eTV 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX UltimeNotizieMostra : Fare clic sul pulsante del volume (in basso a sinistra dello schermo del video)
Cultura · XNUMX€ Industria dell'ospitalità · XNUMX€ Hotel e resort · XNUMX€ News · XNUMX€ Turismo · XNUMX€ Aggiornamento sulla destinazione del viaggio · XNUMX€ Ultime notizie dagli USA · XNUMX€ Notizie varie

Storia dell'hotel: Libby's Hotel and Baths, New York, NY

Hotel e bagni di Libby

Alla fine degli anni '1920, il mercato azionario era alle stelle, le aziende registravano profitti record e gli sviluppatori costruivano nuovi edifici a un ritmo rapido.

Stampa Friendly, PDF e Email
  1. Le società di mutui hanno iniziato a offrire titoli garantiti da ipoteca, un nuovo tipo di investimento.
  2. Uno dei nuovi edifici era il Libby's Hotel and Baths di 12 piani, costruito nel 1926 all'angolo tra Chrystie e Delancey Street nel Lower East Side di New York.
  3. È stato il primo hotel di lusso interamente ebraico con una piscina decorata, una palestra moderna, bagni russo-turchi e saloni aperti all'intera comunità.

Lo sviluppatore era Max Bernstein, un immigrato di Slutzk, in Russia, che arrivò a New York con la sua famiglia nel 1900 quando Max aveva 11 anni. Le strade in cui Max è cresciuto nel Lower East Side erano piene di venditori di carretti, alcuni con carri trainati da cavalli, bambini che giocavano a giochi di strada e abitanti di case popolari che socializzavano sui gradini. Sfortunatamente, quando sua madre Libby morì nel giro di un anno, Max scappò di casa e trascorse la notte in un piccolo parco nelle vicinanze. Negli anni successivi, Max ha detto che il suo sogno di costruire il Libby's Hotel all'angolo tra Chrystie Street e Delancey Street gli è venuto in mente quella notte.

Dopo anni di proprietà di una serie di ristoranti, ognuno dei quali chiamato Libby's, Max è stato in grado di acquisire un terreno nel suo angolo preferito dove ha costruito l'hotel che ha aperto il 5 aprile 1926. Max era apparentemente un pubblicista nato perché ha investito un straordinaria quantità di energia e denaro in una vasta campagna promozionale sui numerosi quotidiani in lingua yiddish. Il giorno dell'inaugurazione, il New York Times si unì agli altri giornali nel riferire l'inaugurazione. Il Libby Hotel era caratterizzato da una spettacolare hall a due piani con un soffitto in gesso riccamente colorato sostenuto da colonne di marmo scanalate. L'hotel aveva sale riunioni, sale da ballo e due ristoranti kosher. Max ha tenuto eventi di beneficenza e corsi di nuoto per i bambini del vicinato.

Il Libby Hotel trasmetteva dalla prima stazione radio yiddish, WFBH (dall'alto del Westside Hotel Majestic) con famosi intrattenitori, teatro dal vivo e luminari come Sol Hurok, Rube Goldberg e George Jessel. Bernstein non badò a spese, assumendo come suo direttore musicale Josef Cherniavsky, leader della Yiddish-American Jazz Band e ampiamente conosciuto come l'ebreo Paul Whiteman. Per i suoi primi due anni, l'hotel sembrò essere un enorme successo, ma alla fine del 1928 il tetto crollò.

un eccesso di nuovi hotel erano stati aperti a New York. Molti, per rimanere solvibili, iniziarono a servire gli ebrei, dirottando la clientela di Max. Max avrebbe potuto competere meglio se il suo stato emotivo non fosse già in una spirale discendente; il 20 ottobre 1926 morì sua moglie Sarah. In un successivo processo in tribunale, Max avrebbe testimoniato che il dolore che aveva provato lo aveva reso incapace di funzionare.

