTurboNews nel 1999 come prima newsletter online per l'industria mondiale del turismo di viaggio.

Lascia un tuo commento

1 Commenti