eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Aeroporto · XNUMX€ Aviation · XNUMX€ Ultime notizie europee · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Ultime notizie nel Regno Unito · XNUMX€ Notizie varie

Chiusura delle torri di controllo del traffico aereo della Scozia: nessun piano B

Controllo del traffico aereo in Scozia

Le comunità rurali nelle Highlands and Islands non hanno una seconda opzione o un piano B per i servizi medici e di emergenza che ora rientrano in alcune delle torri di controllo del traffico aereo scozzese negli aeroporti di Highlands and Islands Airports Limited (HIAL) che dovrebbero essere chiusi .

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. La Federazione europea dei lavoratori dei trasporti (ETF) chiede che i servizi ATC siano assicurati nella regione senza discontinuità.
  2. L'ETF sottolinea che, contrariamente a quella che può sembrare una situazione simile a Londra, la maggior parte degli aeroporti HIAL richiede l'accesso all'aviazione per scopi medici su base giornaliera.
  3. Inoltre, questi aeroporti sono utilizzati per altri tipi di servizi di emergenza.

L'ETF condanna categoricamente le intenzioni più recenti della società HIAL, che gestisce 11 aeroporti nelle Highlands scozzesi, nelle Isole del Nord e nelle Isole occidentali, di ridurre l'attuale livello di controllo del traffico aereo servizi in 6 aeroporti nelle Highlands and Islands e centralizzandoli ulteriormente da remoto.

In una lettera indirizzata al ministro dei Trasporti in Scozia, Graeme Dey MSP, ETF, ha sottolineato che una tale decisione danneggerebbe fortemente le comunità rurali locali nella parte nord-occidentale della Scozia, non solo per la perdita di posti di lavoro altamente qualificati, ma anche per la potenziale perdita di servizi essenziali, come voli medici – a causa della vulnerabilità della tecnologia a torre remota.

L'ETF ritiene che il governo della Scozia dovrebbe rinunciare all'attuazione di tale decisione e chiede al ministro dei trasporti scozzese di guardare oltre le cifre sull'efficienza dei costi e dei profitti di HIAL e concentrarsi principalmente sulle conseguenze negative a lungo termine di tale decisione per i suoi cittadini , lavoratori e società in generale nelle Highlands e nelle isole.

Il documento sottolinea che le autorità di Edimburgo non bisogna dimenticare nemmeno per un secondo che la sicurezza e lo sviluppo economico di queste comunità dovrebbero essere al primo posto, soprattutto perché dipendono dall'aviazione per aver assicurato i servizi di base, si sottolinea nella lettera inviata dall'ETF al ministro dei Trasporti in Scozia.

Il Segretario generale dell'ETF, Livia Spera, che ha firmato la lettera indirizzata alle autorità scozzesi, ha sottolineato che senza avere una chiara valutazione degli effetti socio-economici di tale decisione, la rimozione degli attuali servizi di persona influenzerà notevolmente i mezzi di sussistenza dei queste comunità nel nord-ovest della Scozia, poiché gli aeroporti svolgono un ruolo chiave per la loro stessa esistenza.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Linda Hohnholz, editore eTN

Linda Hohnholz scrive e modifica articoli dall'inizio della sua carriera lavorativa. Ha applicato questa passione innata a luoghi come la Hawaii Pacific University, la Chaminade University, l'Hawaii Children's Discovery Center e ora TravelNewsGroup.

Lascia un tuo commento