Inoltre, il suo creditore principale era l'American Bond and Mortgage Company (AMBAM), un prestatore predatore poco rispettabile. Poco prima del crollo del mercato azionario del 1929, l'AMBAM pignorò l'hotel e, in uno strano scherzo del destino, il sindaco Jimmy Walker nominò Joseph Force Crater, un avvocato collegato a Tammany, come curatore. Secondo il giudice Crater, l'AMBAM potrebbe aver avuto una conoscenza interna del piano della città per ampliare Chrystie Street. In ogni caso, AMBAM ora ha affermato che l'hotel valeva $ 3.2 milioni (dopo aver valutato Libby's Hotel a soli $ 1.3 milioni per preclusione). Attraverso il dominio eminente, New York City ne prese la proprietà e pagò AMBAM $ 2.85 milioni. La città ha poi demolito gli edifici dell'isolato, compreso il Libby's Hotel and Baths di Max Bernstein.

Ma c'è di più nella storia. Nel 1931, l'AMBAM fu condannata per un progetto simile riguardante il Mayflower Hotel a Washington, DC. Lo stesso Judge Crater era il curatore della preclusione del Mayflower. È scomparso quattro mesi dopo e da allora non è stato più ritrovato. Chrystie Street è stata ampliata, la Grande Depressione è iniziata e, infine, il sito è stato trasformato nel Sara Delano Roosevelt Park da Robert Moses.

Quando Max Bernstein morì il 13 dicembre 1946, il New York Times necrologio ha scritto: "Max Bernstein, 57 anni, una volta proprietario di un hotel ... ha costruito un edificio da $ 3,000,000 in bassifondi, solo per vedere il memoriale per la madre rasa al suolo".

Questa sarebbe la fine di questa affascinante storia se non fosse che il Pakn Treger* articolo riportava il seguente seguito:

La storia di Libby è svanita nell'oscurità fino all'estate del 2001, quando una sezione del marciapiede vicino all'angolo tra Chrystie e Delancey Street è crollata, creando una dolina. Il buco è cresciuto abbastanza da inghiottire un intero albero e ha iniziato a invadere le strade della città e il vicino centro per anziani nel Sara Delano Roosevelt Park. In quei giorni innocenti prima dell'11 settembre, la dolina sembrava essere la più grande minaccia per la parte inferiore di Manhattan.

Gli ingegneri della città non ne conoscevano la causa, così hanno calato una telecamera nel vuoto. Con loro stupore, a 22 piedi sotto la superficie trovarono una stanza intatta, completa di librerie. Quando hanno cercato negli archivi municipali, hanno appreso che un tempo c'era il Libby's Hotel e che avevano scoperto una stanza nel seminterrato. In un New York Times articolo dell'11 settembre 2001, il commissario per i parchi della città di New York Henry J. Stern ha affermato: "Mi ricorda Pompei".

A differenza di Pompei, non è stato fatto alcun tentativo di raggiungere la stanza o di scavarla. Gli ingegneri cittadini hanno scelto di riempirlo di malta, seppellendo la stanza e il suo contenuto misterioso. È stato piantato un nuovo albero e il parco è stato ripavimentato.

* "Ritz con uno Shvitz" di Shulamith Berger e Jai Zion, Pakn Treger, Spring 2009

È stato appena pubblicato il suo nuovo libro "Great American Hotel Architects Volume 2".

Altri libri di hotel pubblicati:

• Grandi albergatori americani: pionieri dell'industria alberghiera (2009)

• Costruito per durare: hotel di oltre 100 anni a New York (2011)

• Costruito per durare: hotel di oltre 100 anni a est del Mississippi (2013)

• Hotel Mavens: Lucius M. Boomer, George C. Boldt, Oscar del Waldorf (2014)

• Great American Hoteliers Volume 2: Pionieri dell'industria alberghiera (2016)

• Costruito per durare: hotel di oltre 100 anni a ovest del Mississippi (2017)

• Hotel Mavens Volume 2: Henry Morrison Flagler, Henry Bradley Plant, Carl Graham Fisher (2018)

• Great American Hotel Architects Volume I (2019)

• Hotel Mavens: Volume 3: Bob e Larry Tisch, Ralph Hitz, Cesar Ritz, Curt Strand

Tutti questi libri possono essere ordinati da AuthorHouse visitando www.stanleyturkel.com e cliccando sul titolo del libro.

Stampa Friendly, PDF e Email

Circa l'autore

Stanley Turkel CMHS hotel-online.com

Lascia un tuo commento